Apri il menu principale
Celone
StatoItalia Italia
RegioniPuglia Puglia
Lunghezza70 km
Altitudine sorgentecirca 1 000 m s.l.m.
Nascemonti della Daunia
Sfociatorrente Candelaro

Il Celone (in latino Aquilone) è un torrente situato nella provincia di Foggia, della lunghezza di 70 km[1]. Esso sgorga dal monte San Vito (presso Faeto), scorre alle falde meridionali del monte Cornacchia (la vetta più alta della regione), lambisce quindi il sito dell'antica Eca (presso l'attuale Troia), riceve da sinistra l'affluente Lorenzo, attraversa poi il Tavoliere delle Puglie poco a nord di Foggia per sfociare infine nel fiume Candelaro in agro di San Marco in Lamis.

Alle sorgenti del Celone, presso San Vito di Faeto, venne istituita in epoca imperiale una stazione di cambio dei cavalli da posta lungo la via Traiana; la stazione era detta appunto mutatio Aquilonis[2]. A partire dal tardo medioevo l'alta valle del Celone, assai ricca in boschi di querce e faggi, venne a costituire il comprensorio della Valmaggiore, caratteristico per la presenza dell'unica minoranza francoprovenzale in Puglia.

NoteModifica

  1. ^ Il torrente Celone, su Fiumi.
  2. ^ San Vito, su Comune di Faeto.

Voci correlateModifica