Apri il menu principale

Cleto Maule

ciclista su strada italiano
(Reindirizzamento da Anacleto Maule)
Cleto Maule
Nazionalità Italia Italia
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Strada
Ritirato 1961
Carriera
Squadre di club
1954-1958Torpado
1959Carpano
1960Philco
1961Vov
Nazionale
1956 Italia Italia
 

Anacleto Maule, conosciuto come Cleto Maule (Gambellara, 14 marzo 1931Golfo Aranci, 28 luglio 2013), è stato un ciclista su strada italiano. Professionista dal 1954 al 1961, vinse il Giro di Lombardia 1955 e una Milano-Torino lo stesso anno.

È scomparso nel 2013 all'età di 82 anni durante una vacanza in Sardegna per annegamento[1].

CarrieraModifica

Passò professionista sul finire del 1954, dopo aver vinto il Gran Premio della Liberazione da dilettante. Anno d'oro per lui fu il 1955 quando seppe imporsi in due classiche del ciclismo italiano, la Milano-Torino e il Giro di Lombardia.

Nel corso degli anni successivi non riuscì però a confermare le premesse, finì piazzato in alcune classiche italiane, riuscì ad imporsi in una tappa del Giro d'Italia 1956 e a conquistare due volte il Giro dell'Appennino. Ottenne al Giro dei Quattro Cantoni la sua ultima vittoria.

PalmarèsModifica

Astico-Brenta
Vicenza-Bionde
Gran Premio della Liberazione
Astico-Brenta
  • 1955 (Torpado, due vittorie)
Giro di Lombardia
Milano-Torino
  • 1956 (Torpado, due vittorie)
Giro dell'Appennino
20ª tappa Giro d'Italia (Sondrio > Merano)
  • 1957 (Torpado, una vittoria)
5ª tappa, 1ª semitappa Gran Premio Ciclomotoristico (Roccaraso > Chieti)
  • 1958 (Torpado, due vittorie)
Giro dell'Appennino
Giro dei Quattro Cantoni

PiazzamentiModifica

Grandi giriModifica

1955: ritirato (15ª tappa)
1956: 4º
1957: 17º
1958: 46º
1959: 63º
1960: 88º
1958: ritirato (9ª tappa)

Classiche monumentoModifica

1955: 17º
1956: 81º
1957: 74º
1958: 10º
1954: 11º
1955: vincitore
1956: 13º
1957: 8º
1958: 13º
1959: 21º
1960: 14º

Competizioni mondialiModifica

Copenaghen 1956 - In linea: 20º

NoteModifica

  1. ^ Annega in mare Cleto Maule Archiviato il 4 agosto 2013 in Internet Archive. Ilgiornaledivicenza.it

Collegamenti esterniModifica