Apri il menu principale
Crystal Clear app ksirtet.pngQuesta voce rientra tra gli argomenti trattati dal progetto tematico sottoindicato.
Puoi consultare le discussioni in corso, aprirne una nuova o segnalarne una avviata qui.
ReligionSymbol.svgReligione
Monitoraggio non fatto.svg
ncNessuna informazione sull'accuratezza dei contenuti. (che significa?)
ncNessuna informazione sulla scrittura. (che significa?)
ncNessuna informazione sulla presenza di fonti. (che significa?)
ncNessuna informazione sulla presenza di immagini o altri supporti grafici. (che significa?)

Sezione senza titolo 1Modifica

Sirs, Excuse me, I always rely very much on the accuracy of Wiki, but believe me, you should really erase this funny Italian version (funny /laughable). It's the second time that I intervene on this Forum- the first was a couple of years ago about the accuracy of a voice on Italian general elections that depicted Italy (one of the 5-6 most industrialized Countries in the world-) like Tanzania of the 60's: the bias percolating from this voice tells me something: 1) the Author is a former italian communist (or catholic-communist, more likely): 60% chance 2) the Author is probably Gay and is trying to assess his/her own idea of matrimony (20% chance) for political reasons: he/she is not well acquainted with the Italian Constitution either, or the definition of Marriage and the source of the word, as other comments written in Italian have already pointed out. 3) both cases (1+2) are also possible, I gamble this assumption. At any rate he/she is terribly biased and one-sided.

But I do not really care: I can live without the Italian version of Wiki, which is patently not adequate to its fame.

Love you Wiki, anyway.

Sezione senza titolo 2Modifica

Ciao, Marco Calabrese - Rome

Volevo solo segnalare che la pratica della pallotola regalata dal padre della sposa allo sposo, nel Nord dell'Albania, è una pratica arcaica, prevista da Kanun, il primo codice consuetudinario, e risalente a qualche centinnaio di anni fa. Pregherei si tolga il presente, che fa credere che sia ancora in voga questa usanza.

Sulla definizioneModifica

La definizione di matrimonio è controversa tra gli antropologi. Io non sono un antropologo, ma mi pare che in qualunque cultura il matrimonio riveste un carattere sempre sessuale e solo opzionalmente sentimentale. Per esempio, ci sono i matrimoni di interesse, in cui il sentimento non ha un ruolo; e ci sono i matrimoni tra persone dello stesso sesso, che non sono semplici amici intimi, ma persone unite da una relazione omosessuale. Pertanto proporrei di trasformare la seguente definizione:
Il matrimonio è il riconoscimento ufficiale, da parte di uno stato, di una religione o di altri enti, di una relazione di carattere solitamente sessuale e sentimentale tra individui
nella seguente:
Il matrimonio è il riconoscimento ufficiale, da parte di uno stato, di una religione o di altre società, di una relazione di carattere sessuale tra persone.
Carlo.milanesi

  • -1 Ridurre il matrimonio a solo rapporto sessuale, mi sembra IMHO molto squallido. Gac 10:56, Ago 13, 2005 (CEST)
              Perchè togliere la scientificità della carta dei diritti dell'uomo?

Invece di togliere l'aspetto sentimentale, che effettivamente in alcuni casi c'è, alternativamente si potrebbe aggiungere anche l'aspetto dell'interesse economico.
Il matrimonio è il riconoscimento ufficiale, da parte di uno stato, di una religione o di altre società, di una relazione tra persone che può essere basata su interessi sessuali, sentimentali ed economici.
--Mauro 13:45, Ago 13, 2005 (CEST)

  • -1 Sarà anche realistico in alcuni casi, ma mettere gli interessi economici alla base del matrimonio mi sembra altrettanto squallido --Finizio 01:31, Ago 16, 2005 (CEST)

Propongo Il matrimonio è il riconoscimento ufficiale di una relazione stabile tra persone che desiderano rendere pubblica la loro unione ed accettare diritti e doveri che lo status matrimoniale comporta --Finizio 01:32, Ago 16, 2005 (CEST)

Il fatto che lo si possa ritenere squallido non è rilevante. E' un dato di fatto che molti matrimoni si basano (anche) su interessi economici; i "matrimoni combinati" non sono l'unico esempio.--Mauro 06:24, Ago 16, 2005 (CEST)

Non vi siete chiesti qual è l'etimologia di matrimonio? C'è il concetto di "mater", che fa pensare che non ha senso un matrimonio tra due uomini... Quella unione si può chiamare in altro modo: che problema c'è a definirla in maniera diversa? Non posso chiamare gol il fatto di mettere il pallone in rete dal retro della porta, anche se il risultato finale è molto simile. La negazione del matrimonio come comunità di vita e di amore di uno con una, per tutta la vita, come si è sostenuto per millenni in tutte le civiltà, è un fatto recente. Perché dovremmo seguire nella Wikipedia l'ultima moda e non piuttosto una tradizione consolidata e mai messa in discussione se non negli ultimi anni? Che poi ci siano matrimoni per motivi economici o di interesse, non cambiano la natura stessa del matrimonio: sono deviazioni. Ci sono sempre state, ma sono state riconosciute (a volte tollerate, a volte condannate o rifiutate) come tali. Nelle definizioni dovremmo attenerci a quanto dicono i dizionari "classici" come il Garzanti, senza "inventarcene" una nuova apparentemente neutrale ma in realtà denaturata: "rapporto morale e giuridico esistente tra un uomo e una donna che si impegnano, davanti a un pubblico ufficiale o a un ministro del culto, a una completa comunanza di vita" --Michele Crudele 12:55, Ago 18, 2005 (CEST)

"Nella maggior parte delle culture e delle società occidentali, il matrimonio è un legame fra un uomo e una donna allo scopo di formare una famiglia."

Non si può iniziare un articolo in questo modo, questa non è una definizione. Una definizione è composta dal genere prossimo e dalle differenze specifiche, quelle presenti invece sono precisazioni che, anche se indirettamente, lasciano trasparire l'opinione di chi scrive. Imho sarebbe più corretto così: "Il matrimonio è un contratto riconosciuto dallo stato che formalizza l'unione in una famiglia tra due o più persone".--Walter Tizzano 21:27, Set 22, 2005 (CEST)

non ho letto proprio tutto ciò k avete scritto, ma sull'ultima riga mi pare k il matrimonio sia ancora di due sole persone; discutiamo sul sesso il genere dei partecipanti, ma la quantità è ancora ferma a due: c'è forse una leggera sovrapposizione tra le definizioni di famiglia e matrimonio....--jo 13:51, Set 23, 2005 (CEST).

Ogni buona definizione dovrebbe prendere le mosse dall'etimologia della parola stessa, che per matrimonio è la seguente: deriva dal termine latino MATRIMÒNIUM composto di MÀTER madre, genitrice, e dal suffisso –MÒNIUM che accenna ad agente, azione. Quindi etimologicamente il matrimonio è l'unione legittima dell’uomo e della donna collo scopo di generar figli.

Non sono d'accordo: è ovvio che la definizione del matrimonio quì deve essere ben più ampia della limitata idea di matrimonio che diede origine al termine in tempi latini!--Paskal007r 19:26, ott 22, 2005 (CEST)

Il matrimonio è l'unione, come dice il precedente utente di MADRE/GENETRICE e AGENTE/AZIONE. Non dimentichiamo infatti che in origine (prima dei romani, prima delle svariate religioni patriarcali) il matrimonio era sancito dal PARTO della donna, e la famiglia era di tipo matriarcale, essendo l'uomo di vita cagionevole (guerre, caccia...) Oggi non abbiamo pià l'idea di matrimonio come di una donna che va sceglie un uomo e ci fa un figlio... Oggi i matrimoni si fanno per svariati motivi: di comodità economica e sociale... direi quindi: Il matrimonio è un contratto vincolante, riconosciuto dallo stato, spesso sancito da una religione, in cui due individui si vincolano l'uno con l'altro.(vedi i contratti prematrimoniali per l'economia, vedi la clausola della camera da letto per sesso e procreazione) oggi il matrimonio si è ridotto a un contratto puramente formale per assicurare al maschio una discendenza che porti il suo nome.Squallido, triste balordo è così.... In effetti la definizione ora presente va benone --T'aLon 23:23, 5 dic 2005 (CET)

manca una nota su quali siano i paesi occidentali,tanto da considerarsi stragrande maggioranza In Italia è ancora aperto il dibattito circa il riconoscimento giuridico e la tutela di unioni simili al matrimonio, già presenti nella stragrande maggioranza dei paesi occidentali. Conky77 (msg) 12:34, 29 apr 2008 (CEST)

Modifiche di Don Paolo ed avviso nNPOVModifica

Le ultime modifiche di Don Paolo mi paiono non neutrali, fortemente schierate verso la visione monogama ed eterosessuale del matrimonio.

<<Il matrimonio è l'istituzione che si riferisce alla comunità di vita che si instaura tra due individui, solitamente (in occidente fino al XX secolo esclusivamente) tra un uomo e una donna, che si impegnano a una relazione d'amore, di carattere solitamente sessuale e sentimentale. La parola indica anche il riconoscimento ufficiale, da parte di uno stato, di una religione o di altri enti, di questa relazione.>>
  • Chiamarlo istituzione mi pare POV, definirlo solamente come riconoscimento ufficiale mi pare più neutro.
  • Parlare nella definizione di una particolare forma di matrimonio, evidenziando le particolari culture/periodi in cui è stata maggiormente diffusa, è palesemente pov.
<<Il concetto di matrimonio (eterosessuale) è naturalmente legato a quello di famiglia, in quanto dall'unione carnale degli sposi sboccia naturalmente il dono della nuova vita. Tuttavia alcune persone non gli attribuiscono un nuolo chiave nella formazione di una famiglia.>>
  • La precisazione "eterosessuale" supera il pov, arrivando alla discriminazione verso le famiglie omosessuali.
  • Il concetto di famiglia intesa come genitori e figli ("dono della nuova vita") è pov
  • Un modo più neutrale di dirlo potrebbe essere: "per formare una famiglia non è ovviamente necessario contrarre un matrimonio, ma contrarre un matrimonio significa solitamente anche che i coniugi si impegnano a convivere, e ciò per definizione costituisce una famiglia"
Definizione di chi? Una convivenza non è necessariamente una famiglia (pensa ai campus universitari...). Forse un consenso sul concetto di famiglia ci darebbe meno problemi a parlare di matrimonio. --Finizio 01:21, Ago 16, 2005 (CEST)

--Mauro 22:29, Ago 15, 2005 (CEST)

Scusa Mauro, ma alcuni commenti mi sembrano pretestuosi. L'attrazione sessuale è naturalmente legata alla riproduzione in tutto il mondo animale. Questo porta alla necessità di creare un supporto alla vita nascente per favorire la trasmissione del proprio patrimonio genetico tramite la collaborazione nelle attività indispensabili quali l'alimentazione, la protezione reciproca e la trasmissione di quanto ai "cuccioli" serve per diventare individui adulti. Questo supporto nell'uomo si può organizzare nel matrimonio che ha diverse valenze: quella religiosa può non essere condivisa, ma quella civile mi sembra chiara: lo stato tutela, con le leggi sul matrimonio la solidarietà tra persone (e le persone deboli quando la solidarietà viene meno) ed (in via prioritaria) i figli che da quest'unione eventualmente nascono.

Da questo, che mi sembra possa essere condivisibile da molti, possiamo partire per chiederci fin dove possiamo chiamare un gruppo di persone famiglia e cosa significa matrimonio tra persone che per scelta o per altri motivi non rientrano in quanto detto. Quali sono le aspettative di una coppia omosessuale nei confronti del matrimonio? Quali sono quelle di una coppia eterosessuale sterile? quali quelle di una coppia che sceglie di non sposarsi ma fà figli? Questi sono POV (che tra l'altro sarebbe interessantissimo esprimere comunque!) --Finizio 01:21, Ago 16, 2005 (CEST)

Puntigliosa Precisazione Pignola
Nel regno animale la omosessualità esiste e con una certa diffusione, esiste anzi una specie di scimmie che al minimo accenno di tensione/avversione tra due individui passano subito ai "fatti" senza il minimo interesse al sesso dei due individui conivolti, età, rapporti di parentela, e soprattutto senza che questo sia indirizzato al concepimento.
quanto alla definizione di matrimonio questa deve essere il più ampia e generica possibile in maniera da includere tutte le forme di matrimonio esistenti, indipendentemente dalle finalità ma precisandone in maniera globale gli effetti!--Paskal007r 13:25, ott 8, 2005 (CEST)

La definizione di matrimonio è già scritta molto bene dalla Costituzione italiana, tutte le altre elucubrazioni (cosa centrano gli animali? forse che gli animali si sposano?)sono inutili e dannose! lascia stare quello che gli omosessuali vorrebbero, ma non è per loro possibile: "auguri e figli maschi"!--85.46.68.232 13:01, 21 mar 2006 (CET)

ModificheModifica

Vedendo fr.wiki, ho trovato un ottimo principio di articolo, o almeno, nel mio umile POV, mi è parso tale. L'ho trovato più corretto del testo di en.wiki e mi sono permesso di riscrivere l'introduzione, che ora mi pare più vicina a come di solito si intende svolgere una trattazione spinosa dalle parti nostre. Di en.wiki ho conservato il be bold, sperando di essere riuscito a restar freddo sulla materia ;-)
Prima di seguitare, notando come sia necessario dare ora, adesso, una strutturazione accettabile all'articolo anche in termini di organizzazione dei paragrafi, per poter poi lavorarci meglio, mi piacerebbe verificare se vi sia consenso degli altri Wikipediani interessati.
Leggendo poi le note di discussione precedenti, mi sento di esprimere qualche riflessione:

  • l'antropologia è certo rilevante, ma al pari di tante altre discipline che si interessano al matrimonio, quindi occorre bilanciare tutti gli argomenti secondo i vari "tipi" e "modi" di osservazione, non restando ancorati ad un tipo ed ad un modo di vederli. Per il giurista è una cosa, per il biologo è un'altra, ed anche il commercialista ha qualcosa da dire... Non è facile dar conto di tutto, ma non è detto che si debba per forza fallire ;-)
  • che in Italia sia tuttora prevalente il matrimonio religioso, non ci consente di trattarne come se questo sia la norma ed il resto un corollario. Per di più, bisogna trattare anche di quanto accade oltre confine. Mi spiace molto, personalmente, dover cassare lo sboccio delle nuove vite, che ingentilisce ed aggrazia il testo, ma dovremmo purtroppo restare ad argomenti più bassamente materiali. E dovremo abbandonare modi di descrizione come ad esempio il "deterioramento delle famiglie tradizionali", perché il significato delle parole contiene punti di vista (che fuori di qui potremmo anche condividere, ma che qui dobbiamo lasciar fuori). Un paragrafo sul "matrimonio ai giorni nostri" è stato perciò rimosso (ma è tuttora leggibile in editing), perché IMHO troppo poco distanziato dalle trasparentissime personali opinioni dell'estensore.
  • manca, perché il testo la sottintende, forse perché istintivamente anche noi la sottintendiamo, una spiegazione del rapporto fra la morale pubblica, il sesso e il matrimonio. Non parliamo poi della necessità di introdurre la menzione del fatto che c'è pure chi si sposa per amore (strano ma vero :) e dunque aggiungere questo tema. Non è affatto un tema lieve, ma occorre affrontarlo. Come sarà meglio farlo? Chi si sente di farlo?
    Grazie per le vostre proposte ;-) --Sn.txt 02:43, Ago 16, 2005 (CEST)


Più che un aspetto particolare vorrei sottolineare la mancanza del punto di vista dello stato, ovvero il motivo della creazione da parte dello stato di questo istituto giuridico. Ad esempio la frase "Nei tempi moderni, il termine matrimonio viene generalmente riservato a un'unione approvata dallo stato" è scorretta, andrebbe piuttosto detto "[...] un certo tipo di unione rilevante per lo stato (ed in quanto tale sostenuta e regolamentata)".

Il matrimonio ha senso, per lo stato, soltanto perché facilita, nello specifico modello di convivenza sociale, il mantenimento e lo sviluppo della società. Appunto per questo, secondo il mio modesto parere, è scorretto parlare di "matrimonio omosessuale", che andrebbe piuttosto descritto a parte come "unione omosessuale", e unito al matrimonio convenzionale in una pagina che descriva le "unioni civili" o i "modelli di convivenza basati su ragioni sentimentali" o qualcos'altro ancora, perché il riconoscimento di un'unione omosessuale avrebbe/ha un'altro significato (se vogliamo "interesse"), quello di regolamentare situazioni potenzialmente dannose (sensazione di insicurezza, di disagio...) per lo stato. --Mente 00:34, 23 nov 2005 (CET)


No, amico. Il punto è che, indipendentemente dal fatto che te ritieni inappropriato l'uso della parola matrimonio per definire le unioni omosessuali, in sempre più Paesi il matrimonio viene aperto alle coppie dello stesso sesso. Se vogliamo descrivere -come è lo scopo di questa sezione di enciclopedia virtuale- ciò che il matrimonio è non possiamo prescindere da ciò.

Marco

Sempre più paesi? ma sesono 4 gatti?--85.46.68.232 13:02, 21 mar 2006 (CET)

DIVIDIAMO L'ARTICOLOModifica

Propongo di dividere l'articolo. Ossia matrimonio principale che rimanda ad altre voci:

  • Matrimonio nelle civiltà pre-cristiane
  • Matrimonio nelle società occidentali
  • Matrimonio nelle società orientali

queste ultime due potrebbero benissimo fatte come matrimonio nella cultura ebraica, matrimonio nella cultura cattolica, nella cultura araba, indiana e così via ad aggiungere man mano che ci viene in mente.

  • Matrimonio omosessuale
  • Pacs
  • Strumenti per terminare il matrimonio (Divorzio, sacra rota...)

Fatemi sapere.... BAXXX --T'aLon 00:19, 9 dic 2005 (CET)

Secondo me l'articolo e' piu' completo (e piu' bello) se mette insieme tutte le varie forme di matrimonio. Semmai potremmo decidere di comune accordo come intitolare i vari paragrafi. Ad esempio, mi sembra che il matrimonio monogamico fra uomo e donna (pur coesistendo a volte con altre forme di matrimonio) sia sempre stato presente e maggioritario in ogni cultura. Giusto? --Junior 11:54, 1 mar 2006 (CET)

genere vs sessoModifica

In Italia l'accesso al matrimonio è consentito solo alle coppie di sesso diverso.

scusate se nn m'arrischio a correggerlo, ma sono un po' di corsa: forse, più che sesso la parola da usare sarebbe genere, e cmq sono i due individui della coppia che dovrebbero ess di genere diverso, e nn le coppie, come pare di capire))) sono due persone di diverso genere k si uniscono a formare una coppia, a me pare una sfumatura diversa quella attualm descritta nell'articolo...--jo 15:47, 12 dic 2005 (CET)

perchè cristianesimo ?Modifica

L'articolo così com'e' non e' male.... ma perche' mai dovrebbe essere nella macro-categoria (o forse si chiama template) "cristianesimo" se parla del matrimonio cristiano solo tra i tanti ? cosa c'entra ?

--gsg 00:29, 1 mar 2006 (CET)

Hai ragione, probabilmente perchè è il più diffuso e il primo che viene in mente a parlare di matrimonio. Forse il matrimonio cristiano andrebbe spostato in una voce a parte... Amon(☎telefono-casa...) 01:10, 1 mar 2006 (CET)
Visto che il matrimonio monogamico fra uomo e donna esisteva gia' (prima che Gesù lo elevasse a Sacramento) il matrimonio cristiano non ha "inventato" nulla di particolare. E' logico che, essendo il piu' diffuso, se ne debba parlare in questo articolo. Per quanto riguarda la categoria credo sia corretto lasciarla anche se non si parla solo di questo. Mi sbaglio? --Junior 12:11, 1 mar 2006 (CET)
Penso intendesse il template che c'era in fondo alla voce. Amon(☎telefono-casa...) 12:52, 1 mar 2006 (CET)

tradurre è sempre un po' tradire (proverbio francese)Modifica

Con tutto l'amore del mondo per chi si prende (e si e' preso in passato) la briga di tradurre le voci da altre lingue, vorrei dire che mi viene un dubbio... Vorrei premettere che non sono un no-global, pero' questa cosa la devo dire: cosa ci dice che la pagina (anglosassone o francese che sia) di un'altro paese corrisponda al nostro modo di vedere e valutare le cose? Cosa ci dice che, ad es. la wiki che ha piu' voci (inglese), sia piu' autorevole o piu' neutrale di altre? Il concetto di neutrale cambia fra le diverse culture oppure no? (che ci volete fa': oggi so' filosofo...) --Junior 13:08, 1 mar 2006 (CET)

Comunque e' un buon inizio, specialmente quando una voce e' nuova e non si trovano fonti abbastanza NPOV... Mi rendo conto adesso che le cose da me scritte qui sopra potevano essere interpretate come una critica: non e' e non voleva esserlo. Mi scuso comunque con chi ha tradotto egregiamente e con dedizione molte delle voci di wiki e si fosse in qualche modo risentito. --Junior 16:40, 2 mar 2006 (CET)

Non è NPOV?Modifica

che ha al momento di POV questo articolo? Eventualmente indicatelo con {{AvvisoNPOV paragrafo|testo POV}} nel testo

ps: converrebbe separare il matrimonio come sacramento in una sezione o in un articolo a parte (tipo Matrimonio (sacramento) per poterlo indicizzare meglio, magari inserendo là anche l'annullamento del sacramento del matrimonio che sta nella voce divorzio --Riccardov 17:56, 22 mar 2006 (CET)

Modifiche effettuateModifica

Ho continuato la traduzione ed ho cancellato alcune statistiche e opinioni riguardanti la popolazione americana, perché siamo in Italia e quindi sono poco interessanti; in sostituzione sto cercando statistiche simili riguardanti l'Italia.--Mente 11:00, 27 mar 2006 (CEST)

non cancellare informazione, può comunque essere utile, se l'articolo diventa troppo grande basta creare nuove voci --Riccardov 12:38, 27 mar 2006 (CEST)
Concordo con Riccardo; inoltre questa wiki è solo scritta in italiano, ma la portata delle informazioni contenute deve essere "globale" (come in questo progetto).--Mauro 13:11, 27 mar 2006 (CEST)
Chiedo venia per la catena di modifiche. Penso che si evidenzi uno dei problemi di wikipedia: coordinamento. Nelle linee guida dell'enciclopedia si raccomanda di adattare gli articoli al contesto italiano, mentre voi chiedete di riportare tutte le informazioni. Personalmente non ho obiezioni (difatti ho reinserito il testo nascosto), ma bisognerà pur mettersi d'accordo. Anche perché tra testo francese (in coda, che quindi andrà tradotto e inserito con cognizione) e inglese (con decine di voci correlate che probabilmente non saranno mai presenti nell'enciclopedia italiana), non si capisce molto e di conseguenza si perde tempo. --Mente 15:28, 27 mar 2006 (CEST)

Diritti e doveriModifica

  • "Il matrimonio conferisce diritti e doveri... anche in relazioni più private quali il comportamento sessuale, l'intimità e l'amore." Cosa si intende? --CP Z 15:05, 21 apr 2006 (CEST)
  • e "Il matrimonio talvolta: stabilisce il padre legale del figlio di una donna; stabilisce la madre legale di un uomo; dà il controllo al marito o alla sua famiglia della sessualità, lavoro e/o proprietà della moglie ; dà il controllo alla moglie o alla sua famiglia della sessualità, lavoro e/o proprietà del marito; stabilisce proprietà comuni a favore dei figli; stabilisce una relazione tra le famiglie del marito e della moglie"...? --CP Z 15:07, 21 apr 2006 (CEST)

sottolineo che non ho scritto io questo, ho solo riorganizzato il testo preesistente in modo che fosse più leggibile, conviene cercare l'autore prima delle mie modifiche --Riccardo(?) 15:35, 21 apr 2006 (CEST)

*...e chi ha detto che l'hai scritto tu?! --CP Z 15:47, 21 apr 2006 (CEST)

RistrutturazioneModifica

ho effettuato vari spostamenti di testo nell'articolo cercando di costruire qualcosa di meglio categorizzato, relegando la storia in un'apposita sezione, scorporando gli aspetti religiosi in matrimonio (religione) e matrimonio (sacramento), scorporando la celebrazione del matrimonio alla migliore voce nozze, effettuando vari altri piccoli spostamenti; l'articolo continua comunque ad essere enorme e difetta della parte più importante: il matrimonio nell'ordinamento giuridico italiano (che magari sta in una voce che non conosco) che andrebbe aggiunta da chi ne sa qualcosa.

Io scorporerei anche la parte di storia del matrimonio in una voce a se storia del matrimonio, obiezioni? --Riccardo(?) 15:52, 21 apr 2006 (CEST)

  • In questo caso, secondo me, la lunghezza della voce è indice di completezza: non scorporerei. hai fatto un bel lavoro (e anche stavolta niente... "ostracismo" :)))) )..--CP Z 15:57, 21 apr 2006 (CEST)
eh eh eh, grazie :-) però faccio notare che modificare una voce di 50k è difficile e i browser si appesantiscono --Riccardo(?) 16:05, 21 apr 2006 (CEST)
  • ...ah... --CP Z 16:07, 21 apr 2006 (CEST)


Regolazione dei rapporti sessualiModifica

Nel paragrafo con questo titolo c'è un po' di confusione, secondo me. Prima si parla di "mondo ebraico, musulmano o cristiano" facendo esplicito riferimento alla religione (vedi i wikilink). Poi si dice "la maggior parte di queste società hanno tacitamente accettato il sesso", passando dall'ambito religioso a quello sociale. Le due cose non coincidono. Così si rischia di suggerire che il comportamento e il sentire comune di una società influenza e cambia la morale religiosa, cosa quasi mai vera.

Anche il legame di causa/effetto: "matrimonio in gravidanza" >>> "accettazione del sesso fuori del matrimonio" mi sembra un po' tirato per i capelli. Accettare un matrimonio in gravidanza è una scelta di responsabilità per il nascituro, accettare il dato di fatto della gravidanza e guardare al futuro; ma non vedo come possa avallare il sesso fuori del matrimonio. Prendere atto delle conseguenze di un gesto non vuol dire approvarlo.

Propongo di eliminare l'intera frase: "In realtà, la maggior parte di queste società hanno tacitamente accettato il sesso tra persone non sposate se accettano il matrimonio in caso di gravidanza." Luccaro 16:06, 16 mag 2006 (CEST)

son d'accordo si e no, i difetti che hai riscontrato derivano dall'origine copia/incolla di questo articolo, quindi conviene probabilmente correggere e rifrasare molti punti, ma riguardo alla "tacita accettazione" lascerei la frase, in fondo descrive una situazione reale; un altro modo di prendere atto sarebbe quello di vietare il matrimonio alle madri incinte, cosa che (che io sappia), non esiste --Riccardo(?) 17:12, 16 mag 2006 (CEST)

ho provato a dare un piccolo ritocco, vedete che ne pensate... --gsg 18:24, 16 mag 2006 (CEST)

mah, il ritocco va bene, ma non credo che la limitazione del sesso fuori dal matrimonio sia caratteristica delle sole religioni monoteiste, mi sembra che in gran parte delle culture (salvo l'occidente attuale) se due giovani fanno sesso rischiano grosso, altre culture hanno anche orride misure preventive (infibulazione) o peggio --Riccardo(?) 18:31, 16 mag 2006 (CEST)

questo e' vero... --gsg 18:34, 16 mag 2006 (CEST)

Piccola eliminazioneModifica

Avviso che ho tolto la seguente frase dal paragrafo storico che parlava del matrimonio nell'antica roma:

È evidente come, ed è naturale che sia così, la convivenza preceda storicamente il matrimonio, quindi l'attuale diffusione di tale forma di relazioni non rappresenta una novità storica ma risulta essere vecchia di almeno 2500 anni.

La ritengo non neutrale e soprattutto di nessuna utilità. Amon(☎ telefono-casa...) 21:07, 1 ago 2006 (CEST)

domanda sul Matrimonio CristianoModifica

Una curiosita' (ke nn ho visto indicato nell'articolo): Ma in Italia, una coppia di cui uno dei due nn e' stato bazzettato (e quindi nn ha fatto comunione ecc..) si puo' sposare in chiesa? o prima dovrebbe battezzarsi? Grazie per eventuali chiarimenti.

Spiacenti ma...

Wikipedia non è un forum di discussione!
Consulta la pagina Esplorare Wikipedia o fai una ricerca direttamente sull'enciclopedia. Se hai una domanda da porre non riguardante il funzionamento di Wikipedia, chiedi all'Oracolo. Se non troverai una voce che appaghi la tua curiosità, prima o poi potresti contribuire scrivendola tu! Grazie.

--MarcoK (msg) 18:31, 10 ott 2006 (CEST)


Tra moglie e marito...Modifica

Ho reindirizzato le due voci come nel wiki inglese, però secondo me potrebbero aspirare a due paginette distinte che ne pensate? Xavier121 13:11, 20 nov 2006 (CET)

Aggiungere statistiche?Modifica

Mi sembra che manchi una parte di statistiche, che faccia la storia in questi anni dell'evoluzione del matrimonio. Ad esempio la % di persone sposate e la percentuale dei matrimoni civili, visto che sono evoluzioni che testimoniano l'evoluzione dell'istituzione. Io posso lavorarci e fare una prima parte, che però metterei in una voce a parte (tipo "Matrimoni-statistiche") in modo da non appesnatire troppo questa voce che è già molto consistente --Orson69 12:36, 13 feb 2007 (CET)

  • Secondo me è un'ottima iniziativa. Però eviterei, almeno inizialmente, di creare un'altra voce: valutiamo l'entità delle modifiche e poi decidiamo se spostare (si potrebbe iniziare ad esempio a sfoltire/eliminare parti meno importanti come le citazioni) --Charlz 13:19, 13 feb 2007 (CET)

ho messo marito e mi esce matrimonio... correggete...Alessandro

Matrimonio come sacramentoModifica

E' del tutto impreciso affermare che il concilio Lateranense IV ha «istituito il matrimonio come sacramento» e più sotto «Nella Chiesa cattolica e nelle Chiese ortodosse il "santo matrimonio" è considerato uno dei sette sacramenti.» visto che il suddetto concilio non appartiene alla tradizione Orientale ma a quella Latina.

Tabella dei matrimoni civili regione per regioneModifica

Ho elaborato una tabella della percentule dei matrimoni civili per regione, attraverso i dati dell'ISTAT, ma viene spostata in Altri progetti. Credo sarebbe opportuna riportarla nella sezione dedicata ai matrimoni civili.

matrimonio tra due persone?Modifica

Forse è eccessiva pedanteria, ma la rimozione del "solitamente" dalla frase "Con il termine matrimonio si intende solitamente un legame fra due persone finalizzato alla formazione di una famiglia" non è completamente corretta: potrebbero esservi delle eccezioni, come ad esempio nel caso della "poliandria adelfica", in cui una donna sposa un gruppo di fratelli. --Beechs(dimmi) 01:33, 11 apr 2009 (CEST)

Critiche: Matrimonio Svantaggioso per le DonneModifica

Credo che la seguente proposizione non sia inerente all'argomento del paragrafo:

D'altro canto, il matrimonio è spesso servito ad assicurare alla donna il supporto continuativo del marito e le ha permesso di concentrarsi meglio sull'allevamento dei figli. Tale sicurezza è stata tipicamente più grande quando e dove il divorzio è stato più difficile da ottenere.

Si dovrebbe trattare di critiche, non di pro e contro. --Ithiliond 19:59, Nov 03, 2009 (CEST)

Sezione: La crisi del matrimonio religioso e la crescente diffusione dei matrimoni civiliModifica

La sezione è gravemente affetta da localismo ed inoltre le tabelle, in particolare quelle "verticali", creano notevolissimi problemi di impaginazione. --Piero Montesacro 18:11, 18 feb 2010 (CET)

Proporrei le due seguenti modifiche, per migliorare la sezione. 1)fare un'unica tabella con la percentuale dei matrimoni civili nel corso degli anni, e mettere nelle righe l'elenco delle città 2) Creare una sottosezione in cui si parla degli altri paesi


Riprendo il tema perché effettivamente si sta creando oltre che un eccesso di localismo, un eccesso di dettaglio, difficilmente aggiornabile ogni anno, ma soprattutto non in tema con la voce Matrimonio. Potrebbe essere molto più adatto mettere queste statistiche in Matrimonio_(ordinamento_civile_italiano) Attendo pareri. --cyberfido (msg) 09:16, 3 dic 2011 (CET)

titoloModifica

Il titolo di questa voce dovrebbe essere "Matrimonio (antropologia)". Se cerco informazioni sul matrimonio è più probabile che cerchi informazioni sul diritto civile del matrimonio o, al più sul matrimonio religioso. "Matrimonio" dovrebbe essere una disambigua.--Pop Op 15:45, 25 mag 2010 (CEST)

Attenti alla LegaModifica

""Tale fuga prematrimoniale, in uso fino a tempi recenti specialmente nelle regioni del sud Italia, veniva compiuta talvolta in accordo con una o entrambe le famiglie dei transfughi le quali, in tale frangente, sono giustificate alla celebrazione di immediate nozze riparatrici, prive dei rituali e costosi ricevimenti.""

Specialmente nelle regioni del Sud Italia? Scusate, ma quest'affermazione sa troppo di leghisti: la elimino. Tiziano

Religione e divorzioModifica

Vorrei solo spiegare perché ho etichettato la seguente frase come "senza fonte": In generale, le religioni credono che i legami matrimoniali si esauriscano dopo la morte.

A me risulta che il matrimonio sia considerato "fino alla morte" solo per una parte di cristiani. Sono certo che non sia così per la Legge giudaica, né per quella islamica. Ne so meno sulle altre religioni ma ricordo dai miei studi di antropologia culturale che il manuale diceva che divieto di poliginia e (mi pare anche) di divorzio fossero presenti quasi solo nella cultura "occidentale" per via del retaggio cristiano cattolico. Attendo delucidazioni da chi ha maggiore conoscenza.

Matrimonio onlineModifica

La nota che punta al sito hxxp://www.matrimonionline.com/qw/help.jsp mi pare che sia solo pubblicita per il suddetto sito, se si vuole inserire una fonte che dica che questa pratica sarebbe popolare ci vuole una fonte che lo citi non una che offra il servizio. Io sarei per rimuoverla salvo che non venga supportata da una fonte (e anche in quel caso lasciare la fonte citata, non il puntatore al servizio)--Moroboshi scrivimi 22:58, 10 ott 2011 (CEST)

Tradizioni legate al matrimonio - sezione scambio delle fedi: mano della fede non dipende da nazione, ma da lingua/culturaModifica

Vorrei notare che è sbagliato che "A seconda della nazione cambia la mano utilizzata per portare la fede". La mano della fede non dipende dalla nazione, bensì dall'ambito culturale. Per esempio in Alto Adige i sposi tedeschi (cioè, la maggioranza della popolazione) portano la fede a destra. Sarebbe interessante sapere dove la portano gli italiani e i francesi in Svizzera, o le communità italiane e turche in Germania.

Cambierei la frase sopra in "A seconda dell'ambito culturale cambia la mano utilizzata per portare la fede".

La definizione in intestazione è sbagliata. Il matrimonio è l'istituto giuridico, basato sulla procreazione e sull'allevamento dei figli, su cui è fondata la famiglia. Esso preesiste lo Stato e gli ordinamenti giuridici formali.Modifica

Esso ha lo scopo di regolare i rapporti giuridici tra i coniugi e quelli che insorgono con la procreazione, sia all'interno della famiglia, sia nei confronti di terzi. Alcuni paesi ricchi hanno, in epoca post-moderna, espanso l'ambito giuridico del matrimonio a persone dello stesso sesso.

Il testo di riferimento dev'essere L'articolo 16 della Dichiarazione universale dei diritti umani, che afferma: « Articolo 16 Uomini e donne in età adatta hanno il diritto di sposarsi e di fondare una famiglia, senza alcuna limitazione di razza, cittadinanza o religione. Essi hanno eguali diritti riguardo al matrimonio, durante il matrimonio e all'atto del suo scioglimento. Il matrimonio potrà essere concluso soltanto con il libero e pieno consenso dei futuri coniugi. La famiglia è il nucleo naturale e fondamentale della società e ha diritto ad essere protetta dalla società e dallo Stato. »

Matrimonio, gaymonio, matrigaymonio o gaymatrimonioModifica

Per salvare il diritto di tutti e la correttezza nominale: il matrimonio tradizionalmente è l'unione istituzionale tra una donna e un uomo; il gaymonio potrebbe essere l'unione istituzionale tra due gay donne o uomini; matrigaymonio o gaymatrimonio potrebbe essere l'unione istituzionale di due gay donne o uomini dove uno dei partner si sente donna e potenzialmente madre. Alberto Pento --79.38.249.59 (msg) 08:10, 11 nov 2015 (CET)

Nessuna di queste diciture è registrata dai dizionari e/o entrata nell'uso comune.--Moroboshi scrivimi 08:41, 11 nov 2015 (CET)

Restrizioni al matrimonioModifica

Ho levato il paragrafo restrizioni al matrimonio in quanto quello che era esposto era già ampiamente riportato nei paragrafi successivi, nei quali v'è una descrizione più ampia ed accurata. Evidenzio peralto come quelle tre righe di testo esprimevano una RO nella parte in cui indicavano in termini assoluti (come verità calata dal cielo) l'argomentazione della stabilità del rapporto familiare quale ragione ostativa della poligamia) e del matrimonio tra due persone dello stesso sesso.------Avversarīǿ - - - >(MSG) 00:39, 22 nov 2016 (CET)

Collegamenti esterni modificatiModifica

Gentili utenti,

ho appena modificato 1 collegamento/i esterno/i sulla pagina Matrimonio. Per cortesia controllate la mia modifica. Se avete qualche domanda o se fosse necessario far sì che il bot ignori i link o l'intera pagina, date un'occhiata a queste FAQ. Ho effettuato le seguenti modifiche:

Fate riferimento alle FAQ per informazioni su come correggere gli errori del bot

Saluti.—InternetArchiveBot (Segnala un errore) 22:52, 11 ott 2017 (CEST)

Matrimonio con se stessoModifica

Sarrebbe utile inclure qualche righe sul "matrimonio con se stesso" (legalità, origine, opinioni... ). Penso a Nello Ruggiero e Laura Mesi...

Vedi: en:Sologamy

Grazie.

--AXRL (msg) 20:24, 15 nov 2017 (CET)

Certo, si può fare, se lo si ritiene necessario si potrebbe proprio farci una voce apposta, se hai idee scrivi pure [@ AXRL] Martin (scrivimi) 21:02, 19 nov 2017 (CET)
Ecco fatto. --AXRL (msg) 01:54, 20 nov 2017 (CET)
Ottimo, direi che visto che è così collegato al matrimonio, oltre che nella sezione"altre voci", il link possa andare anche in una sezione sua, che dice in sintesi di cosa tratta, poi col template {{vedi anche}} ci metti il link alla voce. [@ AXRL] Martin (scrivimi) 17:50, 20 nov 2017 (CET)

Collegamenti esterni modificatiModifica

Gentili utenti,

ho appena modificato 2 collegamento/i esterno/i sulla pagina Matrimonio. Per cortesia controllate la mia modifica. Se avete qualche domanda o se fosse necessario far sì che il bot ignori i link o l'intera pagina, date un'occhiata a queste FAQ. Ho effettuato le seguenti modifiche:

Fate riferimento alle FAQ per informazioni su come correggere gli errori del bot

Saluti.—InternetArchiveBot (Segnala un errore) 20:21, 24 mar 2018 (CET)

Collegamenti esterni modificatiModifica

Gentili utenti,

ho appena modificato 1 collegamento/i esterno/i sulla pagina Matrimonio. Per cortesia controllate la mia modifica. Se avete qualche domanda o se fosse necessario far sì che il bot ignori i link o l'intera pagina, date un'occhiata a queste FAQ. Ho effettuato le seguenti modifiche:

Fate riferimento alle FAQ per informazioni su come correggere gli errori del bot

Saluti.—InternetArchiveBot (Segnala un errore) 20:32, 11 mag 2018 (CEST)

Ritorna alla pagina "Matrimonio".