Blue Air

Blue Air
Logo
YR-BMB BCN (24440032401).jpg
StatoRomania Romania
Fondazione2004 a Bucarest
Sede principaleBucarest
SettoreTrasporto
Prodotticompagnia aerea
Fatturato900 milioni di € (2018)
Utile netto80,5 milioni (2018)
Dipendenti5000 (2019)
Slogan«Smart flying»
Sito webwww.flyblueair.com
Compagnia aerea a basso costo
Codice IATA0B
Codice ICAOBLA
Indicativo di chiamataBLUE AIR
Primo volo2004
Hub
Frequent flyerMyBlue, Corporate (per le aziende)
Flotta22 (nel 2020)
Destinazioni80+ (nel 2020)
Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia

Blue Air è una compagnia aerea a basso costo rumena nata nel 2004. I suoi hub sono l'Aeroporto Internazionale di Bucarest Otopeni (OTP), l'Aeroporto Internazionale di Torino Caselle (TRN) e l'aeroporto Internazionale "George Enescu" di Bacau.[senza fonte]

Boeing 737-400 con la livrea mantenuta fino al 2009.
Boeing 737-400 con la livrea mantenuta fino al 2014.
Boeing 737-400 all'Aeroporto di Londra-Luton con la livrea attuale.
Boeing 737-500 durante un atterraggio all'Aeroporto di Roma-Fiumicino.
Boeing 737-800 con la livrea attuale.

Codici congiunti (Code Sharing)Modifica

Alcune delle tratte di Blue Air sono frutto di accordi di code-sharing con altri vettori.

StoriaModifica

Nata il 13 dicembre 2004, Blue Air è la prima compagnia rumena costituita al 100% da capitale privato.[1] Dopo quasi 9 anni di attività, il 12 aprile 2013, la direzione di Blue Air ha annunciato che la compagnia aerea era in vendita.[2] Il 17 maggio successivo la società è stata acquistata da quattro azionisti rumeni e le operazioni di volo di Blue Air Transport Aerian SA sono state trasferite a Blue Air - Airline Management Solution SRL, una nuova società.

Il 19 gennaio 2016 è diventata membro ufficiale della IATA (International Air Transport Association), la più grande organizzazione internazionale di compagnie aeree.[3]

Nel 2018 ha ottenuto il premio TripAdvisor Travelers Choice for Airline Award per essere nella top 3 delle low-cost europee con le recensioni più positive.[4]

FlottaModifica

A febbraio 2020 la flotta Blue Air conta 22 aeromobili e risulta composta come segue:[5][6]

Aeromobile In flotta Ordini Passeggeri Note
Boeing 737-300 2 141 In dismissione.
Boeing 737-400 2 170
Boeing 737-500 6 126
Boeing 737-800 12 189 YR-BMH in livrea speciale "City of Liverpool"[7].
Boeing 737 MAX 8 8 N/A Consegne sospese.
Totale 22 8

Basi e future espansioniModifica

Le basi operative della compagnia aerea sono: Bacau, Bucarest-Otopeni, Cluj-Napoca, Larnaca, Iasi e Torino-Caselle.

In totale, nel 2015, Blue Air ha operato su 38 destinazioni che aumenteranno a 66 entro il 2016.[8]

Nel 2015 la compagnia ha trasportato per la prima volta 2 milioni di passeggeri durante l'anno.[9]

Nel 2016 la compagnia ha trasportato 3,59 milioni di passeggeri, pari ad una crescita del 165% rispetto al 2014.[10]

Dal 9 Novembre 2017 al 17 Aprile 2019 ha operato in regime di continuità territoriale dall'aeroporto di Alghero verso Roma Fiumicino.[11]

Nel 2017 Blue Air ha trasportato 5,06 milioni di passeggeri.[12]

Dal 2018 sarebbero dovuti essere attivi 7 nuovi voli dall'aeroporto di Brno per Milano, Roma, Barcellona, Bruxelles e Leopoli attivi tutto l'anno e gli estivi Spalato e Dubrovnik. Questi nuovi voli sarebbero dovuti essere gestiti da una nuova società che vede Blue Air come socio di maggioranza al 65% e la regione della Moravia Meridionale con una quota del 35%.[13] La partnership però non si è concretizzata.

A causa della messa a terra globale della flotta 737 MAX gli 8 veivoli ordinati non sono stai consegnati[14]

Check-In e Luggage PolicyModifica

Il servizio di check-in on line non è ancora disponibile per i voli in partenza da Constanza, Lisbona, Palma di Maiorca e Timisoara e non è disponibile per i voli da e per il Regno Unito, a causa delle misure di sicurezza addizionali.[15]

Per tutti i voli è comunque possibile fare il check-in in aeroporto gratuitamente, prima della partenza.

La compagnia dà la possibilità al momento dell'acquisto di scegliere a pagamento o gratuitamente il posto a sedere, altrimenti viene assegnato in modo casuale e gratuitamente.

È permesso portare a bordo un bagaglio a mano da 10 kg e di dimensioni massime di 55 cm x 40 cm x 20 cm, che può essere controllato al gate tramite un baggage gauge[16]

Su molte delle tratte servite della compagnia la tariffa include snack e drink a bordo, questo fa della Blue Air l'unica compagnia aerea a basso costo ad offrire attualmente questo servizio.[17]

NoteModifica

  1. ^ Blue Air festeggia il Torino-Catania Archiviato il 3 novembre 2014 in Internet Archive..
  2. ^ Compania aeriană Blue Air, scoasă la vânzare
  3. ^ IATA-Current Airline Members.
  4. ^ Singapore Airlines named best airline in the world in TripAdvisor Awards, with the UK's Jet2.com and Virgin Atlantic top in Europe in the 'budget' and 'major carrier' categories
  5. ^ https://www.planespotters.net/airline/Blue-Air
  6. ^ Blue Air - La flotta | Boeing aerei, su www.blueairweb.com. URL consultato il 16 febbraio 2020.
  7. ^ Special colors, su planespotters.net.
  8. ^ Blue Air: 23 de rute noi in orarul de vara 2016, zboruri din Cluj, noutati flota.
  9. ^ Blue Air ha superato i 2 mln di passeggeri nel 2015 Archiviato il 21 marzo 2016 in Internet Archive..
  10. ^ Romanian airline Blue Air plans to carry over 4 mln passengers in 2017, su romania-insider.com.
  11. ^ Ct1, regolari le offerte di Meridiana e Blue Air su Olbia ed Alghero - Regione Autonoma della Sardegna, su www.regione.sardegna.it. URL consultato il 4 agosto 2017.
  12. ^ Blue Air a transportat în 2017 peste 5 milioane de pasageri
  13. ^ (CS) Brněnské letiště zažije největší expanzi v historii. Rumunský Blue Air otevře sedm linek, in Zdopravy.cz, 14 dicembre 2017. URL consultato il 15 dicembre 2017.
  14. ^ Brněnské letiště stále čeká na probuzení, plán s Rumuny skončil fiaskem, su iDNES.cz, 23 marzo 2018. URL consultato il 23 marzo 2018.
  15. ^ open.maxitours.be Archiviato il 3 novembre 2014 in Internet Archive..
  16. ^ bagaglioamano.org
  17. ^ Blue Air - Il cibo a bordo| Blue Bistro | Snack gratuito, su www.blueairweb.com. URL consultato il 27 agosto 2019.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica