Alfonso di Borbone-Spagna

principe
Alfonso di Borbone-Spagna
Alfonso de Borbón y Battenberg, Prince of Asturias.jpg
Alfonso di Borbone-Spagna in un ritratto fotografico
Principe delle Asturie
Stemma
In carica 10 maggio 1907 –
14 aprile 1931
Predecessore Alfonso Maria di Borbone-Due Sicilie
Successore Giovanni di Borbone-Spagna
Nome completo Alfonso Pío Cristino Eduardo Francisco Guillermo Carlos Enrique Eugenio Fernando Antonio Venancio
Nascita Madrid, 10 maggio 1907
Morte Miami, 6 settembre 1938
Luogo di sepoltura Monastero dell'Escorial
Dinastia Borbone di Spagna
Padre Alfonso XIII di Spagna
Madre Vittoria Eugenia di Battenberg
Coniugi Edelmira Sampedro y Robato (dal 1933 al 1937)
Marta Esther Rocafort-Altuzarra (dal 1937 al 1938)
Religione Cattolicesimo

Alfonso di Borbone-Spagna (nome completo: Alfonso il Pio Cristino Eduardo Francisco Guillermo Carlos Enrique Fernando Antonio Venancio ) (Madrid, 10 maggio 1907Miami, 6 settembre 1938) fu erede al trono spagnolo col titolo di Principe delle Asturie, primogenito maschio di Alfonso XIII di Spagna e di Vittoria Eugenia di Battenberg.

BiografiaModifica

Dalla madre ereditò l'emofilia, come il fratello minore Gonzalo di Borbone-Spagna: per questo ambedue vissero l'infanzia dentro speciali vestiti imbottiti fatti in modo da prevenire incidenti che avrebbero potuto provocare loro perdite emorragiche.

Suo padre, Alfonso XIII, nel 1931 fu deposto e in Spagna venne proclamata la Seconda Repubblica spagnola. L'intera famiglia reale andò in esilio. Ci furono dei programmi per impedire la successione al Principe delle Asturie, ma alla fine egli stesso rinunciò ai suoi diritti al trono nel 1933 per sposare una borghese, Edelmira Ignacia Adriana Sampedro-Robato: dopo le nozze Alfonso prese il titolo di cortesia di conte di Covadonga, come prescrivevano le regole per la successione sancite dalla Prammatica Sanzione di Carlo III. I due divorziarono l'8 maggio 1937 e Alfonso sposò Marta Esther Rocafort y Altazarra il 3 luglio 1937, da cui divorziò l'8 gennaio 1938.

Morì per un incidente stradale pochi mesi dopo, nel settembre del 1938, all'età di 31 anni: con la macchina andò contro una cabina telefonica, senza riportare gravi lesioni, ma l'emofilia produsse un'emorragia interna mortale. Sepolto nel Woodlawn Park Cemetery and Mausoleum (oggi Caballero Rivero Woodlawn Park North Cemetery and Mausoleum) a Miami, in Florida, nel 1985 fu riesumato per essere sepolto nel Panteon dei principi all'Escorial: presente anche la prima moglie, che mantenne fino alla morte il titolo di contessa di Covadonga.

Come Principe delle Asturie fu preceduto dalla sua defunta zia l'infanta Maria de las Mercedes di Borbone-Spagna, morta tre anni prima della sua nascita; di fatto, erede al trono prima di lui fu il figlio di quest'ultima, Alfonso Maria di Borbone-Due Sicilie. Il suo successore come erede fu suo fratello minore Giacomo Enrico di Borbone-Spagna, duca di Segovia, che non prese mai il titolo di Principe delle Asturie, e presto rinunciò ai propri diritti al trono. In pratica l'erede apparente al trono spagnolo fu il terzo fratello minore di Alfonso, Giovanni di Borbone-Spagna, conte di Barcellona. Il figlio di questi, l'infante Juan Carlos di Spagna ebbe da Francisco Franco il titolo di "Principe di Spagna" nel 1969. Solo nel 1977 si ebbe un nuovo Principe delle Asturie: Filippo di Spagna.

AscendenzaModifica

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Francesco d'Assisi di Borbone-Spagna Francesco di Paola di Borbone-Spagna  
 
Luisa Carlotta di Borbone-Due Sicilie  
Alfonso XII di Spagna  
Isabella II di Spagna Ferdinando VII di Spagna  
 
Maria Cristina di Borbone-Due Sicilie  
Alfonso XIII di Spagna  
Carlo Ferdinando d'Asburgo-Teschen Carlo d'Asburgo-Teschen  
 
Enrichetta di Nassau-Weilburg  
Maria Cristina d'Asburgo-Teschen  
Elisabetta Francesca d'Asburgo-Lorena Giuseppe Antonio Giovanni d'Asburgo-Lorena  
 
Maria Dorotea di Württemberg  
Alfonso di Borbone-Spagna  
Alessandro d'Assia Luigi II d'Assia  
 
Guglielmina di Baden  
Enrico di Battenberg  
Julia von Hauke Hans Moritz von Hauke  
 
Sophie Lafontaine  
Vittoria Eugenia di Battenberg  
Alberto di Sassonia-Coburgo-Gotha Ernesto I di Sassonia-Coburgo-Gotha  
 
Luisa di Sassonia-Gotha-Altenburg  
Beatrice di Sassonia-Coburgo-Gotha  
Vittoria del Regno Unito Edoardo Augusto di Hannover  
 
Vittoria di Sassonia-Coburgo-Saalfeld  
 

OnorificenzeModifica

Onorificenze spagnoleModifica

  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Isabella la Cattolica
— 10 maggio 1907
  Cavaliere dell'Ordine del Toson d'Oro
— 10 maggio 1907
  Collare dell'Ordine di Carlo III
— 10 maggio 1907
  Commendatore Maggiore di Montalbán dell'Ordine di Santiago
— 9 gennaio 1928[1]
  Collare dell'Ordine di Isabella la Cattolica
— 2 febbraio 1931[2]

Onorificenze straniereModifica

  Cavaliere dell'Ordine dell'Elefante (Danimarca)
— 6 febbraio 1929[3]
  Cavaliere dell'Ordine Supremo della Santissima Annunziata (Regno d'Italia)
— 1924
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro (Regno d'Italia)
— 1924
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Corona d'Italia (Regno d'Italia)
— 1924
  Cavaliere dell'Ordine dei Serafini (Svezia)
— 19 aprile 1927

NoteModifica

  1. ^ Bollettino Ufficiale di Stato
  2. ^ Bollettino Ufficiale di Stato
  3. ^ Jørgen Pedersen: Riddere af Elefantordenen 1559–2009, Odense: Syddansk Universitetsforlag, 2009. ISBN 8776744345

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN78046668 · ISNI (EN0000 0000 3226 0596 · LCCN (ENn96060292 · GND (DE1018869875 · BNF (FRcb16187231b (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n96060292
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie