Braccialetti rossi

serie televisiva
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Braccialetti rossi (disambigua).

Braccialetti rossi è una serie televisiva andata in onda su Rai 1 dal 26 gennaio 2014 al 1 dicembre 2016, remake della serie televisiva spagnola Polseres vermelles.

Braccialetti rossi
Braccialetti Rossi (TV series) logo.jpg
Logo della serie
Titolo originaleBraccialetti rossi
PaeseItalia
Anno2014-2016
Formatoserie TV
Generedramma adolescenziale, commedia drammatica, sentimentale, medico
Stagioni3
Episodi19
Durata100 minuti (episodio)
Lingua originaleitaliano
Rapporto16:9
Crediti
RegiaGiacomo Campiotti
SceneggiaturaGiacomo Campiotti, Sandro Petraglia, Fidel Signorile
Interpreti e personaggi
MusicheStefano Lentini e Niccolò Agliardi
ProduttoreCarlo Degli Esposti
Produttore esecutivoGuido Simonetti
Casa di produzionePalomar, Rai Fiction, Apulia Film Commission
Prima visione
Dal26 gennaio 2014
Al1 dicembre 2016
Rete televisivaRai 1
Rai Gulp
Opere audiovisive correlate
OriginariaPolseres vermelles
AltreRed Band Society

TramaModifica

La serie parla di un gruppo di adolescenti e pre-adolescenti che, costretti a stare in una struttura ospedaliera per varie malattie, formano una solida amicizia, ed un gruppo: I Braccialetti Rossi per farsi forza, e cercare di sorridere anche in una situazione come quella di vivere in un ospedale.

Prima StagioneModifica

La serie racconta le vicende dei Braccialetti Rossi, un gruppo di ragazzi ricoverati in ospedale per varie malattie, che legheranno i 5 ragazzi ancora di più. Leo, il leader, regala a ogni componente un braccialetto di colore rosso (per poi ripetere : Watanka, che diventerà la parola simbolo del gruppo), che aveva ricevuto in occasione dei suoi interventi e che diventano il simbolo del loro gruppo. A introdurre la vicenda è Rocco l'imprescindibile, un bambino di 11 anni che da otto mesi è in coma. Leone detto Leo, un ragazzo sedicenne a cui, a causa di un tumore, gli è stata amputata una gamba ma, nonostante tutto, è un ragazzo solare e sarcastico che cerca di combattere la sua malattia nel miglior modo possibile. Quel giorno, nell'ospedale entra Valentino, detto Vale, il vice leader che sarà il compagno di stanza di Leo; per un tumore anche lui dovrà sottoporsi a un intervento per l'amputazione di una gamba. Vale è un ragazzo timido e riservato, che ama il surf e la pittura. C'è un nuovo compagno di stanza anche per Rocco, Davide, il bello, un ragazzino di quattordici anni che si trova lì perché è svenuto durante una partita di calcio. All'inizio sembra un bullo, inasprito dal fatto che suo padre sfoga i problemi di lavoro urlando contro di lui, mentre il ragazzo va d'accordo con la nuova moglie dell'uomo, ma in fondo anche Davide ha il suo lato buono. Nello stesso giorno arriva anche un altro ragazzino, Antonio detto Toni il furbo, che ha avuto un incidente mentre provava una moto di nascosto, nell'officina del nonno. Nel frattempo Leo, dopo aver fatto amicizia con Vale, conosce Cristina, detta Cris, la ragazza di diciotto anni che soffre di anoressia. Il giorno in cui Vale arriva all'ospedale, lui e Leo vanno a spiarla e, dopo che la ragazza li ha scoperti, i due le propongono di fare una festa per l'addio alla gamba di Vale e lei accetta. La sera Cris va in camera dei ragazzi e i due fanno l'ultimo ballo, abbracciati, capendo di provare qualcosa l'uno per l'altra, anche se in seguito Cris sarà indecisa tra lui e Leo, scegliendo alla fine quest'ultimo.

Nella quarta puntata Davide, che col tempo è diventato più dolce, subisce un'operazione al cuore che non va a buon fine, e muore. Gli altri ragazzi, ignari di tutto, stanno festeggiando il compleanno di Leo. Toni grazie all'aiuto di Rocco riesce a parlare con Davide un'ultima volta. Questi gli chiede di dire ai ragazzi che lui starà bene e che non avrebbe mai immaginato di trovare amici speciali come loro. Toni corre dagli altri Braccialetti per annunciare la morte del loro amico. Nella penultima puntata, Leo, Vale, Cris e Toni chiedono alla dottoressa Lisandri di poter andare al funerale del loro amico, ma lei non può permettere che dei pazienti minorenni escano dall'ospedale. Grazie alla loro forza d'animo e all'aiuto di alcuni infermieri, i giovani protagonisti arrivano in chiesa e danno l'addio a Davide. Alcuni giorni dopo, Vale, Cris e Toni vengono dimessi e devono far ritorno a casa, dopo essersi salutati con il loro motto, "Watanka!". Leo, incoraggiato da Vale, va da Cris e le sussurra all'orecchio "Ti amo". La stagione finisce con Rocco che si risveglia, e con l'inizio ufficiale della relazione tra Leo e Cris.

Seconda StagioneModifica

Dopo le vicende della prima stagione, il gruppo dei Braccialetti Rossi sembra essersi sciolto: sono rimasti in ospedale solo Leo e Rocco, mentre Cris, Vale e Toni sono stati dimessi. Davide, spirito che solo Toni può vedere e sentire, continua a prendersi cura dei suoi amici. Non riesce ad accettare che i ragazzi, anche per via della sua morte, abbiano sciolto un legame tanto speciale e farà di tutto per riuscire a riunirli.

Nel frattempo in ospedale arrivano nuovi pazienti:

  • Nina è una ragazza ribelle che viene ricoverata per un tumore al seno: troverà la forza per affrontare le sue paure grazie a Leo, con cui creerà un legame molto speciale, arrivando a scambiarsi un bacio, che farà ingelosire Cris.
  • Chicco è un giovane ragazzo filippino che, mettendosi alla guida del motorino da ubriaco, ha investito involontariamente una sua compagna di classe, Beatrice, che ora si trova in coma nello stesso ospedale.
  • Beatrice, detta Bea, stringerà un legame speciale con Rocco, che è l'unico del gruppo che davvero può capirla essendo passato da quella situazione di limbo tra la vita e la morte.
  • Flaminia, detta Flam, una bambina cieca che anima le vicende della serie e che, nonostante abbia solo sei anni, riesce a dare a tutti, e in particolare a Chicco, delle grandi lezioni di vita. Infatti, tra i due si stringerà subito una grande amicizia: si aiuteranno a vicenda ad affrontare le loro difficoltà, la paura di Chicco per il suo gesto irresponsabile che ha portato Bea in coma e quella di Flam di affrontare un difficile intervento che le potrebbe ridare la vista.

Chicco insegnerà a Flam a sentire i colori, grazie all'utilizzo del tatto e dell'olfatto servendosi degli alimenti presenti nella cucina dell'ospedale, mentre la piccola gli insegnerà come vede lei, mettendo al primo posto il cuore. Lei è, infatti, l'unica a capire che Chicco ha un animo buono e che si è pentito per il gesto commesso, e lo aiuterà, insieme a Rocco, a chiedere perdono a Bea. Proprio le sue scuse permetteranno alla ragazza di svegliarsi, nello stupore generale di medici e pazienti. Chicco, a sua volta, aiuterà Flam a riprendersi dopo aver scoperto che l'importante operazione non ha dato i frutti sperati e che, per ora, non potrà ancora vedere.

Nel frattempo, il leader Leo continua a frequentare Cris e il loro rapporto è diventato più intenso. Il ragazzo finalmente sta per essere dimesso dall'ospedale e progetta il suo futuro con la sua amata, alla sua festa dei 18 anni però, gli viene però riferito che ha un nuovo tumore al cervello. Decide di nascondere la verità a Cris per non farla nuovamente soffrire, e la lascia con la scusa di non amarla più, fingendo di amare Nina. La ragazza però si dispera, e pur di stargli vicino finge di ricadere nei suoi problemi di alimentazione facendosi di nuovo ricoverare. Quando si rende conto che la finzione non sta dando i risultati sperati, cerca di fuggire dall'ospedale uscendo dalla finestra, ma cade e rischia di morire a seguito del trauma cranico riportato, provocando dei sensi di colpa in Leo.

Vale, vedendo i suoi amici litigare per un malinteso, riferisce a Cris la verità, e lei, dopo un momento di sconforto per la notizia, corre dal suo amato dicendosi intenzionata a sostenerlo. Vale rifiuta di effettuare i dovuti controlli per paura che gli venga diagnosticato nuovamente un tumore, abbandonando di fatto gli amici, perciò Leo lo caccia dal gruppo. In seguito, trova il coraggio di fare il controllo venendo perdonato dal leader.

Nel frattempo, Toni, l'unico che ancora crede a pieno nei Braccialetti Rossi, decide di diventare aiuto infermiere, sia per poter stare vicino al nonno, che dovrà essere ricoverato per un'operazione, sia per poter stare vicino a Leo e a Rocco.

La vita dei Braccialetti è scossa da una brutta notizia: Nicola, ha avuto un infarto, ed è in fin di vita, prima di morire, chiede a Leo di recarsi all'isola di San Nicola per portare un anello e una lettera alla sua amata: Bianca.

Durante la festa di compleanno di Leo arrivano i risultati delle analisi sue e di Vale: quest'ultimo è perfettamente guarito, mentre il tumore del leader è particolarmente grave e gli lascia pochissime speranze di sopravvivere. Leo disperato si arrende all'idea di morire, e così decide di farsi dimettere dall'ospedale per adempiere alle ultime volontà di Nicola, venendo seguito da : Cris, Vale, Toni e il fantasma di Davide, Rocco invece, ha deciso di non andare con i suoi amici, perché i medici dovevano decidere se operare o no Bea. Leo non ha detto ai suoi amici la verità sul tumore, infatti il ragazzo, ha deciso di rivelare le sue critiche condizioni di salute solo a Nina.

Giunti a San Nicola, i Braccialetti si imbucano a una festa. Toni incontra una ragazza di nome Mela, che gli fa un enorme succhiotto che tutti notano, Leo e Cris invece, fanno sesso per la prima volta. Nina non riesce a mantenere il silenzio e confessa a Vale la gravità della malattia di Leo, Vale ha già intuito le intenzioni del Leader. Il giorno dopo, Leo si reca da Bianca, la quale gli mostra il punto nella scogliera in cui dovrebbe spargere le ceneri di Nicola. Compiuta la missione, Leo sta per salpare da solo in canoa deciso ad aspettare la morte, il ragazzo però, viene fermato dai suoi amici incitati da Davide. I Braccialetti Rossi si stringono intorno al loro Leader, convincendolo a tornare in ospedale per lottare ancora una volta contro il cancro.

Terza StagioneModifica

Dopo le vicende della seconda stagione, Leo ha deciso di tornare in ospedale per dare ai suoi dottori la possibilità di guarire il suo cancro al cervello. Durante questo lungo periodo, oltre ad essere affiancato dai Braccialetti Rossi, fa la conoscenza di un uomo che vedrà portare dei fiori presso la tomba di sua madre. Mentre inizialmente egli pensa che si tratti di un amante della donna, solo verso la fine scopre che l'uomo misterioso, vestito con una divisa da Generale, non è altro che suo nonno, il quale, essendo stato contrario al matrimonio tra sua figlia e il fidanzato di quest'ultima (il padre di Leo), è diventato insensibile nei confronti del mondo intero, aveva anche deciso di non rispondere più alle lettere che riceveva da sua figlia. Dopo questa scoperta, Leo decide di affrontare suo nonno. Solo grazie alla grande personalità di questo ragazzo, il Generale, che si rende conto di non essere mai stato affrontato e accusato da nessuno con tanta determinazione, riesce a convertirsi e a cambiare idea nei confronti della sua famiglia e di Leo.

Inoltre Leo avrà sempre come forte punto di riferimento : Cris, la quale, dopo che i due hanno fatto l'amore sulla spiaggia dell'isola di Nicola, è rimasta incinta, egli partorirà sull'isola. Dopo un veloce e gioioso matrimonio, i due giovani danno vita alla loro famiglia. Il figlio comporta a Cris il pagamento di un caro prezzo, perché la costringe a mettersi contro i suoi genitori, i quali, sono come sempre, contrari alla sua volontà, al contrario, sua sorella Carola, alla fine cambia il suo modo di pensare, e riesce a comprendere sua sorella. Cris decide già dall'inizio di tenere il bambino che porta in grembo, perché lo considera l'unico ricordo che avrà di Leo se quest'ultimo dovesse morire in seguito al cancro.

La vita di Leo, comunque, subisce un profondo e intenso cambiamento anche da questo punto di vista, il cancro al cervello, infatti, sarà definitivamente eliminato grazie ad un intervento della Dottoressa Lisandri subito dopo il suo matrimonio con Cris. Questo cancro, contro cui Leo combatte duramente nel corso di tutta la sua adolescenza, sarà rappresentato, nel limbo tra la vita e la morte, da un feroce leone.

Vale, il vice leader, ormai guarito dal cancro, riesce a trovare una ragazza al di fuori dell'ospedale, il suo nome è : Bella. Questa ragazza, di cui egli s’innamora e con cui vivrà anche la sua prima volta, si sentirà inizialmente a disagio nei confronti del ragazzo, sia perché egli dà, secondo il suo parere, un'eccessiva importanza ai suoi amici piuttosto che a lei come fidanzata, sia perché sarà coinvolta nel contesto dove Vale ha vissuto per molto tempo, cioè l'ospedale. Tuttavia, la conoscenza dei Braccialetti Rossi avrà pian piano un effetto positivo nella vita di Bella, la quale imparerà ad amare il suo ragazzo con tutta se stessa, e ad approfondire varie amicizie e relazioni che solo la malattia fisica rende speciali. Il ruolo di Vale in questa stagione, dunque, è fortemente importante per tutti i ragazzi dell'ospedale, specialmente per Nina e Cris, che saranno appunto aiutate da Vale in vari momenti di crisi e di scoraggiamento.

Nina, la ragazza che compare nella seconda stagione alla quale è stato diagnosticato un tumore al seno, si prende una cotta per un nuovo chirurgo, il Dottor Pietro Baratti, uomo affascinante ma anche duro di cuore. Proprio in seguito alla conoscenza di Nina, il suo animo lo trasformerà in una persona forte, coraggiosa, e sensibile nei confronti dei pazienti dell'ospedale. Nina, comunque, comprenderà che la storia d'amore con questo dottore è impossibile per via dell'enorme differenza d'età. Tuttavia, la sua presenza sarà fondamentale anche per un nuovo ragazzo, Bobo, che entra nell'ospedale per effettuare un trapianto di cuore. Anch'egli, inizialmente duro e insensibile, diventa un ragazzo dolce e sensibile grazie alla conoscenza con i Braccialetti Rossi, di cui poi diventerà un membro. Comunque, egli riuscirà a strappare un bacio da Nina, di cui s’innamorerà, anche se tale storia d'amore avrà un finale inaspettato : infatti, durante un viaggio verso l'isola di Nicola, al quale prendono parte : Vale, Cris e Nina, quest'ultima batte la testa su uno scoglio mentre si tuffa in acqua per salvare Cris, dopo che la ragazza aveva avuto dei crampi causati dalla gravidanza. Nonostante Cris sia salva, Nina entra in un coma da cui non si risveglierà mai più. Nonostante, il suo cuore continui a battere infatti, il suo cervello non risponde più a nessuno stimolo. Prima di morire, però, Nina riesce, attraverso l'aiuto di Davide e Toni, a far capire al Dottor Baratti la sua intenzione di donare il suo cuore a Bobo, il ragazzo, infatti, sarà operato subito dopo e riuscirà a guarire dalla sua malattia grazie al cuore di Nina, che batte dentro di lui. Anche la madre di Bobo, Vanessa, donna giovane e affascinante, si prenderà una cotta per il dottore, e sarà proprio la sua presenza a creare un rapporto di complicità tra il dottore e suo figlio. Nina, prima di morire, avrà modo di entrare in contatto con i suoi genitori anche se in maniera del tutto inaspettata, poiché a loro insaputa, scopriranno della malattia della loro figlia solo a causa di uno stratagemma che sarà smascherato dai vari inconvenienti e dalle diverse circostanze della vita.

Flam, la bambina cieca che era comparsa nella Seconda Stagione, viene a conoscenza di un segreto che avrà un esito molto positivo nella sua vita: all'inizio della stagione, infatti, scopre di avere una sorellastra paterna maggiore, Margi, figlia che suo padre ha avuto con la sua prima moglie. La ragazza, il cui nome è Margherita, conosce per la prima volta la sua sorellastra in ospedale, tra le due, si crea subito, un legame fraterno a tutti gli effetti. La ragazza, inoltre, permette a Flam di guarire definitivamente dalla cecità, facendo trapiantare le sue cellule staminali nel corpo della bambina, Margi così, può permettere ai dottori di proseguire l'operazione agli occhi, che avrà alla fine, esito positivo. Flam è aiutata, come nella Seconda Stagione, da Chicco, il quale, essendo profondamente affezionato alla bambina, sarà per lei una vera e propria guida di riferimento fraterno: non a caso, il ragazzo l'aiuta a sfruttare al meglio il dono della vista, attraverso la scoperta dei colori.

Margi s’innamora di Bobo, il quale inizialmente non sarà attratto da lei, avendo una cotta per Nina. Tuttavia, pian piano, il suo amore nei confronti di Bobo verrà corrisposto grazie alla sua passione per la fotografia, poiché egli, vedendo le foto scattate per lui da Margi, si sentirà profondamente compreso e capito dalla ragazza.

Toni, invece, lavora in ospedale, mentre suo nonno è ricoverato lì, sarà come sempre il messaggero di Davide, il solo tramite tra il ragazzo e il resto dei suoi amici. Grazie a questa dote, Toni comprenderà le intenzioni di Davide e soprattutto permetterà ai genitori di Nina di comprendere che la loro figlia desidera donare il proprio cuore a Bobo dopo la sua morte. Inoltre Toni, riuscirà a esprimere il proprio amore a Mela, la ragazza che egli stesso conosce insieme ai suoi amici sull'isola di Nicola nella fine della Seconda Stagione e che ritorna in ospedale in seguito ad un intervento all'appendice.

EpisodiModifica

Stagione Episodi Prima TV
Prima stagione 6 2014
Seconda stagione 5 2015
Terza stagione 8 2016

Personaggi e interpretiModifica

  Lo stesso argomento in dettaglio: Personaggi di Braccialetti rossi.

ProduzioneModifica

Braccialetti Rossi è la versione italiana della serie spagnola Polseres vermelles, ispirata alla storia vera dello scrittore spagnolo Albert Espinosa che, malato di cancro per dieci anni, è riuscito a guarire, raccontando poi la sua esperienza in un libro[1].

La serie ha avuto tre stagioni, per un totale di 19 episodi. La prima stagione, composta da 6 episodi, è andata in onda dal 26 gennaio al 2 marzo 2014 mentre la seconda, composta da 5 episodi, dal 15 febbraio al 15 marzo 2015. Il 18 marzo 2016 invece si sono concluse le riprese della terza stagione[2], composta da 8 nuovi episodi, che sono stati trasmessi a partire dal 16 ottobre 2016[3], con la conferma di tutto il cast e diversi nuovi ingressi.

La serie è stata quasi interamente girata a Fasano, Puglia, all'interno della struttura del CIASU (Centro Internazionale Alti Studi Universitari), nel quale è stato ricostruito interamente l'ospedale della serie. Altre scene sono state girate a Monopoli e all'interno dello Stadio del nuoto di Bari nella piscina esterna della struttura, in cui è ambientato il limbo tra la vita e la morte in cui si trovano i diversi personaggi della serie (in particolare Rocco nella prima serie e Bea nella seconda serie, entrambi in coma, Davide nella prima serie, Nina e Leo nella terza serie). Le location usate nella seconda stagione rimangono inalterate, si aggiungono solo (nei flashback e nelle scene girate durante gli interventi) il parco divertimenti Zoo safari Fasanolandia e gli esterni della scuola di Vale, a Fasano[4].

CuriositàModifica

  • Nel terzo episodio della prima stagione, quando Leo e Vale discutono ironicamente sull'amore che provano per Cris, appare un paziente sofferente di cancro che si rivela essere un cameo: è Niccolò Agliardi, il cantante che ha inciso la colonna sonora della fiction. Fa un'altra comparsa anche nell'ultimo episodio.
  • Nella Prima Stagione Leo, durante un dialogo con Vale, dice che sua madre è morta un anno prima, ossia quando lui aveva 15 anni, ma nella Terza Stagione, la serie fa un retcon visivo, e viene mostrato, attraverso dei flashback, che sua madre è morta quando lui era ancora piccolo.
  • Nelle prime scene dell'ultimo episodio della Seconda Stagione, quando il gruppo è sul traghetto per le Isole Tremiti, si vedono Leo e Cris imitare Jack e Rose del film : Titanic.

Colonna sonoraModifica

  Lo stesso argomento in dettaglio: Braccialetti rossi (colonna sonora).

La serie ha una sua colonna sonora originale composta da Stefano Lentini di cui è stata pubblicata solo l'album della prima stagione con il titolo "Watanka". Il tema principale della serie "Main Theme" di Stefano Lentini è stato pubblicato anche negli albumi che raccolgono le canzoni scritte da Niccolò Agliardi comprendenti la sigla delle tre stagioni dal titolo Braccialetti rossi (colonna sonora). Nel 2014 Stefano Lentini e Niccolò Agliardi hanno ricevuto il Premio Cinearti La chioma di Berenice come "Miglior Colonna Sonora per la Fiction 2013.

Sigle

RiconoscimentiModifica

NoteModifica

  1. ^ BRACCIALETTI ROSSI/Chi è Albert Espinosa autore del libro da cui è tratta la fiction, su ilsussidiario.net, 26 gennaio 2014. URL consultato il 4 marzo 2014.
  2. ^ "Ce l'abbiamo fatta" Cloe e Niccolò annunciano la fine delle riprese di Braccialetti Rossi 3, su melty.it, 19 marzo 2016. URL consultato il 6 agosto 2016.
  3. ^ Braccialetti Rossi 3: dal 16 ottobre su Rai Uno, l'annuncio di Mirko Trovato, su International Business Times. URL consultato il 24 marzo 2016 (archiviato dall'url originale il 25 marzo 2016).
  4. ^ Dove è stato girato Braccialetti Rossi?, su braccialettifanzine.it, 18 gennaio 2015. URL consultato il 10 settembre 2016 (archiviato dall'url originale il 15 settembre 2016).
  5. ^ Roma Fiction Fest 2014, i vincitori, su tvblog.it, 20 settembre 2014. URL consultato il 29 dicembre 2014.
  6. ^ Premio Cinearti 2014, i vincitori, su premioberenice.it, 20 dicembre 2014. URL consultato il 20 dicembre 2014 (archiviato dall'url originale il 5 novembre 2015).
  7. ^ Premio ColonneSonore.net Terza Edizione, i vincitori, su colonnesonore.net, 10 marzo 2015. URL consultato il 10 marzo 2015.
  8. ^ Premio Rodolfo Valentino 2015, su iltaccodibacco.it. URL consultato il 14 settembre 2016.
  9. ^ I Braccialetti Rossi trionfano al premio tv, su melty.it, 26 maggio 2015. URL consultato il 14 settembre 2016.
  10. ^ La 55/ma edizione del Premio Regia Televisiva premia "Braccialetti Rossi", Frank Matano e Roberto Benigni - CinemaItaliano.info, su cinemaitaliano.info. URL consultato il 14 settembre 2016.
  11. ^ Carlo Falcone, Braccialetti rossi, su giffonifilmfestival.it. URL consultato il 14 settembre 2016 (archiviato dall'url originale il 13 luglio 2016).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione