Atto di accusa

film del 1950 diretto da Giacomo Gentilomo
Atto di accusa
Atto di accusa.jpg
Karl Ludwig Diehl e Lea Padovani in una scena
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia
Anno1950
Durata99 min
Dati tecniciB/N
rapporto: 1,37:1
Generedrammatico, sentimentale
RegiaGiacomo Gentilomo
SoggettoSilvana Magnoni
SceneggiaturaGiacomo Gentilomo, Franco Brusati, Gaspare Cataldo, Ezio D'Errico
ProduttoreErmanno Donati, Luigi Carpentieri
Casa di produzioneL'Athena Cinematografica
Distribuzione in italianoCei-Incom
FotografiaAlvaro Mancori
MontaggioOtello Colangeli
MusicheCarlo Rustichelli
ScenografiaAlberto Boccianti, Gastone Medin
CostumiDina Di Bari
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali

Atto di accusa è un film del 1950 diretto da Giacomo Gentilomo.

TramaModifica

Renato e Irene si incontrano di nascosto in casa di una sarta. Lui è stato per anni prigioniero in Russia e lei, credendolo morto si è sposata con Ruska, un vecchio avvocato. Nel tentativo di sorprendere gli amanti Ruska si presenta in casa della sarta ma uccide la donna. Purtroppo una vicina vede uscire dalla casa solo Renato che quindi viene accusato del delitto. Ruska uccide anche la vicina e fa in modo che anche questo delitto venga attribuito a Renato che decide di costituirsi e farsi difendere proprio dal rivale, sapendolo colpevole.

ProduzioneModifica

La pellicola è appartenente al filone drammatico-sentimentale, detto popolarmente strappalacrime (poi ribattezzato neorealismo d'appendice dalla critica), molto in voga tra il pubblico italiano negli anni del secondo dopoguerra (1945-1955).

DistribuzioneModifica

Il film venne distribuito nel circuito cinematografico italiano il 4 novembre del 1950.

Venne poi distribuito anche in Francia, a partire dal 16 gennaio 1952 con il titolo Acte d'accusation.

Venne distribuito anche nei paesi anglofoni con il titolo The Accusation.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema