Apri il menu principale
Crispano
comune
Crispano – Stemma
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Campania-Stemma.svg Campania
Città metropolitanaStemma Città Metropolitana di Napoli.png Napoli
Amministrazione
SindacoMichele Emiliano (Lista civica "Unità e cambiamento") dal 26-05-2019
Territorio
Coordinate40°57′N 14°17′E / 40.95°N 14.283333°E40.95; 14.283333 (Crispano)Coordinate: 40°57′N 14°17′E / 40.95°N 14.283333°E40.95; 14.283333 (Crispano)
Altitudine37 m s.l.m.
Superficie2,22 km²
Abitanti12 305[1] (30-6-2017)
Densità5 542,79 ab./km²
Comuni confinantiCaivano, Cardito, Frattamaggiore, Frattaminore, Orta di Atella (CE)
Altre informazioni
Cod. postale80020
Prefisso081
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT063030
Cod. catastaleD170
TargaNA
Cl. sismicazona 2 (sismicità media)
Nome abitantiCrispanesi
Patronosan Gregorio Magno
Giorno festivo12 marzo
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Crispano
Crispano
Crispano – Mappa
Posizione del comune di Crispano nella città metropolitana di Napoli
Sito istituzionale

Crispano è un comune italiano di 12 305 abitanti[1] della città metropolitana di Napoli in Campania.

Indice

Geografia fisicaModifica

TerritorioModifica

Situato a nord del capoluogo costituisce un unicum urbano con i comuni contermini.

Origini del nomeModifica

Secondo Giovanni Flechia, esperto di toponimi vissuto nell'Ottocento, il nome deriva dalla gens crispia, ma il primo documento ufficiale in cui compare il termine "Crispanum" è datato 936 d.c.

StoriaModifica

Elenco di alcuni dei signori feudatari di Crispano:

  • 1303: Ruggero del Gaudio.
  • 1306: Filippo di Leonardo di Crispano otteneva l'intervento regio contro Marino d'Eboli, la cui moglie era signora feudale di Crispano, poiché il detto Marino lo molestava nel possesso dei suoi beni. Da un elenco di signori feudatari, all'epoca della regina Giovanna I, vi era il conte Giovanni d'Asperch come feudatario di Crispano
  • 1393: il feudo è di proprietà di Carlo Ruffo, conte di Montalto e Corigliano
  • 1399: Carlo Ruffo vendette Crispano a Gurello Origlia, dottore in Legge e consigliere del re Ladislao, nonché Protonotaro del Regno
  • 1406: Gurello Origlia trasferisce il feudo al secondogenito Roberto
  • 1417: Bartolomeo del Duca
  • 1616: Don Sancio de Strada acquista il casale di Crispano divenendone il marchese, in seguito la proprietà passa a Donna Teresa de Strada sposata con Don Diego Soria
  • 1699: dal matrimonio di Giovanna di Soria con il marchese di San Marcellino, Giovanni Tovar, Crispano passa ai Tovar
  • 1712: dal matrimonio di Donna Teresa Tovar con Fulcantonio Ruffo il feudo passa ai principi di Scilla.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

  • Chiesa di San Gregorio Magno
  • Palazzo Capasso

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[2]

 

AmministrazioneModifica

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1990 1991 Sossio Casaburi Partito Socialista Italiano Sindaco
1991 1993 Carlo Esposito PDS Sindaco
1993 1993 Giuseppe Castiello commissario prefettizio Sindaco
1993 1994 Mariolina Goglia commissario straordinario Sindaco
1994 1998 Pasquale D'Enrico Forza Italia Sindaco
1998 2002 Carlo Esposito L'Ulivo Sindaco
2002 2005 Carlo Esposito L'Ulivo Sindaco
2005 2008 Salvatore Carli commissione straordinaria Sindaco
2008 2010 Raffaele Galante Partito Democratico Sindaco
2010 2015 Carlo Esposito Partito Democratico Sindaco
2015 2017 Antonio Barra Lista Civica - centrosinistra Sindaco
2017 in carica Maria Pia De Rosa, Germana Falcone, Elda Karim Danielli commissione straordinaria Sindaco

NoteModifica

  1. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 30 giugno 2017.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

BibliografiaModifica

  • Giacinto Libertini, Documenti per la storia di Crispano, Frattamaggiore, 2003.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica