Apri il menu principale

DescrizioneModifica

I pesci di questa famiglia sono nativi di America del Nord, Africa ed Eurasia. Il più grosso ciprinide è il Barbo gigante (Catlocarpio siamensis), che può raggiungere una lunghezza massima di 3 metri.

La classificazione dei Ciprinidi e delle sottofamiglie è effettuata anche in base alla mancanza di denti che caratterizza la famiglia: infatti sono le ossa della faringe che provvedono a triturare il cibo. La maggior parte delle specie hanno un paio di barbigli.

Distribuzione e habitatModifica

I Ciprinidi sono diffusi nelle acque dolci di Africa, Europa (ad eccezione della Lapponia), Asia (tranne che in alta Siberia) e nel continente nordamericano (Alto Canada e Groenlandia esclusi).

RiproduzioneModifica

Sono pesci ovipari: dopo la deposizione il maschio le feconda e o sono lasciate libere nell'acqua (in caso soprattutto di pesci originari in corsi d'acqua) o sono deposte nel fondo. I genitori non praticano cure parentali e anzi tendono a cibarsi delle proprie uova.

AcquariofiliaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Cyprinidae in acquariofilia.

Il pesce rosso appartiene alla famiglia dei ciprinidi anche se gli acquariofili sono interessati soprattutto ai Ciprinidi tropicali, in quanto presentano colorazioni vivaci e allevati in gruppo sono sicuramente un bello spettacolo. I grossi ciprinidi sono allevati negli acquari pubblici.

I Ciprinidi solitamente sono pesci che vivono in gruppo, o in grandi banchi o in poche dozzine: ne consegue che sono pesci pacifici che soffriranno di solitudine se allevati in vasca in pochi esemplari. Alcuni barbi però hanno l'abitudine di rincorrere e morsicare i pesci che possiedono pinne lunghe o filamentose, mentre le irruenti Rasbora o i Danio possono infastidire pesci timidi soprattutto quando si somministra cibo.

TassonomiaModifica

La famiglia dei Ciprinidi è una delle più numerose nel mondo dei pesci. È a sua volta suddivisa in 13 sottofamiglie e svariati generi:

Sottofamiglia Acheilognathinae

Sottofamiglia Barbinae

Sottofamiglia Cultrinae

Sottofamiglia Cyprininae

Sottofamiglia Danioninae

Sottofamiglia Gobioninae

Sottofamiglia Labeoninae

Sottofamiglia Leptobarbinae

Sottofamiglia Leuciscinae

Sottofamiglia Rasborinae

Sottofamiglia Squaliobarbinae

Sottofamiglia Tincinae

Sottofamiglia Xenocyprinae

Vi sono poi specie e generi di pesci categorizzati come Cyprinidae in incertae sedis, in quanto la scienza non ha ancora stabilito come classificare in modo certo ogni specie.

NoteModifica

  1. ^ a b c Pethiyagoda, R., Meegaskumbura, M. & Maduwage, K. (2012): A synopsis of the South Asian fishes referred to Puntius (Pisces: Cyprinidae). Ichthyological Exploration of Freshwaters, 23 (1): 69-95.
  2. ^ Zhang, E & Zhou, W. (2012): Sinigarra napoense, a new genus and species of labeonin fishes (Teleostei: Cyprinidae) from Guangxi Province, South China. Zootaxa, 3586: 17–25.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàGND (DE4163350-7
  Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci