Apri il menu principale
Antonio Budini
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Ritirato 1940
Carriera
Squadre di club1
1925-1927 non conosciuta Castelbolognese ? (?)
1927-1930 Triestina 11+ (1+)
1930-1932 Faenza ? (?)
1933-1935 L'Aquila 3+ (0+)
1935-1936 SPAL 8 (0)
1936-1937 Forlì ? (?)
1937-1939 Piacenza 39 (4)[1]
1939-1940 Olubra ? (?)
Carriera da allenatore
1950-1951Forlì
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Antonio Budini (Castel Bolognese, 4 gennaio 1907[2] – ...) è stato un calciatore e allenatore di calcio italiano, di ruolo attaccante.

Indice

CarrieraModifica

Dopo gli esordi nel Castelbolognese, nel 1927 passò alla Triestina, militante in Prima Divisione. Con gli alabardati rimase per tre stagioni, disputando un campionato di Divisione Nazionale e uno di Serie A, categoria nella quale esordì il 26 gennaio 1930 sul campo del Milan.

Quella presenza rimase l'unica nella massima serie, e l'ultima nella Triestina, che nel 1930 lo cedette al Faenza in Prima Divisione. Nella stagione successiva passò all'Aquila, dove rimase per quattro anni conquistando la promozione in Serie B al termine del campionato 1932-1933. Lasciato il capoluogo abruzzese, disputò un altro campionato di Serie B nelle file della SPAL, prima di scendere in Serie C con il Forlì e il Piacenza. Con la formazione piacentina disputò due stagioni da titolare nel ruolo di ala sinistra[3][4], sfiorando la promozione in Serie B nel campionato 1937-1938 concluso con la sconfitta nello spareggio-promozione con il Fanfulla. Nel 1939, posto in lista di trasferimento[5], passò all'Olubra, squadra di Castel San Giovanni di Prima Divisione[6].

Dopo la guerra torna al Forlì come allenatore, nella stagione 1950-1951[7]

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica

L'Aquila: 1933-1934

NoteModifica

  1. ^ 40 (4) se si considera spareggio contro il Fanfulla
  2. ^ Dato fornito dall'anagrafe di Castel Bolognese. Tutte le pubblicazioni sportive riportano 4 gennaio 1909.
  3. ^ Rosa 1937-1938 storiapiacenza1919.it
  4. ^ Rosa 1938-1939 storiapiacenza1919.it
  5. ^ Elenco dei giocatori italiani autorizzati a cambiare società nell'anno 1939-40, Il Littoriale, 8 agosto 1939, pag.5
  6. ^ Acquisti e cessioni 1939-1940 storiapiacenza1919.it
  7. ^ A spese del capolista Forlì s'inizierà la riscossa del Piacenza?, Libertà, 21 gennaio 1951, pag.3

Collegamenti esterniModifica