Alma Juventus Fano 1906

Società calcistica italiana con sede nella città di Fano (PU)
Alma Juventus Fano 1906
Calcio Football pictogram.svg
Logo Alma Juventus Fano 1906.png
Granata, Aquile
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Flag maroon HEX-7B1C20.svg Granata
Simboli Aquila
Dati societari
Città Fano
Nazione Italia Italia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Campionato Serie C
Fondazione 1906
Presidente Italia Enrico Fattò Offidani
Allenatore Italia Marco Alessandrini
Stadio Raffaele Mancini
(8 800 posti)
Sito web www.almajuventusfano1906.com
Palmarès
Soccerball current event.svg Stagione in corso
Si invita a seguire il modello di voce

L'Alma Juventus Fano 1906, meglio nota come Fano, è una società calcistica italiana con sede a Fano, in provincia di Pesaro e Urbino.

Nata nel 1906, milita dal 2016 nel Campionato di Serie C e disputa le gare interne allo stadio Raffaele Mancini.[1] Il colore della squadra è il granata, che costituisce anche il soprannome dei calciatori.[2]

StoriaModifica

Dalle origini al secondo dopoguerraModifica

La società nacque nel 1906 con il nome Fanum Fortunae, per iniziativa di un professore di latino del liceo classico locale ("Guido Nolfi").[3] Inizialmente fu seguita dal milanese Emilio Caiani, in un'epoca nel quale il calcio era poco conosciuto.[3] Il 13 maggio 1915, un gruppo di giovani radunati nel circolo di San Paterniano (patrono fanese, celebrato il 10 luglio) diede alla società l'attuale nome.[3] Sei anni più tardi, nel 1921, nacque il campo Metauro (sito nell'attuale via Roma).[3] Nel 1930, i granata si spostarono nell'attuale impianto: allora noto come "Borgo Metauro", fu successivamente intitolato al giocatore Raffaele Mancini.[3] Intanto, nel 1925, la squadra aveva partecipato al campionato regionale di Terza Divisione.[3]

Il club assunse maggior notorietà nel 1935, disputando il campionato di Serie C e raggiungendo i sedicesimi di finale in Coppa Italia dove fu eliminato dal Milan.[4] Il Fano militò in terza serie fino al 1948, quando retrocesse nonostante il quarto posto a causa della riforma dei campionati.[3]

Dalla seconda metà del Novecento agli anni duemiladieciModifica

Dopo un lungo limbo nelle categorie minori durato quasi un trentennio, il Fano ricompare in Serie C nella stagione 1975-1976. Vincitore della prima edizione del campionato di Serie C2 (stagione 1978-1979), disputa numerose stagioni nella terza divisione con la soddisfazione di aver sfiorato in talune occasioni la promozione in Serie B[3], come nella stagione 1980-1981, in cui si classificò terzo dietro a Reggiana e Cremonese. Un altro risultato di rilievo in Serie C1 fu il quinto posto nella stagione 1990-1991. Nel 1999, dopo oltre un ventennio di partecipazioni tra Serie C1 e Serie C2, retrocesse in Serie D.[3]

Nel nuovo millennio disputò tre stagioni in Serie C2, dal 2002-2003 al 2004-2005, dopodiché retrocesse nuovamente. Nella stagione 2008-2009, la compagine marchigiana occupa per quasi tutta l'annata il primo posto in Serie D[5]: soltanto nelle battute finali viene superata dalla Pro Vasto terminando il torneo in seconda posizione;[6] tuttavia viene ripescata in Lega Pro. Gli anni seguenti vedranno il club afflitto da problemi economici, senza tuttavia minare i risultati sportivi.[7] Nel 2012, il Fano ingaggia due "figli d'arte": Andrea Mancini in campo e Karel Zeman in panchina.[8][9][10] L'allenatore ceco viene esonerato a settembre, dopo la sconfitta per 6-0 con l'Alessandria[11][12], preludio di una stagione tribolata che vede i granata retrocedere in Serie D[13].

Dagli anni duemiladieci ai giorni nostriModifica

Nella stagione 2014-2015 il Fano raggiunge il secondo posto in Serie D dietro alla Maceratese, la possibile risalita sfuma poi nella semifinale dei play-off.[14] Il secondo posto conseguito nel torneo dilettantistico permette al Fano di disputare la Coppa Italia 2015-2016, dove esce al primo turno contro il Feralpisalò.[15] In campionato arriva nuovamente secondo, dietro alla Sambenedettese, e vince i play-off del proprio girone[16]. In occasione dell'allargamento della Lega Pro a 60 squadre e alla mancata iscrizione di alcuni club, il Fano è riammesso nella serie superiore.[17]

Inserito nel girone B di Lega Pro 2016-2017, la prima parte della stagione si rivela molto complicata, tanto che il Fano termina il girone d'andata con 15 punti, all'ultimo posto insieme al Mantova. Tre giornate più tardi, con la squadra scivolata a -4 dal penultimo posto, il tecnico Giovanni Cusatis viene sostituito da Agatino Cuttone.[18] Dopo questo avvicendamento, insieme a un mercato di riparazione mirato a rinforzare l'attacco, la squadra dà segnali di ripresa e con una serie di risultati utili, tra cui una vittoria in casa del Parma secondo in classifica, torna in corsa per la salvezza. La vittoria all'ultima giornata contro il Bassano permette al Fano di stabilirsi al 17º posto (con 39 punti) e affrontare il Forlì ai play-out con la partita di ritorno in casa. Dopo l'1-1 dell'andata, il Fano vince al ritorno per 2-0 e si assicura la permanenza nella nuova Serie C.[19]

La stagione 2017-2018 ricalca sotto diversi aspetti quella precedente: alla fine del girone d'andata il Fano è all'ultimo posto, stavolta insieme al Santarcangelo, nonostante il cambio di allenatore da Cuttone a Oscar Brevi[20], per poi ritrovarsi all'ultimo posto in solitaria qualche giornata più tardi. Ma ancora una volta la squadra si risolleva nel girone di ritorno, con risultati utili anche contro squadre di alta classifica; il raggiungimento della salvezza si compie all'ultima giornata grazie alla vittoria per 0-1 contro la Fermana, che porta il Fano al tredicesimo posto finale, con 38 punti.[21]

Per la Serie C 2018-2019, che segna tra l'altro il ritorno del derby contro la Vis Pesaro, viene scelto come nuovo allenatore Massimo Epifani, alla guida di una squadra in buona parte composta da giocatori in prestito dal Pescara. Il Fano totalizza 20 punti nel girone d'andata, piazzandosi al 15º posto, appena al di sopra della zona play-out. Nei mesi successivi la situazione peggiora e a metà del girone di ritorno la squadra scivola in fondo alla classifica. L'arrivo a marzo di Fabio Brini[22] sulla panchina granata non inverte la rotta e la stagione si conclude con l'ultimo posto (38 punti, gli stessi della Virtus Verona ma con gli scontri diretti a sfavore) e la retrocessione, arrivata all'ultima giornata nonostante la vittoria sulla Triestina[23]. Tuttavia, con la mancata iscrizione di alcune squadre per la stagione successiva, il Fano ha la possibilità di presentare domanda per essere riammesso in serie C[24] e il 12 luglio viene ufficializzata la riammissione[25].

Nella stagione di Serie C 2019-2020, un'annata difficile per il calcio, segnata dalla pandemia Covid-19. Dopo un inizio travagliato il cambio di allenatore e scarsi risultati, il Fano riesce a mantenere la categoria, grazie alla doppia vittoria sul Ravenna ai playout. Nel luglio 2020 il presidente Gabellini lascia dopo 9 anni la proprietà e presidenza dell'Alma, cedendo il 100% delle quote al sambenedettese Enrico Fattò Offidani.

CronistoriaModifica

Cronistoria dell'Alma Juventus Fano 1906
  • 1906 - A Fano nasce la Società Ginnastica Alma Juventus Fano una polisportiva dedita soprattutto all'atletica leggera, atletica pesante e alla ginnastica.

  • 1915 - Costituzione della prima squadra di calcio: il 13 maggio, per volontà di alcuni ragazzi del Circolo San Paterniano nasce l'Alma Juventus Fano Football Club chiamata semplicemente Alma Fano, che svolge attività calcistica in ambito locale.
  • 1915-1919 - Attività sportiva sospesa a causa della Guerra Mondiale.
  • 1919 - Nasce l'Audace che nel 1921 si fonde con l'A.S.C.I. per dar vita alla Vigor. Rinata come Società Polisportiva Alma Juventus, riprende a giocare al calcio nel 1921.

  • 1921 - Viene inaugurato il campo di calcio in Piazza d'Armi.
  • 1921-1922 - Partecipa al campionato marchigiano sotto l'egida della C.C.I..
  • 1922-1924 - Incontri calcistici a carattere sporadico anche con squadre romagnole.
  • 1924 - Si affilia alla F.I.G.C. iscrivendosi al campionato marchigiano di Terza Divisione.
  • 1924-1925 - 4º nel girone unico della Terza Divisione Marche.
  • 1925-1926 - Non si iscrive al campionato, ma disputa diverse amichevoli di cui una a Zara.
  • 1926-1927 - Disputa solo amichevoli. A fine stagione rinnova l'affiliazione alla F.I.G.C. e si iscrive alla Terza Divisione marchigiana con la nuova denominazione Società Polisportiva del Littorio Alma Juventus Fano.
  • 1927-1928 - 3º nel girone A della Terza Divisione Marche.
  • 1928-1929 - 2º nel girone unico della Terza Divisione Marche. Ripescata in Seconda Divisione Nord per rinuncia della Sambenedettese.
  • 1929-1930 - 9º nel girone E della Seconda Divisione Nord.

  • 1930-1931 - 3º nel girone B della Seconda Divisione Emilia.
  • 1931-1932 - 1º nel girone unico della Seconda Divisione Marche. Rinuncia le finali, ma viene ammessa in Prima Divisione.
  • 1932-1933 - 4º nel girone G della Prima Divisione.
  • 1933-1934 - 7º nel girone G della Prima Divisione.
  • 1934-1935 - 5º nel girone G della Prima Divisione. Ammessa alla nuova Serie C dopo aver vinto lo spareggio.
  • 1935-1936 - 12º nel girone A della Serie C.
Sedicesimi di finale di Coppa Italia.
Primo turno di Coppa Italia.
Qualificazioni di Coppa Italia.
Secondo turno di Coppa Italia.
Primo turno di Coppa Italia.

  • 1940-1941 - 8º nel girone F della Serie C.
  • 1941-1942 - 5º nel girone F della Serie C.
  • 1942-1943 - 5º nel girone H della Serie C.
  • 1943-1945 - Attività sospesa a causa della guerra.
  • 1945 - A luglio cambia denominazione in Società Polisportiva Alma Juventus Fano.
  • 1945-1946 - 13º nel girone B della Serie C.[26] Retrocessa e riammessa.
  • 1946-1947 - 7º nel girone B della Serie C.[27]
  • 1947-1948 - 4º nel girone B della Serie C.[27] Retrocessa nella nuova Promozione.
  • 1948-1949 - 7º nel girone G della Promozione.[27]
  • 1949-1950 - 11º nel girone G della Promozione.[27]

  • 1950-1951 - 17º nel girone G della Promozione.[27] Retrocessa in Prima Divisione.
  • 1951-1952 - 6º nella Prima Divisione Marche.[28]
  • 1952-1953 - 5º nella Promozione Marche.
  • 1953-1954 - 5º nella Promozione Marche.
  • 1954-1955 - 7º nella Promozione Marche.
  • 1955-1956 - 1º nella Promozione Marche. Promossa in IV Serie.
  • 1956-1957 - 9º nel girone E della IV Serie.
  • 1957-1998 - 3º nel girone D del Campionato Interregionale - Seconda Serie.
  • 1958-1959 - 9º nel girone D della Campionato Interregionale.
  • 1959-1960 - 2º nel girone C della Serie D.

  • 1960-1961 - 4º nel girone E della Serie D.
  • 1961-1962 - 6º nel girone C della Serie D.
  • 1962-1963 - 3º nel girone C della Serie D.
  • 1963-1964 - 13º nel girone D della Serie D.
  • 1964-1965 - 10º nel girone C della Serie D.
  • 1965-1966 - 17º nel girone C della Serie D. Retrocessa in Prima Categoria.
  • 1966-1967 - 2º nel girone A della Prima Categoria Marche. Ammessa in Serie D a completamento organici.
  • 1967-1968 - 3º nel girone D della Serie D.
  • 1968-1969 - 3º nel girone D della Serie D.
  • 1969-1970 - 12º nel girone D della Serie D.

  • 1970-1971 - 5º nel girone D della Serie D.
  • 1971-1972 - 14º nel girone D della Serie D.
  • 1972-1973 - 14º nel girone D della Serie D.
  • 1973-1974 - 7º nel girone D della Serie D.
  • 1974 - Cambia denominazione in Associazione Calcio Fano Alma Juventus.[29]
  • 1974-1975 - 3º nel girone D della Serie D.
  • 1975-1976 - 1º nel girone D della Serie D. Promossa in Serie C.
  • 1976-1977 - 11º nel girone B della Serie C.
  • 1977-1978 - 15º nel girone B della Serie C. Declassata nella neonata Serie C2.
  • 1978-1979 - 1º nel girone C della Serie C2. Promossa in Serie C1.
  • 1979-1980 - 5º nel girone A della Serie C1.
  • 1980 - Cambia denominazione in Fano Calcio S.p.A.[30]

Finalista di Coppa Italia Serie C.
  • 1983-1984 - 16º nel girone A della Serie C1. Retrocessa in Serie C2.
  • 1984-1985 - 2º nel girone C della Serie C2 dopo aver vinto lo spareggio. Promossa in Serie C1.
  • 1985-1986 - 14º nel girone A della Serie C1.
  • 1986-1987 - 6º nel girone A della Serie C1.
  • 1987-1988 - 16º nel girone A della Serie C1. Retrocessa in Serie C2.
  • 1988-1989 - 9º nel girone C della Serie C2.
  • 1989-1990 - 1º nel girone C della Serie C2. Promossa in Serie C1.

  • 1990-1991 - 5º nel girone A della Serie C1.
  • 1991-1992 - 16º nel girone B della Serie C1. Retrocessa in Serie C2.
  • 1992-1993 - 17º nel girone B della Serie C2. Retrocessa Campionato Nazionale Dilettanti, ma successivamente riammessa.
  • 1993-1994 - 4º nel girone B della Serie C2.
  • 1994-1995 - 5º nel girone B della Serie C2. Perde la finale play-off.
  • 1995-1996 - 13º nel girone B della Serie C2.
  • 1996-1997 - 9º nel girone B della Serie C2.
  • 1997-1998 - 13º nel girone B della Serie C2.
  • 1998-1999 - 17º nel girone B della Serie C2 Retrocessa in Serie D dopo aver perso i play-out.
  • 1999-2000 - 4º nel girone F della Serie D.

  • 2000-2001 - 4º nel girone F della Serie D.
  • 2001-2002 - 1º nel girone E della Serie D. Promossa in Serie C2.
  • 2002-2003 - 16º nel girone B della Serie C2. Salva dopo i play-out vinti.
  • 2003-2004 - 9º nel girone B della Serie C2.
  • 2004-2005 - 18º nel girone B della Serie C2. Retrocessa in Serie D.
  • 2005-2006 - 7º nel girone F della Serie D.
  • 2006 - Cambia denominazione in Fano Calcio S.r.l. Società Sportiva Dilettantistica.[31]
  • 2006-2007 - 2º nel girone F della Serie D.
  • 2007-2008 - 8º nel girone D della Serie D.
  • 2008-2009 - 2º nel girone F della Serie D. Ammessa in Lega Pro Seconda Divisione.
  • 2009 - Cambia denominazione in Alma Juventus Fano 1906 S.r.l.
  • 2009-2010 - 4º nel girone B della Seconda Divisione perde la semifinale play-off.
Primo turno di Coppa Italia.

  • 2010-2011 - 15º nel girone B della Seconda Divisione.
  • 2011-2012 - 10º nel girone B della Seconda Divisione.
  • 2012-2013 - 16º nel girone A della Seconda Divisione. Retrocesso in Serie D.
  • 2013-2014 - 12º nel girone F della Serie D.
  • 2014-2015 - 2º nel girone F della Serie D.
  • 2015-2016 - 2º nel girone F della Serie D. Vince i play-off e viene Amesso in Lega Pro in sostituzione dello Sporting Bellinzago.
Primo turno di Coppa Italia.
  • 2016-2017 - 17º nel girone B della Lega Pro. Salvo dopo aver vinto i play-out. Ammesso nella nuova Serie C.
  • 2017-2018 - 13º nel girone B della Serie C.
  • 2018-2019 - 20º nel girone B della Serie C. Retrocesso in Serie D e successivamente ripescato.
  • 2019-2020 - 19º nel girone B della Serie C. Salvo dopo aver vinto i play-out.

StruttureModifica

StadioModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Stadio Raffaele Mancini.

Il Fano gioca le proprie partite interne allo stadio Raffaele Mancini.

SocietàModifica

Organigramma societarioModifica

Dal sito internet ufficiale della società.[32]

Staff dell'area amministrativa
  •   Claudio Gabellini - Presidente
  •   Simone Bernardini - Direttore Generale
  •   Giovanni Mei - Direttore sportivo
  •   Franco Clini - Segretario
  •   Marco Minardi - Segretario
  •   Paolo Rossi - Team manager
  •   Alessandro Brocchini - Resp. settore giovanile
  •   Matteo Roguletti - Resp. organizzativo settore giovanile
  •   Simone Arceci - Resp. preparatore fisico settore giovanile
  •   Jacopo Frattini - Ufficio stampa
  •   Augusto Sanchioni - Medico sociale
  •   Manlio Pierboni - Consulente ortopedico
  •   Marco Osimani - Magazziniere
  •   Raffaele Castellani - Magazziniere
  •   Massimiliano Ciabotti - Magazziniere

Allenatori e presidentiModifica

  Le singole voci sono elencate nella Categoria:Allenatori dell'Alma Juventus Fano 1906

Di seguito l'elenco degli allenatori e dei presidenti.[33]

Allenatori
Presidenti
  • 1915-1919 Campionati sospesi per cause belliche.
  • 1919-1921 il club è inattivo.
  • 1921-1936   ...
  • 1936-1937   Sergio Rossi
  • 1937-1938   Giovanni Anelli
  • 1938-1940   Aldo Paolini
  • 1940-1941   Guglielmo Stella
  • 1941-1943   Aldo Paolini
  • 1943-1945 Campionati sospesi per cause belliche.
  • 1945-1976   ...
  • 1976-1977   Giovanni Gentili e   Adolfo Montanari
  • 1977-1983   Giovanni Gentili
  • 1983-1987   Aristide Iacchini
  • 1987-1988   Eliseo Mancini
  • 1988-1992   Lino Clemente
  • 1992-1993   Argeo Carletti
  • 1993-1995   Liliana Camissa[N 1]
  • 1995-1998   Rosettano Navarra[N 2]
  • 1998-1999   Franco Clementi
  • 1999-2003   Paolo Petrucci
  • 2003-2005   Mirco Giovannelli
  • 2005-2011   Alberto Caverni
  • 2011-   Claudio Gabellini
Annotazioni
  1. ^ Amministratore unico.
  2. ^ Amministratore unico nella stagione 1995-1996.

