Apri il menu principale

Desideria Rayner

montatrice cinematografica italiana

Desideria Rayner (Roma, 26 gennaio 1971) è una montatrice italiana.

Indice

BiografiaModifica

Si laurea in filosofia all'università la Sapienza di Roma. Collabora con la rivista l'Espresso, il canale televisivo RaiNews24, il programma radiofonico Golem e il programma televisivo Blob.

Dal 2001 lavora come montatrice, prima di documentari e poi anche di lungometraggi di fiction, collaborando, fra gli altri, ai film L'orchestra di piazza Vittorio, alle opere della coppia Gustav Hofer e Luca Ragazzi (Improvvisamente l'inverno scorso)[1], ai film Salvo, di Fabio Grassadonia e Antonio Piazza[2], N-Capace, di Eleonora Danco[3] e Ricordi?, di Valerio Mieli, per il lavoro sul quale riceve consensi dalla critica nazionale [4][5][6][7] e internazionale [8][9][10][11].

Ha fatto parte della giuria del Premio Solinas[12].

Nel 2012 riceve il premio cinematografico Mario Gallo[13] e collabora alla sceneggiatura del film La città ideale, di cui cura anche il montaggio.

Nel 2019 viene candidata al Ciak d'oro come migliore montatrice per il il film Ricordi?[14] e, per lo stesso film, al Nastro d'argento al migliore montaggio[15].

Vita privataModifica

È sposata con l'attore Luigi Lo Cascio, con cui ha avuto due figli[16].

FilmografiaModifica

CortometraggiModifica

  • Chi?, regia di Enrico Vecchi (2004)
  • Ciro e Priscilla, regia di Fabiana Sargentini (2005)
  • Angeli dark, regia di Paolo Guglielmotti (2007)
  • Il pacco, regia di Desideria Rayner (2008)
  • Rita, regia di Fabio Grassadonia e Antonio Piazza (2009)
  • Il numero di Sharon, regia di Roberto Gagnor (2011)
  • Dieci cadute, regia di Nicola Console (2012)
  • Il prigioniero, regia di Federico Olivetti (2018)

DocumentariModifica

LungometraggiModifica

NoteModifica

  1. ^ Gustav Hofer, Luca Ragazzi | Rapporto Confidenziale, in Rapporto Confidenziale, 14 febbraio 2010. URL consultato il 29 dicembre 2017.
  2. ^ (EN) Salvo – Review, in Reflections, 18 marzo 2014. URL consultato il 29 dicembre 2017.
  3. ^ Cristina Piccino, La ragazza con il pigiama, il Manifesto, 19 marzo 2015.
  4. ^ "Il voto positivo che, alla fine, si deve dare al film è legato da un lato allo straordinario lavoro di montaggio compiuto da Desideria Rayner che fonde sogni, desideri, prospettive, illuminazioni, e dall’altro all’interpretazione di Linda Caridi (...)", in Paolo Baldini, Week - Knightley, Garner, Aldo, Ricordi?, Corriere della Sera, 24 marzo 2019
  5. ^ "Il montaggio di Desideria Rayner tratteggia questo film armonioso e segue i giri della memoria, la sua capacità di evocare emozioni, la sua cattiveria", in Alice Catucci, #Venezia75 - Ricordi?, di Valerio Mieli - SentieriSelvaggi, su www.sentieriselvaggi.it. URL consultato il 28 settembre 2018.
  6. ^ "Valerio Mieli (...) anche stavolta accarezza i suoi protagonisti con la sua regia empatica e avvolgente, coadiuvato dalla magnifica direzione della fotografia di Daria D'Antonio e dal montaggio fluido di Desideria Rayner, che intessono una trama delicata fatta di nostalgie e di emozioni", in Paola Casella, Ricordi?, su MYmovies.it. URL consultato il 28 settembre 2018.
  7. ^ "Il lavoro della montatrice Desideria Rayner è straordinariamente sofisticato: una singola scena viene frammentata nelle diverse prospettive dei due protagonisti, perciò vediamo uno stesso episodio filtrato in parte dalla memoria di lui e in parte dalla memoria di lei. Per esempio, lui la ricorda vestita di bianco durante il loro primo incontro, lei no. Ma la Rayner non si limita a rappresentare i ricordi dei due protagonisti: ci mostra anche i piccoli dejavu, flashback e ricordi concatenati che riaffiorano alla loro mente in determinate situazioni. Senza una solida struttura narrativa, il film sarebbe crollato: eppure la Rayner riesce a fare l'impossibile, a darci l'impressione di star esplorando il flusso di ricordi e sensazioni di due persone senza che l'effetto sia disorientante e alienante. È un lavoro da manuale.", in Giuseppe Fadda, Ricordi? - La recensione del nuovo film di Valerio Mieli con Luca Marinelli, su awardstoday.it, 20 marzo 2018. URL consultato il 21 marzo 2018.
  8. ^ "The film is impressively cut", in Deborah Young, Ricordi? Review, Hollywood Reporter, 10 ottobre 2018
  9. ^ "No entanto, são os tais malabarismos que tornam Entre Tempos tão especial e a estrela, nesse ponto, é Desideria Rayner, a montadora italiana que é realmente responsável pela mágica ilusionista que hipnotiza o espectador". Ritter Fan, Crítica - Entre Tempos, in Plano Crítico, 5 novembre 2018
  10. ^ "The plot itself is quite classical, and the skeleton of the timeline is linear. It’s the montage of memories that makes the film unique and refreshing, engaging and memorable; a meticulous feat credited to film editor Desideria Rayner.", in Soha Elsirgany, Italian film 'Ricordi?' meshes memories and enchants audiences at Cairo screening, ahram online, 21 novembre 2018
  11. ^ "Y si bien este es un trabajo delicado y sensible de un director que ya había aportado una visión particular en su primera película, podemos decir sin ningún tipo de exageración que es también el trabajo monumental de Desideria Rayner, la que logró con un impecable trabajo de edición y compaginación narrar la vida de sus protagonistas a través de un caleidoscopio de recuerdos que se amalgaman entre sí sin caer nunca en la confusión o la desorientación del espectador. Un flujo de conciencia que hubiese agradado sobremanera a Marcel Proust y su eterna búsqueda del tiempo perdido.", in Miguel Silva, #6°Edición de Cine Italiano, Crítica de “Ricordi?”, de Valerio Mieli, Leedor, 7 giugno 2019
  12. ^ Premiosolinas.it -, su www.premiosolinas.it. URL consultato il 29 dicembre 2017.
  13. ^ Cosenza: Sesta Edizione del Premio Mario Gallo, su CN24. URL consultato il 29 dicembre 2017.
  14. ^ Elisa Gr, o, Ciak d'Oro 2019: le nomination tecniche votate dai critici, su Ciak Magazine, 30 aprile 2019. URL consultato il 6 maggio 2019.
  15. ^ Valentina Albora, Nastri d'Argento 2019: tutti i candidati della prossima edizione, su Cinematographe.it, 31 maggio 2019. URL consultato il 1º giugno 2019.
  16. ^ Luigi Lo Cascio: l'amore per la bellezza, in D - la Repubblica. URL consultato il 29 dicembre 2017.

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN311710709 · GND (DE1062342313 · WorldCat Identities (EN311710709