Apri il menu principale
Callabiana
comune
Callabiana – Stemma Callabiana – Bandiera
Callabiana – Veduta
Panorama
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
ProvinciaProvincia di Biella-Stemma.svg Biella
Amministrazione
SindacoLorenzo Vercellotti (lista civica Per Callabiana) dall'8-6-2009
Territorio
Coordinate45°37′54″N 8°05′58″E / 45.631667°N 8.099444°E45.631667; 8.099444 (Callabiana)Coordinate: 45°37′54″N 8°05′58″E / 45.631667°N 8.099444°E45.631667; 8.099444 (Callabiana)
Altitudine731 m s.l.m.
Superficie6,56 km²
Abitanti134[1] (30-4-2017)
Densità20,43 ab./km²
FrazioniCordaro, Corte, Fusero, Lucca, Pianezze, Ribatto, Socco, Nelva, Pettani, Stellio, Trabbia, Vacchione, Valle, Virla
Comuni confinantiAndorno Micca, Bioglio, Camandona, Gaby (AO), Pettinengo, Piatto, Piedicavallo, Tavigliano, Vallanzengo
Altre informazioni
Cod. postale13821
Prefisso015
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT096008
Cod. catastaleB417
TargaBI
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanticallabianesi
PatronoMadonna degli Angeli
Giorno festivo15 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Callabiana
Callabiana
Sito istituzionale

Callabiana (Calabian-a in piemontese) è un comune italiano di 134 abitanti della provincia di Biella in Piemonte.

Indice

Geografia fisicaModifica

Il territorio di Callabiana è collocato per la maggior parte nella parte alta del bacino dello Strona di Mosso; verso nord però raggiunge il crinale Strona-Sessera nei pressi del Bocchetto di Sessera e prosegue fino al fondovalle della Val Sessera. La montagna più rilevante è il Monte Casto, condivisa con i comuni di Tavigliano e di Andorno Micca. Nel territorio comunale è anche per la maggior parte compreso l'invaso del Ponte Vittorio, formato da una diga che sbarra il torrente. Una piccola isola amministrativa montana si trova in alta Valle Cervo e comprende il Colle della Mologna Piccola (2208 m) e la Punta Serange (2337 m)[2]. La maggior parte delle frazioni che compongono Callabiana è situata sul versante esposto a sud della valletta del Rio Soccasca, tributario dello Strona.[3]

StoriaModifica

Callabiana fece parte del feudo di Andorno e ne seguì le vicende storiche restando a lungo unita al capoluogo sia a livello civile sia a livello religioso. Il vescovo di Vercelli istituì a Callabiana la parrocchia della Madonna degli Angeli[4] il 3 agosto 1533, anche se la costruzione della chiesa parrocchiale risale ad alcuni decenni prima; la stessa fu poi ampliata e abbellita più volte. Le patenti per la separazione civile tra i due comuni risalgono al 20 maggio 1700. Nel 1728 il feudo di Callabiana fu assegnato ai conti Nazzari di Savigliano; nel 1788 in paese venne invece eretto l'albero della libertà[5]. Molti abitanti di Callabiana durante il XIX secolo e la prima metà del Novecento emigravano, in genere all'estero, per dedicarsi a lavori in campo edilizio. Tra di essi alcuni divennero imprenditori di notevole successo e notorietà, come ad esempio l'ingegnere Pietro Gibello-Socco (1886-1943), che all'inizio del XX secolo partecipò alla costruzione della rete ferroviaria siberiana accumulando una notevole fortuna. Dopo la rivoluzione russa si ritirò a Karbin (città oggi chiamata Harbin, in Manciuria), dove venne soprannominato il nababbo biellese.[5] Morì a Shanghai nel 1943.[6]

Radio LibertàModifica

 
Lapide presso la frazione Trabbia dedicata a Radio Libertà

A partire dal 14 dicembre 1944 operò a Callabiana Radio Libertà, che risulta essere stata la sola emittente radiofonica rivolta al pubblico (e che avesse quindi una funzione non direttamente militare) gestita dai partigiani nel corso della resistenza.[7] Le prime trasmissioni avvennero dalla Frazione Trabbia e proseguirono per diverse sere; nel gennaio del 1945 a causa dell'accresciuta minaccia nemica la radio fu smantellata e trasferita a Sala Biellese.

SimboliModifica

Lo stemma comunale è uno scudo rosso con nella parte inferiore tre corni da caccia d'oro; la parte superiore rappresenta la croce sabauda, argentata in campo rosso, ed è divisa da quella inferiore da una linea azzurra. Attorno allo scudo stanno fronde verdi, elemento decorativo esterno tipico degli stemmi comunali.[8]

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

Architetture religioseModifica

Aree naturaliModifica

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[10]

 


Infrastrutture e trasportiModifica

StradeModifica

Il centro comunale di Callabiana è collegato al resto del Biellese da due strade provinciali: la SP 105 Andorno - Mosso Santa Maria e la SP 106 di Callabiana - Pianezze. Per la porzione montana del territorio comunale situata nei pressi del Bocchetto di Sessera transita inoltre la Panoramica Zegna.[11]

AmministrazioneModifica

 
Il municipio in frazione Corte
Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2004 2009 Andrea Gibello lista civica Sindaco
2009 2014 Lorenzo Vercellotti lista civica per Callabiana Sindaco
2014 in carica Lorenzo Vercellotti lista civica Corni da caccia[12] Sindaco II mandato

Altre informazioni amministrativeModifica

Il comune fa parte della Comunità montana Val Sessera, Valle di Mosso e Prealpi Biellesi[13], mentre fino al 2010 apparteneva alla Comunità montana Valle di Mosso, abolita in seguito all'accorpamento disposto dalla Regione Piemonte nel 2009.

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 aprile 2017.
  2. ^ Carta Tecnica Regionale raster 1:10.000 (vers.3.0) della Regione Piemonte - 2007
  3. ^ Carta ufficiale dell'Istituto Geografico Militare, on-line su www.pcn.minambiente.it
  4. ^ Il Biellese, Pietro Torrione e Virgilio Crovella, ed. Centro studi biellesi, anno 1963, vedi books.google.it
  5. ^ a b Comuni della Provincia di Biella, AA.VV, Nerosubianco edizioni, Cuneo 2005
  6. ^ AA.VV., Guida ai servizi del Biellese, Eco di Biella, 2010. URL consultato il 2 marzo 2018.
  7. ^ Siamo i ribelli: storie e canzoni della Resistenza, Michele Anelli; ed. Selene, anno 2007, vedi books.google.it
  8. ^ Stemma Comune di Callabiana, pagina web su www.comuni-italiani.it
  9. ^ Nuova guida di Biella e Provincia; Gabriella Giovannacci Amodeo, Libreria Vittorio Giovannacci, Biella, 1994
  10. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  11. ^ Elenco strade zone - Provincia di Biella, Provincia di Biella, on-line in formato .pdf sul sito www.provincia.biella.it
  12. ^ Comune di Callabiana - Liste e risultati, La Repubblica,www.repubblica.it (consultato nel giugno 2014)
  13. ^ Comunità Montana Val Sessera, Valle di Mosso e Prealpi Biellesi - Comuni appartenenti, sito ufficiale dell'Ente www.cmsesseramossoprealpi.it

BibliografiaModifica

  • Nuova guida di Biella e Provincia; Gabriella Giovannacci Amodeo, Libreria Vittorio Giovannacci, Biella, 1994
  • Comuni della Provincia di Biella, AA.VV, Nerosubianco edizioni, Cuneo, 2005

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Piemonte