Apri il menu principale
Attilio Gregori
Verona Football Club 1991-92.jpg
Gregori (in piedi, primo da sinistra) al Verona nella stagione 1991-1992
Nazionalità Italia Italia
Altezza 182 cm
Peso 82 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Portiere
Ritirato 2003 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1983-1984 Roma 0 (0)
1984-1985 Reggiana 22 (-22)
1985-1987 Roma 0 (0)
1987-1990 Genoa 92 (-63)
1990-1995 Verona 170 (-192)
1995-1996 Udinese 10 (-18)
1996 Verona 9 (-18)
1996-1998 Venezia 57 (-56)
1998-1999 Siena 7 (-10)
1999-2001 Bari 6 (-8)
2000-2001 Savoia 13 (-18)[1]
2002-2003 Lodigiani 21 (-19)
Nazionale
1987 Italia Italia U-21 1 (0)
Carriera da allenatore
2003-2004 Terracina
2006-2007 Ostia Mare
2008-2009 Monterotondo
2009-2010 Terracina
2011-2012 Lupa Frascati
2012-2013 Ostia Mare
2014 Viterbese Castrense
2015 Viterbese Castrense
2019-Monterotondo
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Attilio Gregori (Monterotondo, 4 ottobre 1965) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo portiere, attuale tecnico del Monterotondo.

BiografiaModifica

È fratello di Massimo, anche lui calciatore.

Il 26 gennaio 2016, negli atti del blitz della procura distrettuale di Roma relativo ad un'inchiesta sui videopoker intitolato "Imitation game", emerge che nel 2012 Gregori è stato minacciato di morte telefonicamente da un esattore della malavita romana per un debito di gioco.[2]

Caratteristiche tecnicheModifica

Portiere abile con i piedi al punto da spingersi in attacco, palla al piede, il 20 gennaio 1991 durante Messina - Verona e calciare e sbagliare un rigore in Verona - Venezia il 30 maggio 1993.[3]

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

Ha militato in varie squadre professionistiche italiane, giocando pure numerose partite in serie A difendendo la porta di Genoa, Hellas Verona, Udinese e vinto la Coppa Italia 1985-1986 difendendo da titolare la porta della Roma.

Vanta una presenza in Nazionale Under-21.

In carriera ha segnato una rete su punizione nella gara di Serie C2 Lodigiani-Frosinone.[4]

AllenatoreModifica

Nella stagione 2008-2009 è stato allenatore del Monterotondo, in Serie D, venendo esonerato dopo 15 giornate.

Nella stagione 2011-2012 ha allenato la Lupa Frascati concludendo la stagione al secondo posto ma portando la squadra in Serie D dopo tre anni vincendo tutte le partite dei play-off. Nell'estate 2012 si ritrova senza squadra. Il 16 ottobre viene ingaggiato dall'Ostiamare in sostituzione dell'esonerato Paolo Caputo. Dopo appena due allenamenti diretti con i biancoviola lascia per contrasti con la dirigenza. Nel dicembre 2012 viene richiamato alla guida della Lupa Frascati. Alla fine della stagione, con i playoff alle porte, il tecnico viene allontanato dal presidente Cerrai.

Dal febbraio 2014 viene chiamato a sostituire il dimissionario Solimina alla Viterbese Castrense in Eccellenza Lazio, riuscendo a portare i gialloblu alla promozione in Serie D, convincendo così la società a confermarlo per la stagione successiva. In Serie D però, causa un inizio non esaltante, viene esonerato dopo cinque giornate di campionato. Nel finale di stagione viene richiamato, sostituendo Maurizio Ianni, per condurre la squadra durante i play-off, in cui dopo le vittorie contro Olbia e Poggibonsi, i giallublu vengono eliminati ai rigori dal Taranto.

A febbraio 2019 si rimette in pista, diventando il nuovo tecnico del Monterotondo, in Eccellenza laziale dopo l'esonero di Claudio Solimina.

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

Competizioni nazionaliModifica

Roma: 1983-1984, 1985-1986
Genoa: 1988-1989

AllenatoreModifica

Competizioni regionaliModifica

Viterbese Castrense: 2013-2014 (girone A)

NoteModifica

  1. ^ Calvelli, Lucibelli, Schettino, p. 624.
  2. ^ Minacce di morte per un ex portiere della Roma molto famoso: cosa è successo, su liberoquotidiano.it, 26 gennaio 2016. URL consultato il 26 gennaio 2016.
  3. ^ E Gregori andò sul dischetto «Lo calcio io !», su larena.it, 23 settembre 2009. URL consultato il 26 gennaio 2016.
  4. ^ Gregori, gol alla Chilavert, su archiviostorico.corriere.it, 25 novembre 2002. URL consultato il 26 gennaio 2016.

BibliografiaModifica

  • Chrystian Calvelli, Giuseppe Lucibelli; Raffaele Schettino, Savoia storia e leggenda dall'Oncino al Giraud, Gragnano, Stampa Democratica '95, dicembre 2000.

Collegamenti esterniModifica