Campionato mondiale di hockey su ghiaccio - Prima Divisione 2011

Campionato mondiale di hockey su ghiaccio - Prima Divisione 2011
2011-es IIHF divízió I-es jégkorong-világbajnokság
Чемпіонат світу з хокею із шайбою 2011 дивізіон I
Competizione Campionato mondiale di hockey su ghiaccio - Prima Divisione
Sport Ice hockey pictogram.svg Hockey su ghiaccio
Edizione XI
Organizzatore IIHF
Date dal 17 aprile
al 23 aprile 2011
Luogo Ungheria Ungheria
Ucraina Ucraina
(2 città)
Partecipanti 12
Impianto/i 2 stadi
Statistiche
Incontri disputati 25
Gol segnati 173 (6,92 per incontro)
Pubblico 91 773
(3 671 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2010 2012 Right arrow.svg

Il Campionato mondiale di hockey su ghiaccio - Prima Divisione 2011 è un torneo di hockey su ghiaccio organizzato dall'International Ice Hockey Federation. Il torneo si è disputato fra il 17 e il 23 aprile 2011. Le dodici squadre partecipanti sono state divise in due gironi da sei ciascuno. Il torneo del Gruppo A si è svolto a Budapest, in Ungheria.[1] In seguito al ritiro del Giappone a causa dello tsunami che ha colpito il paese, il Gruppo A si è ridotto a cinque squadre. Le partite del Gruppo B invece si sono giocate a Kiev, in Ucraina.[2] L'Italia, vincitrice del Gruppo A, e il Kazakistan, primo nel Gruppo B, si sono garantiti la partecipazione al Campionato mondiale di hockey su ghiaccio maschile 2012. La Spagna e l'Estonia, giunte all'ultimo posto dei rispettivi gironi, sono state retrocesse per il 2012 in Seconda Divisione. L'Australia e la Romania, vincitrici dei due gruppi della Seconda Divisione, sostituiranno nel 2012 la Spagna e l'Estonia.

PartecipantiModifica

Gruppo AModifica

Nazionale Qualificazione
  Italia Quindicesima e retrocessa dal Gruppo A del 2010.[3]
  Ungheria Ospitante, seconda nella Prima Divisione - Gruppo B del 2010.[4]
  Giappone Terzo nella Prima Divisione - Gruppo A del 2010.[5] Ritirato a seguito del Terremoto e maremoto del Tōhoku.
  Paesi Bassi Quarta nella Prima Divisione - Gruppo A del 2010.[5]
  Corea del Sud Quinta nella Prima Divisione - Gruppo B del 2010.[4]
  Spagna Prima e promossa dalla Seconda Divisione - Gruppo A del 2010.[6]

Gruppo BModifica

Nazionale Qualificazione
  Kazakistan Sedicesimo e retrocesso dal Gruppo A del 2010.[3]
  Ucraina Ospitante, seconda nella Prima Divisione - Gruppo A del 2010.[5]
  Polonia Terza nella Prima Divisione - Gruppo B del 2010.[4]
  Regno Unito Quarto nella Prima Divisione - Gruppo B del 2010.[4]
  Lituania Quinta nella Prima Divisione - Gruppo A del 2010.[5]
  Estonia Prima e promossa dalla Seconda Divisione - Gruppo B del 2010.[7]

Gruppo AModifica

IncontriModifica

Budapest
17 aprile 2011, ore 16:00
Spagna  0 – 2
(0-0; 0-1; 0-1)
referto
  ItaliaPapp László Sportaréna (2.900 spett.)

Budapest
17 aprile 2011, ore 19:30
Paesi Bassi  3 – 7
(0-4; 2-1; 1-2)
referto
  UngheriaPapp László Sportaréna (7.961 spett.)

Budapest
18 aprile 2011, ore 16:00
Italia  3 – 2
(2-1; 1-1; 0-0)
referto
  Paesi BassiPapp László Sportaréna (2.820 spett.)

Budapest
18 aprile 2011, ore 19:30
Ungheria  6 – 3
(3-1; 0-0; 3-2)
referto
  Corea del SudPapp László Sportaréna (7.366 spett.)

Budapest
20 aprile 2011, ore 16:00
Spagna  2 – 8
(0-4; 0-2; 2-2)
referto
  Paesi BassiPapp László Sportaréna (1.960 spett.)

Budapest
20 aprile 2011, ore 19:30
Italia  6 – 0
(1-0; 2-0; 3-0)
referto
  Corea del SudPapp László Sportaréna (2.650 spett.)

Budapest
22 aprile 2011, ore 16:00
Paesi Bassi  3 – 6
(1-1; 2-4; 0-1)
referto
  Corea del SudPapp László Sportaréna (2.822 spett.)

Budapest
22 aprile 2011, ore 19:30
Ungheria  13 – 1
(5-1; 3-0; 5-0)
referto
  SpagnaPapp László Sportaréna (8.479 spett.)

Budapest
23 aprile 2011, ore 16:00
Corea del Sud  2 – 3
(d.t.s.)
(0-1; 1-0; 1-1)
referto
  SpagnaPapp László Sportaréna (2.996 spett.)

Budapest
23 aprile 2011, ore 19:30
Italia  4 – 3
(d.t.s.)
(3-1; 0-1; 0-1)
referto
  UngheriaPapp László Sportaréna (8.723 spett.)

ClassificaModifica

Promossa nel Gruppo A nel 2012
Retrocessa in Seconda Divisione nel 2012
Pos. PG V VOT POT P GF GS DR Pt
1.   Italia 4 3 1 0 0 15 5 +10 11
2.   Ungheria 4 3 0 1 0 29 11 +18 10
3.   Corea del Sud 4 1 0 1 2 11 18 -7 4
4.   Paesi Bassi 4 1 0 0 3 16 18 -2 3
5.   Spagna 4 0 1 0 3 6 25 -19 2

Riconoscimenti individualiModifica

Classifica marcatoriModifica

Giocatore PG G A Pt +/- MP
  Balázs Ladányi 4 2 10 12 +7 0
  István Sofron 4 6 4 10 +6 0
  András Horváth 4 3 6 9 +6 4
  Márton Vas 4 3 5 8 +6 4
  Giulio Scandella 4 4 2 6 +4 4
  Alexander Egger 4 1 5 6 +5 2
  Diederick Hagemeijer 4 3 2 5 -1 6
  Csaba Kovács 4 3 2 5 +2 2
  Armin Helfer 4 2 3 5 +3 0
  Ladislav Sikorcin 4 2 3 5 +2 0

Fonte: IIHF.com

Classifica portieriModifica

Giocatore Min TC GS SO MGS Sv%
  Thomas Tragust 120:00 37 0 2 0.00 100.00
  Daniel Bellissimo 120:56 75 5 0 2.48 93.33
  Levente Szuper 110:56 70 5 0 2.70 92.86
  Ander Alcaine 204:05 203 18 0 5.29 91.13
  Ian Meierdres 118:50 84 9 0 4.54 89.29

Fonte: IIHF.com

Roster dell'ItaliaModifica

Allenatore:   Rick Cornacchia.

Lista dei convocati aggiornata al 16 aprile 2011.[8]

N. Pos. Nome Anno Alt. Peso Tiro Squadra
1 P Thomas Tragust 1986 187 83 L   Vipiteno Broncos
3 D Thomas Larkin 1990 196 100 L   Colgate Raiders
4 A Diego Iori 1986 174 90 R   Neumarkt-Egna
5 D Nicholas Plastino 1986 180 90 R   Asiago
7 D Ingemar Gruber 1977 176 91 L   Ritten-Renon
8 A Patrick Iannone 1982 181 84 L   Valpellice
9 D Armin Hofer 1987 184 88 L   Val Pusteria
10 A Giulio Scandella 1983 186 85 R   Bolzano
13 A Alexander Egger - A 1979 186 88 L   Bolzano
15 A Luca Felicetti 1981 166 75 L   Pontebba
16 D Trevor Johnson 1982 180 81 R   Valpellice
17 A Luca Ansoldi - A 1982 179 77 R   Ritten-Renon
18 A Ryan Watson 1981 190 91 L   Ritten-Renon
19 D Matt De Marchi 1981 190 88 L   Asiago
20 A Marco Insam 1989 187 92 R   Bolzano
22 D Andreas Lutz 1986 181 77 R   Pontebba
24 A Nicola Fontanive 1985 165 73 L   Frisk Tigers
25 A Jonathan Pittis 1982 169 70 L   Pontebba
26 D Armin Helfer 1980 187 86 L   Val Pusteria
27 A Michael Souza 1978 184 99 L   Bolzano
28 A Manuel De Toni - C 1979 181 80 L   Alleghe
30 P Daniel Bellissimo 1984 188 81 L   Asiago

LEGENDA:
P = Portiere, D = Difensore, A = Attaccante, L = sinistra, R = destra

Gruppo BModifica

IncontriModifica

Kiev
17 aprile 2011, ore 13:30
Estonia  1 – 5
(0-2; 1-1; 0-2)
referto
  KazakistanPalazzo dello Sport (1.602 spett.)

Kiev
17 aprile 2011, ore 17:00
Lituania  1 – 5
(1-2; 0-2; 0-1)
referto
  PoloniaPalazzo dello Sport (2.813 spett.)

Kiev
17 aprile 2011, ore 20:30
Regno Unito  5 – 3
(0-1; 3-2; 2-0)
referto
  UcrainaPalazzo dello Sport (6.213 spett.)

Kiev
18 aprile 2011, ore 13:30
Polonia  8 – 3
(1-0; 2-1; 5-2)
referto
  EstoniaPalazzo dello Sport (875 spett.)

Kiev
18 aprile 2011, ore 17:00
Kazakistan  2 – 1
(0-1; 1-0; 1-0)
referto
  Regno UnitoPalazzo dello Sport (2.119 spett.)

Kiev
18 aprile 2011, ore 20:30
Ucraina  5 – 1
(2-0; 1-1; 2-0)
referto
  LituaniaPalazzo dello Sport (3.675 spett.)

Kiev
20 aprile 2011, ore 13:30
Kazakistan  7 – 0
(2-0; 3-0; 2-0)
referto
  LituaniaPalazzo dello Sport (1.002 spett.)

Kiev
20 aprile 2011, ore 17:00
Estonia  0 – 7
(0-7; 0-0; 0-0)
referto
  Regno UnitoPalazzo dello Sport (1.248 spett.)

Kiev
20 aprile 2011, ore 20:30
Ucraina  4 – 1
(1-0; 3-1; 0-0)
referto
  PoloniaPalazzo dello Sport (6.676 spett.)

Kiev
21 aprile 2011, ore 13:30
Regno Unito  5 – 2
(4-0; 1-1; 0-1)
referto
  LituaniaPalazzo dello Sport (714 spett.)

Kiev
21 aprile 2011, ore 17:00
Polonia  2 – 4
(0-2; 0-1; 2-1)
referto
  KazakistanPalazzo dello Sport (1.538 spett.)

Kiev
21 aprile 2011, ore 20:30
Ucraina  5 – 2
(1-0; 4-2; 0-0)
referto
  EstoniaPalazzo dello Sport (5.238 spett.)

Kiev
23 aprile 2011, ore 12:30
Lituania  5 – 2
(2-1; 1-1; 2-0)
referto
  EstoniaPalazzo dello Sport (892 spett.)

Kiev
23 aprile 2011, ore 16:00
Polonia  2 – 3
(1-2; 1-0; 0-1)
referto
  Regno UnitoPalazzo dello Sport (1.754 spett.)

Kiev
23 aprile 2011, ore 19:30
Kazakistan  3 – 2
(d.t.s.)
(0-0; 1-1; 1-1)
referto
  UcrainaPalazzo dello Sport (6.837 spett.)

ClassificaModifica

Promossa nel Gruppo A nel 2012
Retrocessa in Seconda Divisione nel 2012
Pos. PG V VOT POT P GF GS DR Pt
1.   Kazakistan 5 4 1 0 0 21 6 +15 14
2.   Regno Unito 5 4 0 0 1 21 9 +12 12
3.   Ucraina 5 3 0 1 1 19 12 +7 10
4.   Polonia 5 2 0 0 3 18 15 +3 6
5.   Lituania 5 1 0 0 4 9 24 -15 3
6.   Estonia 5 0 0 0 5 8 30 -22 0

Riconoscimenti individualiModifica

Classifica marcatoriModifica

Giocatore PG G A Pt +/- MP
  Oleksandr Materuchin 5 3 6 9 +6 12
  Oleh Šafarenko 5 3 5 8 +6 16
  Jonathan Weaver 5 1 7 8 +1 0
  David Clarke 5 4 3 7 +4 4
  Oleh Tymčenko 5 4 3 7 +6 4
  Vitalij Lyutkevyč 5 0 7 7 +7 0
  David Longstaff 5 3 3 6 +3 0
  Marcin Kolusz 5 2 4 6 +1 4
  Andrei Makrov 5 3 2 5 -4 4
  Oleksandr Pobyedonoscev 5 3 2 5 +5 2

Fonte: IIHF.com

Classifica portieriModifica

Giocatore Min TC GS SO MGS Sv%
  Steven Murphy 285:25 138 9 0 1.89 93.48
  Vitalij Eremeev 242:01 80 6 0 1.49 92.50
  Kostjantyn Simčuk 180:26 77 9 0 2.99 88.31
  Manstas Armalis 200:00 104 13 0 3.90 87.50
  Rafal Radziskewski 219:19 86 11 0 3.01 87.21

Fonte: IIHF.com

NoteModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Hockey su ghiaccio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di hockey su ghiaccio