Avanti a lui tremava tutta Roma

film del 1946 diretto da Carmine Gallone
Avanti a lui tremava tutta Roma
Paese di produzioneItalia
Anno1946
Durata88 min
Dati tecniciB/N
Generedrammatico, sentimentale, guerra, musicale
RegiaCarmine Gallone
SoggettoCarmine Gallone
SceneggiaturaCarmine Gallone, Gherardo Gherardi, Gaspare Cataldo
Casa di produzioneExcelsa Film
Distribuzione in italianoMinerva Film
FotografiaAnchise Brizzi
MontaggioNiccolò Lazzari
MusicheGiacomo Puccini, dirette da Luigi Ricci con la supervisione di Renzo Rossellini
ScenografiaGastone Medin
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali
Elisabetta Barbato: Ada/Tosca (canto)

Avanti a lui tremava tutta Roma è un film del 1946 diretto da Carmine Gallone.

Gli interpreti principali sono Anna Magnani, Gino Sinimberghi e Tito Gobbi. Le parti liriche di Anna Magnani sono doppiate da Elisabetta Barbato.

TramaModifica

Ada e Marco sono due cantanti lirici, fidanzati e compagni di lavoro. Fanno parte della resistenza romana durante l'occupazione tedesca della capitale. Marco nasconde nei sotterranei della sua villa di campagna un paracadutista inglese, che tiene le comunicazioni con gli alleati. I movimenti di Marco all'interno e all'esterno della villa insospettiscono Ada, che pensando ad un tradimento del fidanzato ne parla con un ufficiale tedesco: costui, scoperta la verità, fa circondare il teatro per arrestare Marco.

Nel frattempo nel teatro si svolge la rappresentazione della Tosca di Giacomo Puccini; i tedeschi decidono di attendere la fine dell'opera prima di eseguire gli arresti. Da questo momento la lirica e gli avvenimenti attuali si intersecano uno nell'altro sino alla fucilazione di Marco (Cavaradossi), che sarà fatto fuggire all'interno di una botola da parte dei macchinisti del palcoscenico. Il film si conclude con l'arrivo degli Alleati.

ProduzioneModifica

Il film rientra nel filone dei melodrammi sentimentali, comunemente detto strappalacrime, molto in voga tra il pubblico italiano negli anni del secondo dopoguerra (1945-1955), in seguito ribattezzato dalla critica con il termine neorealismo d'appendice.

DistribuzioneModifica

Il film venne distribuito nelle sale cinematografiche a partire dal 2 ottobre del 1946.

Manifesti e locandineModifica

I manifesti del film, per l'Italia, furono realizzati dal pittore cartellonista Rinaldo Geleng.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema