Apri il menu principale
Caterina di Russia
Caterina di Russia Miniserie 1996.png
Caterina di Russia (Catherine Zeta Jones)
Titolo originaleCatherine the Great
PaeseGermania, Austria, USA
Anno1996
Formatominiserie TV
Generedrammatico, biografico, storico
Puntate2
Durata180 min
Lingua originaleInglese
Rapporto4:3
Crediti
RegiaMarvin J. Chomsky
SceneggiaturaJohn Goldsmith, Frank Tudisco
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
FotografiaElemér Ragályi
MontaggioPetra von Oelffen
MusicheLaurence Rosenthal
ScenografiaWerner Achmann, Sarah Horton
CostumiBarbara Baum
TruccoGiannetto De Rossi, Mirella De Rossi, Angelo Vannella
ProduttoreWolf Bauer, Marvin J. Chomsky, Konstantin Thoeren
Produttore esecutivoWolf Bauer, Fred Sidewater, Konstantin Thoeren
Casa di produzioneMR Filmproduktion, Patrola Film, Skylark Cine Inc., UFA, UFA Fernsehproduktion, UFA International, ZDF
Prima visione
Prima TV originale
Dal28 aprile 1996
Rete televisivaARTE
Prima TV in italiano
Dal14 luglio 1998
Rete televisivaRai 2

Caterina di Russia (Catherine the Great) è una miniserie televisiva in due puntate del 1996 diretta da Marvin J. Chomsky e con protagonista Catherine Zeta Jones nel ruolo di Caterina II, imperatrice di Russia dal 1762 al 1796.

Trasmessa in Germania in un'unica serata il 28 aprile 1996 sul canale franco-tedesco ARTE,[1] in Italia è andata in onda il 14 luglio 1998 in prima serata su Rai 2 come un unico film televisivo di 95 minuti.[2]

Indice

TramaModifica

Intrappolata in un matrimonio politico e senza amore con Pietro, dissoluto nipote dell'imperatrice Elisabetta, la giovane principessa tedesca Sofia Federica Augusta, divenuta Caterina dopo essersi convertita alla religione ortodossa e aver sposato Pietro, pianifica la sua ascesa al trono. Dopo la morte di Elisabetta e l'incoronazione di Pietro, con l'aiuto dell'amante, il generale Orlov, Sofia detronizza il marito, inetto e incapace di governare, e si proclama imperatrice, diventando una delle più amate e indimenticabili regnanti di Russia con il nome di Caterina la Grande.

ProduzioneModifica

La miniserie, prodotta da ZDF, ARTE, UFA e Patrola Film con un budget di oltre 30 milioni di marchi,[1] è stata diretta da Marvin J. Chomsky,[3] già regista di altre due produzioni televisive tratte dalla storia russa: Pietro il Grande con Maximilian Schell, e Anastasia - L'ultima dei Romanov con Amy Irving, entrambe del 1986.

 
I giardini del palazzo di Sanssouci, nella Bassa Germania, usati per le riprese della miniserie nel 1994.

CastModifica

Accanto a star internazionali come Mel Ferrer, Jeanne Moreau e Omar Sharif, per il ruolo della protagonista la scelta cadde sulla giovane Catherine Zeta Jones, attrice gallese fino ad allora sconosciuta, che riuscì a far colpo sul regista durante il provino. Hannes Jaenicke, famoso per il ricorrente ruolo di latin lover in diverse produzioni cinematografiche e televisive, venne invece scelto per il ruolo del butterato granduca Pietro.

Per ricreare lo sfarzo della corte russa del XVIII secolo, sono stati impiegati oltre 2.000 costumi appositamente realizzati in Italia, dei quali 40 solo per il personaggio di Catherine Zeta-Jones. Allo scopo di ampliare il livello di autenticità della miniserie, grazie al notevole budget la produzione ha potuto permettersi di acquistare autentiche icone religiose e numerosi dipinti d'epoca, oltre ad avere in uso le stoviglie originali dell'imperatrice Caterina, acquistate per 250 mila marchi.[1]

LocationModifica

Le riprese della miniserie sono iniziate nell'estate del 1994 nei teatri di posa dello Studio Babelsberg, per poi proseguire in esterni nei giardini del Palazzo di Sanssouci e nel castello Kreuzenstein, nella bassa Austria. Alcune sequenze di storica importanza sono state realizzate in Russia, a Mosca e a San Pietroburgo.

DistribuzioneModifica

Inizialmente prevista per la primavera del 1995, la miniserie è stata infine trasmessa in Germania in un'unica serata il 28 aprile 1996 sulla rete franco-tedesca ARTE, guadagnando ottime critiche e un notevole successo di pubblico.[1]

In Italia, Caterina di Russia è andata in onda per la prima volta il 14 luglio 1998 in prima serata su Rai 2,[4] sotto forma di un unico film di montaggio più corto e con diverse sottotrame completamente eliminate. I tagli e il montaggio più serrato, atto a coprire in poco meno di due ore tutti gli eventi salienti nella vita di Caterina II, pregiudicano tuttavia la completa comprensione della vicenda, e fanno drasticamente calare il livello qualitativo della produzione.

Un film analogo ma dal montaggio parzialmente diverso è stato distribuito negli Stati Uniti in VHS e DVD nel 2001 su etichetta A&E Home Video.[5]

NoteModifica

  1. ^ a b c d (DE) Katharina die Große - Eine Frau zwischen Liebe und Macht, Prisma.de, 1996. URL consultato l'11 agosto 2014.
  2. ^ I programmi di oggi - Martedì 14 luglio 1998, La Stampa, 14 luglio 1998. URL consultato l'11 agosto 2014.
  3. ^ (EN) Review: "Catherine the Great", Variety, 14 luglio 1995. URL consultato l'11 agosto 2014.
  4. ^ Archivio Rai - Caterina di Russia, Rai.it, 2001. URL consultato l'11 agosto 2014 (archiviato dall'url originale l'11 dicembre 2012).
  5. ^ (EN) DVD Review - "Catherine the Great", DigitalObsessed.com, 2001. URL consultato l'11 agosto 2014.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione