Apri il menu principale
Ciro Pezzella
Ciro Pezzella.jpg
Ciro Pezzella con la maglia del Lecce (1983)
Nazionalità Italia Italia
Altezza 179 cm
Peso 68 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Carriera
Giovanili
19??-1972Ercolanese
Squadre di club1
1972-1975Teramo59 (1)
1975-1976SPAL28 (0)
1976-1979Lecce110 (0)
1979-1981Sampdoria63 (0)
1981-1982Avellino11 (0)
1982-1983Lecce41 (1)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Ciro Pezzella (Ercolano, 18 gennaio 1954Mola di Bari, 2 dicembre 1983) è stato un calciatore italiano, di ruolo difensore; morì ancora in attività a 29 anni a causa di un incidente stradale al tempo della militanza nel Lecce.

Indice

CarrieraModifica

Formatosi calcisticamente nell'Ercolanese, club del suo luogo d'origine, fu a lungo giocatore di categoria, iniziando la carriera nel Teramo come semiprofessionista in Serie D nel 1972; con la squadra abruzzese guadagnò la promozione in Serie C nel 1975 e nella stagione successiva fu a Ferrara nella SPAL con cui esordì in Serie B[1].

Dopo una stagione in Emilia si trasferì al Lecce[1] in Serie C, guadagnando la promozione in Serie B alla prima stagione; durante la militanza in tale club conobbe colei che successivamente divenne sua moglie[2]. Dopo un triennio nel Salento Pezzella fu ingaggiato a Genova dalla Sampdoria per un biennio, poi giunse l'esordio in Serie A nelle file dell'Avellino il 1º novembre 1981 contro il Napoli.

Nel 1982 si ristabilì a Lecce per rimanere vicino alla famiglia di sua moglie[2]; nella tarda serata del 2 dicembre 1983, alla guida della sua Mercedes 190 in cui viaggiavano anche suo cognato, suo suocero e il suo compagno di squadra Michele Lorusso[3], rimase coinvolto in un incidente stradale presso Mola di Bari mentre i due calciatori si recavano alla stazione centrale di Bari per prendere un treno per Varese dove il Lecce avrebbe dovuto giocare la domenica successiva, avendo entrambi timore dei viaggi aerei[3][4]; l'incidente, un impatto contro una Renault 18 che aveva presumibilmente sbandato[2][4], provocò la morte di Pezzella e Lorusso e il ferimento del suocero e del cognato di Pezzella nonché del guidatore della Renault[2].

Oltre alla moglie Pezzella lasciò una figlia all'epoca di 4 anni[3][2]. A lui ed al compagno Michele Lorusso è dedicata la Curva Nord dello Stadio Via del Mare di Lecce.

PalmarèsModifica

NoteModifica

  1. ^ a b Sforzi, pag. 974.
  2. ^ a b c d e Due calciatori del Lecce morti in uno scontro d'auto, in Stampa Sera, 3 dicembre 1983, p. 8. URL consultato il 6 marzo 2016.
  3. ^ a b c Tragico incidente, muoiono due del Lecce, in La Stampa, 3 dicembre 1983, p. 22. URL consultato il 6 marzo 2016.
  4. ^ a b La Lega nega il rinvio della gara, in La Stampa, 4 dicembre 1983, p. 28. URL consultato il 6 marzo 2016.

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica