David Lean

regista, sceneggiatore, attore, montatore e produttore cinematografico britannico
Disambiguazione – Se stai cercando l'ostacolista e velocista australiano, vedi David Lean (atleta).

David Lean (Londra, 25 marzo 1908Londra, 16 aprile 1991) è stato un regista, sceneggiatore, attore, montatore e produttore cinematografico britannico.

David Lean
Statuetta dell'Oscar Oscar al miglior regista 1958
Statuetta dell'Oscar Oscar al miglior regista 1963

È considerato uno dei migliori registi della storia del cinema. Ha diretto film come Breve incontro, Grandi Speranze, Le avventure di Oliver Twist, Il ponte sul fiume Kwai, Lawrence d'Arabia, Il dottor Zivago e Passaggio in India.

Biografia modifica

Il padre di Lean, facoltoso commercialista quacchero, era contrario alla passione del figlio per il cinema e la fotografia e ostacolava le sue ambizioni di diventare regista e la sua ammirazione per i classici inglesi.

Dopo gli studi in un collegio di Reading, il giovane Lean seguì per un breve periodo le orme paterne, ma nel 1927 iniziò a lavorare come fattorino-factotum per la casa di produzione cinematografica Gainsborough Pictures, dove ebbe modo di studiare attentamente la realizzazione dei film e di comprendere in particolare l'arte del montaggio, tecnica nella quale diventò un esperto prima alla British Movietown News, e successivamente alla Paramount-British.

Qui, nel 1934, venne notato dal regista di origine ungherese Paul Czinner, che gli affidò il montaggio di Non mi sfuggirai, a cui seguirono Java Head (1934), Come vi piace (1936) e Ball at Savoy (1936)[1]. Dopo queste prime esperienze, Lean ottenne i suoi più grandi successi nel montaggio con Pigmalione (1938), Il maggiore Barbara (1941) e Volo senza ritorno (1941), grazie ai quali acquisì una buona professionalità ed esperienza tecnica, che si rivelarono fondamentali per il passaggio alla regia.

La regia e il successo negli anni quaranta modifica

Nel 1942 il commediografo Noël Coward, intenzionato a dirigere e interpretare il film Eroi del mare, tratto da un suo soggetto, si rivolse a Lean affinché collaborasse con lui alla regia. Il buon risultato del film segnò l'inizio di una nuova fase della carriera di Lean, che passò definitivamente dietro la macchina da presa per dirigere con successo altre tre pellicole prodotte e sceneggiate da Coward: La famiglia Gibbon (1944), la commedia brillante Spirito allegro (1945) e, soprattutto, Breve incontro (1945), uno dei capolavori del cinema britannico, intensa e poetica storia d'amore interpretata da Trevor Howard e da Celia Johnson.

Lean consolidò la propria fama, dedicandosi alla trasposizione di due grandi romanzi di Dickens, Grandi speranze (1946) e Oliver Twist (1948), ritenuti tra i migliori adattamenti cinematografici di opere letterarie inglesi. In entrambe le pellicole recitò Alec Guinness, con il quale Lean iniziò una proficua collaborazione artistica che si rinnovò in altri quattro film.

Gli anni cinquanta e gli anni sessanta modifica

Nel 1954 Lean diresse un divo del cinema e del teatro come Charles Laughton, nel ruolo di un calzolaio ubriacone, nella commedia vittoriana Hobson il tiranno (1954), mentre l'anno dopo si recò in Italia per realizzare Tempo d'estate (1955), in cui diresse la coppia Katharine Hepburn-Rossano Brazzi in una storia d'amore ambientata a Venezia. Nel 1957 realizzò uno dei suoi capolavori, Il ponte sul fiume Kwai (1957), con Alec Guinness e William Holden. Il film ottenne un successo strepitoso e ricevette sette premi Oscar, tra cui quello alla migliore regia per Lean.

All'inizio degli anni sessanta si dedicò ai kolossal, vincendo il suo secondo Oscar per Lawrence d'Arabia (1962), in cui diresse Peter O'Toole, e Il dottor Živago (1965), accanto con Omar Sharif, Julie Christie e Rod Steiger. In entrambi i film Lean ritrovò il suo interprete preferito, Alec Guinness. Dopo l'insuccesso di La figlia di Ryan (1970), Lean si dedicò principalmente al teatro e ritornò alla regia cinematografica solo quattordici anni dopo con Passaggio in India (1984), tratto dall'omonimo romanzo di E. M. Forster, ancora con Guinness. Morì per un tumore all'età di 83 anni, a Londra.

Filmografia modifica

Regista modifica

Sceneggiatore modifica

  • La famiglia Gibbon (This Happy Breed) (1944)
  • Spirito allegro (Blithe Spirit), regia di David Lean (1945)
  • Breve incontro (Brief Encounter), regia di David Lean (1945)
  • Grandi speranze (Great Expectations), regia di David Lean (1946)
  • Le avventure di Oliver Twist (Oliver Twist), regia di David Lean (1948)
  • Sogno d'amanti (The Passionate Friends) (1949)
  • Hobson il tiranno (Hobson's Choice), regia di David Lean (1954)
  • Tempo d'estate (Summertime) (1955)
  • Passaggio in India (A Passage to India), regia di David Lean (1984)

Montatore modifica

Riconoscimenti modifica

Premio Oscar modifica

Golden Globe modifica

  • Miglior regista per Il ponte sul fiume Kwai (1957)
  • Miglior regista per Lawrence d'Arabia (1962)
  • Miglior regista per Il dottor Živago (1966)
  • Candidatura come miglior regista per Passaggio in India (1984)
  • Candidatura per la migliore sceneggiatura per Passaggio in India (1984)

Onorificenze modifica

Note modifica

  1. ^ Cfr. ComingSoon.it, Un ballo al Savoia, 1936. Regia di Victor Hanbury

Altri progetti modifica

Collegamenti esterni modifica

Controllo di autoritàVIAF (EN112356433 · ISNI (EN0000 0001 0936 4538 · ULAN (EN500336322 · LCCN (ENn80109902 · GND (DE118779087 · BNE (ESXX936888 (data) · BNF (FRcb12108950k (data) · J9U (ENHE987007333156905171 · NDL (ENJA01135625 · CONOR.SI (SL48021347 · WorldCat Identities (ENlccn-n80109902