CalciatoriModifica

  Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatori dell'Alma Juventus Fano 1906

PalmarèsModifica

Competizioni interregionaliModifica

1978-1979 (Gir.C), 1989-1990 (Gir.C)
1975-1976 (Gir.D), 2001-2002 (Gir.E)

Competizioni regionaliModifica

1955-1956

Competizioni giovaniliModifica

2000-2001

Altri piazzamentiModifica

Terzo posto: 1980-1981 (girone A)
Finalista: 1982-1983
Secondo posto: 1984-1985 (girone C)
Semifinalista: 2002
Secondo posto: 1959-1960 (girone C), 2006-2007 (girone F), 2008-2009 (girone F), 2014-2015 (girone F), 2015-2016 (girone F)
Terzo posto: 1962-1963 (girone C), 1967-1968 (girone D), 1968-1969 (girone C), 1974-1975 (girone C)
Semifinalista: 2001-2002

Statistiche e recordModifica

Partecipazione ai campionatiModifica

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Prima Divisione 3 1932-1933 1934-1935 30
Serie C 16 1935-1936 2019-2020
Serie C1 10 1979-1980 1991-1992
Lega Pro 1 2016-2017
Seconda Divisione 1 1929-1930 42
Promozione 3 1948-1949 1950-1951
IV Serie 2 1956-1957 1958-1959
Serie D 18 1959-1960 2015-2016
Serie C2 14 1978-1979 2004-2005
Lega Pro Seconda Divisione 4 2009-2010 2012-2013
Campionato Interregionale 1 1957-1958 9
Serie D 8 1999-2000 2013-2014

Campionati RegionaliModifica

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Promozione Marche 5 1951-1952 1955-1956 6
Prima Cateogria 1 1966-1967 1966-1967

Statistiche di squadraModifica

Assieme a Sanremese, Pergocrema e Rende, il Fano è stata la prima squadra a vincere il campionato di Serie C2, nel 1978-1979. La Serie C si sdoppiò in Serie C1 e Serie C2 proprio in quella stagione, e la C2 venne divisa in quattro gironi, vinti appunto dalle quattro squadre sopra citate.

TifoseriaModifica

 
I Panthers in trasferta ad Avezzano

StoriaModifica

Il gruppo ultras al seguito del Fano sono i Panthers, nati nel 1977 da una costola del club Forza Alma, che precedentemente coordinava il tifo. Con la nascita del gruppo fecero la loro comparsa allo stadio, oltre ai soliti tamburi e striscioni, i primi fumogeni e torce. La peculiarità che all'inizio distingueva i Panthers da gli altri gruppi ultras, era il tipico modo di vestirsi con giacche cappelli e pantaloni militari. I Panthers risultano essere tra i gruppi ultras più longevi in Italia ancora attivi, avendo alle spalle più di 40 anni di storia. Altri gruppi storici sono gli Ultras Fano, Viking Fano, Gruppo giolla e Uomini di mare per citarne alcuni. Politicamente la curva del Fano si è sempre dichiarata apolitica e senza colori, "né rossa né nera", "Solo Granata".

Negli anni 80' e 90' all'apice dei migliori risultati conseguiti dalla squadra, il tifo fanese faceva registrare numeri di presenze molto alti, sia in casa sia in trasferta. In questi anni non sono mancati episodi di violenza, soprattutto nei vari derby con Vis Pesaro e Ancona, ma anche con tifoserie come Sambenedettese, Maceratese, Rimini, Gubbio e altre. Sicuramente da ricordare, fu la trasferta di Cremona nella stagione 80/81, dove il Fano si giocò l'accesso alla serie B. Quel giorno 2000 fanesi si spinsero fino a Cremona per vedere poi infrangere il loro sogno. Un'altra storica trasferta, fu quella di Ascoli nella stagione 94/95. I tifosi granata raggiunsero Ascoli in vista della finale play-off contro il Castel di Sangro in più di 3000, vedendo però ancora una volta, sfumare la possibilità di approdare in quell'anno in Serie C1. Altre trasferte storiche nell'arco degli anni 90' furono a San benedetto del Tronto, i derby con la Vis Pesaro, le trasferte ad Ancona, Fermo e Macerata. Anche fuori dalla regione marche il tifo granata ha sempre registrato numeri importanti come in Veneto, Toscana, Abruzzo, Emilia-Romagna e Umbria dove si gioca il derby con il Gubbio, sempre molto sentito da entrambe le compagini.

Negli ultimi anni nonostante i 10 campionati di Serie D disputati, un evidente calo di presenze allo stadio e diversi cambi di proprietà. La curva del Mancini ha sempre sostenuto la squadra con calore e presenza ben oltre le aspettative per un campionato non professionista. La permanenza nel campionato di Lega Pro da 5 anni consecutivi, ha riportato entusiasmo e giovani allo stadio e in curva. In questi anni i supporter del Fano si sono guadagnati rispetto nel mondo ultras e continuano, pur avendo conseguito negli ultimi anni scarsi risultati sul campo a seguire l'Alma numerosi e calorosi. L'attaccamento alla maglia e alla città, li contraddistingue tra i migliori ultras nel panorama marchigiano e di tutta la Lega Pro.


Gemellaggi e rivalitàModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Derby calcistici nelle Marche.

La tifoseria fanese contempla tre gemellaggi: con i supporters della Jesina[34] dal 1986. Con la tifoseria della Vadese dal 2002 e con la curva Mero del Ravenna dal 2004. Altri rapporti di amicizia sono con la Ternana, il più datato, con i tifosi del Carpi dal 2007, con gli olandesi del MVV dal 2009 e ultima di tempo quella con i ramarri del Pordenone. Da pochi anni c'è una reciproca stima con i tifosi del Parma.

La rivalità più importante è con la Vis Pesaro[35], con cui il Fano disputa il derby storico e provinciale. Altre degne di nota sono principalmente con Ancona[36] e quasi tutte le società nella provincia marchigiana.

Altre rivalità molto accese fuori dalla regione Marche sono il "derby" con il Gubbio, si segnano rivalità anche con Perugia, Rimini e Forlì.

OrganicoModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Alma Juventus Fano 1906 2019-2020.

RosaModifica

Dal sito internet ufficiale della società.[37]

N. Ruolo Giocatore
1   P Aniello Viscovo
2   D Riccardo Cargnelutti
4   C Alessandro Boccia
5   D Valerio Zigrossi
6   C Stefano Amadio
7   C Mhando Carte Said
8   C Gianluca Carpani
9   A Riccardo Barbuti
10   A Enrico Baldini
11   D Andrea De Vito
12   P Lorenzo Santarelli
13   A Mattia Morsucci
14   C Roberto Marino
15   D Pasquale Di Sabatino
16   C Luca Scimia
17   A Luigi Sarli
N. Ruolo Giocatore
18   C Samuele Parlati
19   D Niccolò Monti
20   A Thomas Montesi
21   A Ludovico Mainardi
22   P Gabriel Meli
23   D Alessandro Martella
24   C Simone Paolini
26   D Luca Bruno
27   A Vincenzo Ferrara
28   D Francesco Rillo
29   A Sebastiano Longo
  D Francesco Busini
  C Simone Isacco
  A Alessio Nepi
  A Matteo Pantaleoni

Staff tecnicoModifica

Dal sito internet ufficiale della società.[38][39]

