Apri il menu principale

Campionati del mondo di ciclismo su strada 2007 - Cronometro maschile Under-23

Germania Cronometro maschile Under-23 2007
Edizione12ª
Data26 settembre
PartenzaStoccarda
ArrivoStoccarda
Percorso38,1 km
Tempo48'57"93
Media46,906 km/h
Ordine d'arrivo
PrimoPaesi Bassi Lars Boom
SecondoRussia Michail Ignat'ev
TerzoFrancia Jérôme Coppel
Cronologia
Edizione precedenteEdizione successiva
Salisburgo 2006Varese 2008

La Cronometro individuale maschile Under-23 dei campionati del mondo di ciclismo su strada 2007 fu corsa il 26 settembre 2007 nel territorio circostante Stoccarda, in Germania, per un percorso totale di 38,1 km. L'olandese Lars Boom vinse la medaglia d'oro, terminando in 48'57"93.

PercorsoModifica

Il circuito della cronometro individuale, da percorrere per due volte, ricalcava parzialmente quello delle prove su strada. Dopo il via sull'Am Kochenhof, il percorso conduceva sull'Am Kräherwald (L1187) verso sud, evitando quindi l'anello della Lenzhalde e della Herdweg e quello della Herderstraße e della Rotenwaldstraße, fino alla Botnanger Straße. Qui il circuito della gara maschile Under-23 andava in direzione sud, verso il Birkenkopf, poi verso ovest lungo la Geißeichstraße, e quindi sulla Wildparkstraße (L1180). Gli atleti della prova Under-23 facevano quasi subito dietrofront lungo due svincoli, riportandosi quindi sulla Geißeichstraße e da lì verso nord lungo il percorso consueto (in totale 19,3 km). Nel complesso la gara maschile Under-23, di 38,1 km, aveva 670 m di dislivello.

Squadre e corridori partecipantiModifica

I 70 partecipanti furono suddivisi in quattro gruppi; all'interno di ogni gruppo le partenze avvenivano ogni minuto, mentre tra un gruppo e l'altro vi era una pausa di 35 minuti.

I campioni continentali e quello mondiale potevano essere schierati insieme ai due previsti per ogni nazione.

Gruppo 1 Gruppo 2 Gruppo 3 Gruppo 4
70   Pavel Zitta 49º 51   Ian Stannard 36º 32   Zakkari Dempster 44º 16   Jos van Emden 13º
69   Peter Velits 15º 50   Martin Velits 31º 31   Rui Alberto Faria da Costa 26º 15   André Steensen 22º
68   David Veilleux 17º 49   Federico Pagani 63º 30   Marco Coledan 47º 14   Branislaŭ Samojlaŭ
67   Darwin Urrea 54º 48   Hossein Nateghi 56º 29   Marcel Kittel 18º 13   Kristjan Koren 27º
66   Mārtiņš Trautmanis 53º 47   Víctor Moreno 65º 28   Oleh Čužda 29º 12   Stefan Schäfer 24º
65   Andrij Suralev 58º 46   Christian Meier 48º 27   Dmitrij Sokolov 11º 11   Alexandr Pliuschin
64   Evaldas Šiškevičius 37º 45   Jarosław Marycz 33º 26   Clinton Avery 50º 10   Rafaâ Chtioui 23º
63   Rafael Serrano 17º 44   Wilson Marentes 52º 25   Mohd Fauzan Ahmad 66º 9   Francis De Greef 10º
62   Emanuel Saldano 46º 43   Sándor Koczka 70º 24   Azizbek Abdvrahimov 64º 8   Gatis Smukulis 39º
61   Mohammad Rajablou 67º 42   František Klouček 45º 23   Tejay Van Garderen 38º 7   Tony Gallopin 20º
60   Rein Taaramäe 16º 41   Sergiu Cioban 32º 22   Grega Bole 19º 6   Edvald Boasson Hagen
59   Yong Li Ng 68º 40   Dimitri Jiriakov 60º 21   Michael Færk Christensen 5   Adriano Malori
58   José Mendes 40º 39   Jacques Janse van Rensburg 42º 20   Lars Boom 4   Michail Ignat'ev
57   Krisztián Lovassy 51º 38   Esad Hasanović 62º 19   Martin Kohler 25º 3   Ignatas Konovalovas 12º
56   Frederik Krogh-Larsen 61º 37   Dmitrij Gruzdev 21º 18   Abdelkader Belmokhtar 55º 2   Jérôme Coppel
55   Roman Kireev 14º 36   Tanel Kangert 17   Chris Froome 41º 1   Maksim Bel'kov 30º
54   Konstantin Kalinin 69º 35   Nick Frey 57º
53   Sam Bewley 35º 34   Sergio Domínguez 59º
52   Sjarhej Papok 43º 33   Mathieu Deschenaux 28º

Resoconto degli eventiModifica

Tra gli atleti del primo gruppo, composto da diciannove corridori, si distinsero lo slovacco Peter Velits e il kazako Roman Kireev, che conclusero con il miglior tempo del raggruppamento e finirono rispettivamente quindicesimo e quattordicesimo al termine della prova. Tra i partenti del secondo gruppo, l'estone Tanel Kangert terminò con il tempo migliore e rimase in testa alla classifica provvisoria con 50'11", terminando poi al settimo posto finale. La leadership dell'atleta baltico fu interrotta dall'olandese Lars Boom, in testa rispetto all'avversario sin dal rilevamento intermedio, che andò anche a sorpassare i cinque atleti partiti prima di lui. Fu il primo a scendere sotto i 40 minuti all'ultimo rilevamento e terminò la corsa in 48'57", insediandosi al primo posto della generale. L'unico a impensierire Boom fu il russo Michail Ignat'ev, che al primo intertempo dava otto secondi all'olandese, ma progressivamente perse secondi fino a giungere sul traguardo al secondo posto, staccato di 9" dal leader. Il francese Jérôme Coppel rimase sempre tra i primi tre nei rilevamenti intermedi, e terzo giunse anche sul traguardo finale.[1]

Classifica (Top 10)Modifica

Pos. Corridore Squadra Tempo
1   Lars Boom Paesi Bassi 48'57"93
2   Michail Ignat'ev Russia a 9"06
3   Jérôme Coppel Francia a 45"59
4   Michael Christensen Danimarca a 1'10"07
5   Adriano Malori Italia a 1'12"04
6   Edvald Boasson Hagen Norvegia a 1'13"24
7   Tanel Kangert Estonia a 1'13"94
8   Alexandr Pliuschin Moldavia a 1'17"41
9   Branislaŭ Samojlaŭ Bielorussia a 1'27"86
10   Francis De Greef Belgio a 1'30"12

NoteModifica

  1. ^ (EN) Gregor Brown, Holland's Boom takes Under 23 title after two-man fight, in cyclingnews.com, 26 settembre 2007. URL consultato l'8 luglio 2011.

Collegamenti esterniModifica