Apri il menu principale

Andrea Bruniera

allenatore di calcio ed ex calciatore italiano
Andrea Bruniera
Andrea Bruniera.jpg
Andrea Bruniera in azione con la maglia dell'Ancona (1992)
Nazionalità Italia Italia
Altezza 180 cm
Peso 76 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Squadra Fermana U. 17
Ritirato 2002 - giocatore
Carriera
Giovanili
Montebelluna
1982-1984 Atalanta
Squadre di club1
1981-1982 Montebelluna 24 (0)
1982-1984 Atalanta 0 (0)
1984-1987 Civitanovese 93 (5)
1987-1989 Ancona 65 (3)
1989-1990 Udinese 28 (1)
1990-1994 Ancona 113 (0)
1994-1995 Fano 18 (0)
1995-1996 SPAL 30 (0)
1996-1997 Trapani 32 (0)
1997-1999 Fermana 16 (0)
1999-2001 Bianco e Azzurro.svg Real Vallesina ? (?)
Carriera da allenatore
1999 Fermana Allievi
2001-2003 Bianco e Azzurro.svg Real Vallesina
2003-2004 Fermana
2004 Gualdo
2005-2006 600px Rosso e Blu Strisce-Flag.svg B. N. Chiaravalle
2006-2007 Verona Primavera
2007-2009 AlbinoLeffe (vice)
2010-2011 Piacenza (vice)
2011-2012 Livorno (vice)
2012-2013 Portogruaro (vice)
2013-2014 Virtus Lanciano (coll. tecnico)
2014-2015 Pescara (coll. tecnico)
2018-2019Virtus Bergamo
2019- Fermana U. 17
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Andrea Bruniera (Treviso, 10 febbraio 1964) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano.

Caratteristiche tecnicheModifica

CalciatoreModifica

Bruniera era un difensore o centrocampista impiegato prevalentemente come mediano, votato al gioco di rottura e contenimento[1][2].

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

Cresciuto nel Montebelluna, dove esordisce in C2, passa poi per un biennio al settore giovanile dell'Atalanta, dove però non riesce a disputare incontri ufficiali[3].

Nel 1984 approda alla Civitanovese dove rimane per tre stagioni, prima di essere acquistato dall'Ancona dove rimane fino al 1994 (salvo una stagione in prestito all'Udinese in massima serie con 28 presenze ed 1 rete all'attivo). Con i marchigiani è protagonista della scalata dalla Serie C1 alla Serie A, ottenuta nella stagione 1991-1992; riconfermato nella massima serie, colleziona 26 presenze nell'annata conclusa con la retrocessione dei dorici.

Nel dicembre 1994 lascia il Conero per passare in rapida successione al Fano, alla SPAL, al Trapani ed infine alla Fermana: qui gioca fino al gennaio del 1999, quando passa ad allenare la formazione allievi della squadra marchigiana.

A fine stagione torna a giocare, scendendo di categoria col Real Vallesina dove conclude la sua carriera nel 2001.

AllenatoreModifica

Dopo l'esperienza con gli allievi della Fermana, guida nel 2001 la Real Vallesina, dove rimane due anni conquistando una promozione in Eccellenza[4]. Nel dicembre 2003 subentra a Gianni Bortoletto sulla panchina della Fermana[4], con cui ottiene la salvezza ai playout, mentre la stagione successiva ha una breve esperienza sulla panchina del Gualdo[5].

Nel 2005 guida la Biagio Nazzaro di Chiaravalle ed a seguire la primavera del Verona[6]. Dal 2007 è il vice di Elio Gustinetti e poi di Armando Madonna sulla panchina dell'AlbinoLeffe[3][7].

Segue Madonna ,con il ruolo di allenatore in seconda[3] nel 2010 al Piacenza; il 21 dicembre 2011 al Livorno[8], e lo affianca anche nella stagione successiva, sulla panchina del Portogruaro[9].

Nel dicembre 2013 entra a far parte dello staff tecnico del Lanciano come collaboratore tecnico di Marco Baroni in serie B[senza fonte]. L'anno successivo lo segue al Pescara, sempre in Serie B. Dal 2016 si lega alla Virtus Bergamo, sempre nello staff di Madonna, poi dal 2018 lo sostituisce alla guida della prima squadra in Serie D. Nell'estate 2019 torna alla Fermana come allenatore dell'Under 17.

PalmarèsModifica

NoteModifica

  1. ^ È una Roma in rovina La Repubblica, 22 settembre 1988, pag.43
  2. ^ Com'è bello fare il portatore d'acqua La Repubblica, 26 agosto 1989, pag.3 - Speciale campionato
  3. ^ a b c Piacenza, il braccio destro di Mindo: Andrea Bruniera[collegamento interrotto] tuttomercatoweb.com
  4. ^ a b La Fermana ha esonerato l'allenatore Gianni Bortoletto. Al suo posto Andrea Bruniera ilquotidiano.it
  5. ^ Stagione 2004-2005 gualdocalcio.it
  6. ^ Intervista a Andrea Bruniera[collegamento interrotto] hellasweb.it
  7. ^ Sarà Andrea Bruniera l'allenatore in seconda di mister Gustinetti albinoleffe.com
  8. ^ Bruniera allenatore in seconda dell'A.S. Livorno Calcio Archiviato il 24 aprile 2012 in Internet Archive. livornocalcio.it
  9. ^ Al servizio di mister Madonna Portogruaro.net
  10. ^ In rosa, ma mai sceso in campo nella competizione

Collegamenti esterniModifica