Staff dell'area tecnica

NoteModifica

  1. ^ Giordano Novelli, Play out Girone B: Teramo e Fano si salvano, retrocedono Lumezzane e Forlì, su rivieraoggi.it, 29 maggio 2017.
  2. ^ La grande famiglia granata, su almajuventusfano1906.com.
  3. ^ a b c d e f g h i La storia, su almajuventusfano1906.com. URL consultato il 6 ottobre 2018.
  4. ^ Coppa Italia 1935-36, su enciclopediadelcalcio.it.
  5. ^ Fano accorto, un pari che conviene, su ilrestodelcarlino.it, 9 marzo 2009.
  6. ^ Serie D: la Pro Vasto nell'anticipo riapre il campionato. 2-0 alla capolista Fano [collegamento interrotto], su abruzzocalciodilettanti.it, 28 marzo 2009.
  7. ^ Per l'Alma un futuro di grandi prospettive, su fanosport.net, febbraio 2012.
  8. ^ Fano, che colpo: preso Mancini, su sportmediaset.mediaset.it, 23 gennaio 2012.
  9. ^ Fano, colpo "griffato": preso il figlio di mister Roberto Mancini, su marcheingol.it, 23 gennaio 2012.
  10. ^ Il 35enne Karel è il nuovo allenatore, su sportmediaset.mediaset.it, 20 marzo 2012.
  11. ^ Lega Pro: Fano, scoppola storica. Perde 6-0 con l'Alessandria!, su marcheingol.it, 2 settembre 2012.
  12. ^ Mentre viene celebrato Zeman il figlio perde la panchina del Fano, su corriere.it, 4 settembre 2012.
  13. ^ Il Fano precipita in Serie D: a Monza finisce 7-3, su ilrestodelcarlino.it, 12 maggio 2013.
  14. ^ Play-off Serie D, il Fano non sbanca il Monopoli: Alma fuori in semifinale, su ilrestodelcarlino.it, 10 giugno 2015.
  15. ^ Tim Cup amara per il Fano Il Feralpi Salò segna 5 reti, su sport.corriereadriatico.it, 2 agosto 2015.
  16. ^ L'Alma festeggia in spiaggia la vittoria dei Playoff, su occhioallanotizia.it, 23 maggio 2016.
  17. ^ Lega Pro, il Fano è stato riammesso. Ecco il suo girone, Il Resto del Carlino, 4 agosto 2016.
  18. ^ CUTTONE NUOVO TECNICO, su almajuventusfano1906.com, 23 gennaio 2017.
  19. ^ Fano-Forlì playout Lega Pro, una salvezza insperata quanto meritata, su sportpeople.net, 5 giugno 2017.
  20. ^ Esonerato mister Cuttone, su almajuventusfano1906.com, 4 novembre 2017.
  21. ^ Fano vince e si salva grazie a Lazzari, Il Resto del Carlino, 6 maggio 2018.
  22. ^ Fabio Brini è il nuovo allenatore dell'Alma, su almajuventusfano1906.com, 11 marzo 2019.
  23. ^ Girone B, il Fano vince ma retrocede in Serie D, su tuttoc.com, 5 maggio 2019.
  24. ^ Il Fano torna in carreggiata. Riammissione e poi la nuova squadra, su tuttoc.com, 6 luglio 2019.
  25. ^ E' arrivata l'attesa decisione,il Fano Calcio riammesso in serie C, su tuttocampo.it, 12 luglio 2019.
  26. ^ Gestito dalla Lega Nazionale Centro-Sud.
  27. ^ a b c d e Gestito dalla Lega Interregionale Centro.
  28. ^ La stagione successiva è ridenominata "Promozione".
  29. ^ Annuario 1974-75 della F.I.G.C. pag. 71.
  30. ^ Annuario 1980-81 della F.I.G.C. pag. 51, perché la serie C1 richiede obbligatoriamente il cambio in S.p.a.
  31. ^ CAMBIO DI DENOMINAZIONE SOCIALE (PDF), http://www.figc.it/, 2006. URL consultato il 18 aprile 2017 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  32. ^ Organigramma, http://www.almajuventusfano1906.com/. URL consultato il 9 luglio 2016.
  33. ^ Almanacchi illustrati del calcio.
  34. ^ Una serata d'altri tempi: Jesina-Fano, Serie D
  35. ^ Febbre da derby: al Benelli c’è Vis Pesaro-Fano. Le ultime su biancorossi e granata
  36. ^ FanoGranata, su fanogranata.altervista.org.
  37. ^ Prima squadra, http://www.almajuventusfano1906.com/. URL consultato il 9 luglio 2016.
  38. ^ Staff tecnico, http://www.almajuventusfano1906.com/. URL consultato il 9 luglio 2016 (archiviato dall'url originale il 16 giugno 2016).
  39. ^ Almanacco Illustrato del Calcio 2017, Panini Modena, 2016, p. 295.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica