Apri il menu principale
Crystal Clear app ksirtet.pngQuesta voce rientra tra gli argomenti trattati dal progetto tematico sottoindicato.
Puoi consultare le discussioni in corso, aprirne una nuova o segnalarne una avviata qui.
ComuniItalianiIcona.pngComuni italiani
Monitoraggio non fatto.svg
ncNessuna informazione sull'accuratezza dei contenuti. (che significa?)
ncNessuna informazione sulla scrittura. (che significa?)
ncNessuna informazione sulla presenza di fonti. (che significa?)
ncNessuna informazione sulla presenza di immagini o altri supporti grafici. (che significa?)

Indice

CittàModifica

Ma tutti i paesi della Sardegna sono indicati su Wikipedia come città? Non è che superati i 2000 abitanti si aquisisce lo status di città, un paese rimane paese, anche quando contiene esempi di estrema modernità come case a più di 2 piani o strade asfaltate.

Nuoro fu dichiarata città con Editto Reale nel 1836,la voce lo riporta anche... che senso ha postare qui questa domanda? Lo si faccia nelle voci di quei paesi in cui scrivono "città". Salvatore Pinna

Cioè, Oristano? Già fatto anche là. Nuoro sarà stato anche dichiarato città nel 1800 ma è molto lontano dal concetto moderno di città, gli stessi abitanti stanno imparando a sostituire "paese" con "città" solo da qualche anno. Anche Gonnosfanadiga è "Città dell'olio" ma è un modo di dire. Nuoro a sbilanciarsi è appena una cittadina, il termine più corretto in questa sede sarebbe "comune". Comunque se la cosa è d'importanza vitale lasciate pure il termine che vi fa sentire meglio.

A me non mi fa stare meglio nulla... se Gonnosfanadiga si fregia del titolo di città senza il DPR che glielo attribuisce sono fatti loro. Qui non si sta dicendo che Nuoro è una città come Parigi o Roma, ma che ha il titolo di città. Punto. Perché se andiamo a vedere quello anche Cagliari e Sassari sono dei paesoni e non delle città. Gli abitanti di dove scusa si stanno abituando a dire paese? Quelli di Nuoro certamente no, non mi risulta. E firmati che non fa mai male. Salvatore Pinna

Comunque eccoti, estratto da Wiki, la definizione di "città" (il grassetto è mio così ti aiuto): "Una città è un insediamento umano esteso e stabile, un'area urbana che si differenzia da un paese o un villaggio per dimensione, densità di popolazione, importanza o status legale. Il termine italiano città deriva dall'analogo latino civitas, e deriva dalla stessa etimologia di civiltà. Una definizione sintetica di città potrebbe essere: concentrazione di popolazione e funzioni, dotata di strutture stabili e di un territorio. Tale definizione presenta il vantaggio di una maggiore duttilità. In senso amministrativo il titolo di città spetta ai comuni ai quali sia stato formalmente concesso in virtù della propria importanza e varia secondo gli ordinamenti giuridici dei vari Stati." Fatti anche un giretto su questa pagina: http://it.wikipedia.org/wiki/Citt%C3%A0_d%27Italia#Sardegna e su http://www.comuni-italiani.it/091/051/stemma.html Salvatore Pinna

Se vogliamo essere corretti e rientrare nella definizione è giusto ciò che dice Salvatore. Le precisazioni delle varie tipologie di città rimangono precisazioni, approfondimenti, che non cambiano di una virgola il concetto. L'unica cosa che si discosta è ka metropoli, una città enorme allargata che presiede a quelle vicine, lì si può cambiare nome, ma le cittadine rimangono città, quindi ogni puntualizzazione rimane tale.. Sara

NugoroModifica

Solo una cosa: la radice indicata come indoeuropea mi pare improbabile. alla fine penso si possa anche mantenere così, ma sarebbe meglio levarla se non c'è roba seria a sostenerla. Crux de Nugor.

Ho aggiunto un riferimento riguardo a Nuoro inteso come focolare domestico. Cercherò eventualmente anche qualche fonte più autorevole. Comunque la prossima volta prima di cancellare del testo, è meglio se piuttosto inserisci il template {{citazione necessaria}}, subito dopo il passaggio che ritieni controverso e senza riscontro. --ElfQrin 00:14, 6 ott 2006 (CEST)
Ok, ma sono piuttosto sicuro. I suoni ur, or nur sono comunissimi nel centro Sardegna e sembra indichino alture, monti o cose così, dai un'occhiata ai toponimi... Crux de nugor
Il fatto che tu sia "piuttosto sicuro" non significa niente: tra "Nur" e "Nugoro" potrebbe esserci la stessa relazione che esiste tra "palla" e "padella". Comunque non eliminare del testo referenziato se non hai prove maggiori del contrario. --ElfQrin 22:35, 19 ott 2006 (CEST)

O madonna. La questione è semplice: i primi popoli indoeropei ad arrivare nel centro barbagia furono i romani e hogar non mi sembra proprio una parola latina pensa un pò. In sardegna ci sono toponimi con domus, e quelli sono latini senza dubbio. Sono invece frequentissimi altri con radici ur or( orani, orune, ortueri, orgosolo etc) e nur-nor( nurra, nuraghe, nora) e nuraghe non è una parola indoeuropea maledizione. Fra l'altro non riesco proprio a capire da cosa sarebbe uscita la N iniziale partendo da un h etimologica. Da una h si può arrivare a g, c, j spagnola, non mi pare a una n che è una nasale. Io quella roba non la cancello, ma spero che, dopo le attente e approfondite ricerche che sono sicuro fai prima di renderci partecipi della tua scienza, non esiterai a modificarlo tu stesso. --Crux de nugor

Allora ho capito che non hai capito: il confronto con l'inglese "home" e lo spagnolo "hogar" non è per dire che la parola "nugoro" sarebbe derivata da essi o viceversa. Anzi, potrebbe benissimo derivare da nur o ur come dici tu, infatti non ritengo le tesi contrastanti e non ho cancellato il tuo testo (ma sarebbe opportuno che aggiungessi i riferimenti a qualche saggio nell'articolo). Tale confronto serve soltanto per rendere semplicemente il significato di "casa/focolare". Mentre infatti in italiano utilizziamo la parola "casa" per esprimere sia l'edificio sia l'ambiente familiare, mentre in inglese tali concetti si esprimono con "house" e "home", e in spagnolo con "casa" e "hogar". Spero di essere stato chiaro questa volta. --ElfQrin 16:21, 31 ott 2006 (CET)

Se si discute di etimologie ovviamente il confronto serve solo a portare avanti una tesi etimologica, poi se ci vogliamo prendere in giro va bene, mi sono rotto. Fai un po come ti pare.

Sospetta violazione di CopyrightModifica

L'utente Tinette ha segnalato Nuoro come una violazione di copyright di http://www.universitaitaliane.it/citta.asp?IDcitta=78 Tuttavia tutto indica che siano loro a rimaneggiare gli articoli prelevati da Wikipedia a da altri siti (in genere i siti ufficiali dei comuni in questione). Esempi:

--ElfQrin 21:34, 21 ott 2006 (CEST)

Due cose: etimo e "Atene sarda"Modifica

Circa il possibile etimo di Nugoro, be', ne esistono anche altri, e non di poco conto. Vogliamo citare almeno M. Pittau? Lui sostiene che il sardiano (ossia il sardo pre-latino) sia fortemente connesso con le lingue indoeuropee a monte e con l'etrusco a valle. A detta di Pittau Nugoro (non Nugor) significherebbe: "il luogo degli alberi di noce", secondo la diffusa attribuzione di denominazioni arboree ai luoghi abitati o frequentati. Un'altra etimologia collega Nu-goro al greco antico (neo-chora, nuova regione, nuovo luogo, ossia nuovo insediamento): la si proponeva su un numero di Sardegna Mediterranea di un paio d'anni fa, di cui in questo momento non ho la copia sottomano (non ricordo a memoria chi fosse l'autore dell'articolo in cui se ne parlava). Insomma, di possibilità ce ne sono diverse e sulla questione sardi=non indoeuropei la discussione è parecchio aperta (come anche sul reale significato della locuzione "lingue indoeuropee"). Perciò, non credo che qualcuno possa arrogarsi la facoltà di esprimere l'ultima parola sul tema. In ogni caso, porterei qualche fonte a sostegno delle varie tesi e, soprattutto, lascerei da parte gli insulti, specie quelli anonimi (pessima cosa, gente!). Quanto alla questione "Atene sarda", è una definizione storicizzata, venuta in auge sugli organi di informazione del primo Novecento, allorché Nuoro esprimeva premi Nobel e vincitori della Biennale di Venezia, oltre che poeti, pittori, grandi giuristi, ecc. Non è mica per fare un torto ad altre città sarde, se la si riporta. In realtà, per dirla tutta, Cagliari non ha mai espresso un contributo significativo alla cultura, all'arte, alla stessa politica sarda, se non in misura molto piccola in termini assoluti e ancor meno significativa in termini relativi (considerate dimensioni demografiche e potenzialità: scuole, università, giornali, enti amministrativi, ecc.). Sassari, dal canto suo, con una storia "cittadina" più cospicua alle spalle, è sempre stata un centro molto vivo, ma nel periodo in cui per Nuoro venne forgiata la definizione di "Atene sarda" era un po' in fase di stasi, mentre Nuoro emergeva prepotentemente alla ribalta italiana e internazionale grazie alle personalità di cui sopra. Lasciamo perdere campanilismi ridicoli, per piacere, almeno in questa sede, e cerchiamo invece di essere costruttivi.--Omar Onnis (msg) 16:56, 30 mar 2008 (CEST)

Il NovecentoModifica

capisco che il paragrafo sia stato scritto da nuoresi, ma mi pare eccessivo definire un paese come Nuoro il principale centro dell' avanguardia sarda, in fondo a Parte Grazia Deledda non mi pare che ci siano stati altri artisti noti non dico a livello internazionale, ma almeno nazionale.

I centri dell' avanguardia del primo novecento furono in primo luogo Cagliari e soprattutto Sassari, nomi come Ubaldo Badas in architettura o Giuseppe Biasi in pittura ne sono alcuni esempi.

D'accordo, ma chi vinse la Biennale di Venezia fu Francesco Ciusa, di Nuoro, senza dimenticare i vari Ballero, Ciusa-Romagna ecc. E Sebastiano Satta era ben noto al pubblico italiano. Il discorso non è di campanile. Nuoro (e il territorio del nuorese) per tutto il Novecento ha espresso la maggior parte delle personalità artistiche, letterarie e intellettuali della Sardegna (basti citare, in campi diversi, i vari Nivola, Cambosu, Salvatore Satta, Pigliaru, Pira...). Questo in termini assoluti. Se poi valutiamo il fenomeno in rapporto alla dimensione demografica ed alle condizioni obiettive del territorio, allora la cosa si fa davvero dirompente. Cagliari e Sassari, anche messe assieme, per quanto molto più grandi, dotate di servizi decisamente maggiori, con due università dalla storia plurisecolare, non possono oggettivamente vantare tante personalità di rilievo. Questo è un dato storico non confutabile. Per altro, non capisco cosa dia fastidio nell'attribuzione a Nuoro e al suo territorio di una posizione culturale rilevante. Non è una presa di posizione ostile ad altri centri sardi. Nelle voci relative ad altre città ci sarà spazio e modo di descriverne storia, tradizioni e successi culturali. Sarebbe ora di abbandonare le divisioni campanilistiche e le invidie preconcette tra sardi, almeno in un terreno neutro e neutrale come wikipedia. E' una pretesa irragionevole? [Omar Onnis]


La mia non è ne invidia ne campanilismo, ho solo esposto un dato di fatto, comunque se a Nuoro siete convinti che la vostra città sia un centro di cultura a me non cambia nulla, contenti voi contenti tutti. Ma permettimi di fare una precisazione: Nivola non era di Nuoro, ma di Orani, e si è distinto nella scultura a Sassari, così Grazia Deledda, che se non fosse stata scoperta da Enrico Costa non sarebbe uscita dai confini della Barbagia e lo stesso è accaduto per diversi personaggi che hai elencato....alcuni dei quali è la prima volta che sento nominare. Ma ripeto, se siete convinti che Nuoro sia una grande città di cultura, l' Atene Sarda la chiamate (eheheheh) a me non cambia nulla.....ma essere definito invidioso di Nuoro mi pare proprio eccessivo.

Intanto:
1) Chi sei?
2) Se non hai mai sentito nominare Francesco Ciusa o Ballero o Sebastiano Satta o Salvatore Satta non è che forse è un problema tuo? Il fatto che tu non li conosca ha una qualche rilevanza circa il merito della questione che stiamo dibattendo?
In ogni caso, che qualcuno nato a Nuoro o nel Nuorese abbia avuto successo fuori cosa significa? Che perde la denominazione di origine controllata? La vivacità culturale della Nuoro di inizio Novecento è indiscutibile. Perché fare tanta ironia? Erano le riviste e i giornali a definirla "Atene sarda" in quel periodo. E non erano pubblicazioni nuoresi. Vogliamo mettere in discussione un dato storico e culturale documentato ed evidente? Non c'entra niente essere di Nuoro oppure no. Questa è un'enciclopedia, non una pubblicazione dell'ente di soggiorno locale.--Omar Onnis (msg) 13:29, 27 nov 2008 (CET)
Penso anch'io che sia un esagerazione che per il fatto che Nuoro abbia dato i natali a Grazia Deledda e a Salavatore Satta (i quali in realtà hanno vissuto la maggior parte della loro vita fuori dalla città), debba essere considerata un atene. In ogni caso proporrei che queste affermazioni, già contenute nel paragrafo L'Atene Sarda tra passato e futuro , possano essere rimosse almeno dall'inizio della pagina, poichè questa enfatizzazione è eccessiva Fpittui 5 dic 2008


scusatemi ma ai primi del novecento a tutti risulta che Nuoro non fosse che un borgo di 5000 anime, non era nemmeno un capoluogo provinciale, Atene Sarda la chiamavano i nuoresi, mica i giornali nazionali.


Dunque: Se si digita Nuoro Atene Sarda escono 24.600 riferimenti su google, qundi non può essere solo una definizione di noi nuoresi autoincensanti. Il sito della regione sardegna definisce Nuoro: "La capitale della Barbagia, nota anche come Atene sarda per aver dato i natali ad alcuni tra i più illustri scrittori sardi, è anche centro di grande interesse per l’offerta artistica contemporanea, grazie al Museo d’Arte della provincia di Nuoro ed alle sculture di Costantino Nivola che nel 1967 sistemò la piazza Sebastiano Satta. Di rilevanza internazionale, il Parco Letterario di Grazia Deledda, con la sua casa natale". Se si cerca "Sassari Atene Sarda" si trovano 173.000 riferimenti... tutti collegati a Nuoro, però! Atene Sarda si riferisce al fatto che un piccolo borghetto di 7/8.000 abitanti, che condensa una cultura conservativa come quella barbaricina, ha generato a inizio '900 tante figure che hanno attirato le attenzioni della critica internazionale... Il premio nobel è solo la punta di un iceberg. comunque questo termine "atene sarda" divenuto internazionale è dovuto alla giovane Grazia Deledda che doveva anche a Giacinto Satta la sua aggiornata conoscenza della letteratura francese a lei contemporanea. A Nuoro vi era un fervido cenacolo di intellettuali ed artisti sardi - tra i quali spiccavano l'avvocato-poeta Sebastiano Satta e il pittore Antonio Ballero - che conquistò al capoluogo barbaricino, come la stessa Deledda scrisse nel 1894 con evidente orgoglio, il titolo di "Atene sarda"[Cfr. G. Deledda, Tradizioni popolari di Sardegna, Roma, Newton Compton, 1995, p. 66]. --Max.oppo (msg) 15:29, 3 set 2009 (CEST)

Citazione spostataModifica

«È il cuore della Sardegna, è la Sardegna stessa con tutte le sue manifestazioni. È il campo aperto ove la civiltà incipiente combatte una lotta silenziosa con la strana barbarie sarda, così esagerata oltre mare»

(Grazia Deledda, 1894[1])

NoteModifica

  1. ^ Citata nel libro a cura di Dolores Turchi, Tradizioni popolari di Sardegna, Newton Compton Editori, 1995, ISBN 88-7983-934-9., pp. 65-66


ChieseModifica

Chiedo scusa, ma ritengo che la dicitura "chiesa di San Salvatore" sia errata. In dialetto infatti la chiesa è detta "De Su Serbadore", cioè "Del Salvatore", ossia del Cristo redentore e Salvatore. Tanto più che la festa è celebrata il 6 agosto, giorno della Trasfigurazione del Signore e non il 18 marzo, festa di San Salvatore da Horta, di cui pure è conservata una statua all'interno della chiesetta vicino all'ingresso. Mi permetto quindi di cambiare la dicitura in italiano. Inoltre la chiesa di San leonardo, in via Massimo d'Azeglio, è oggi intitolata alla Madonna del Carmelo, non del carmine. Volevo inoltre sapere la fonte per le chiese di San Nicola, San Lucifero e sant'Elena... quest'ultima non l'ho mai sentita, così come San Nicola (inoltre a Nuoro non esiste via San Nicola ma Via San Nicolò), mentre sapevo che San Lucifero era sul colle Sant'Onofrio, assieme alle chiese appunmto di S. Onofrio e Santa Marina, che mi permetto di inserire nell'elenco (Fonte: M.Pittau, "L'origine di Nuoro, i toponimi della città e del suo territorio", Insula ed.1996) Salvatore Pinna, Nuoro, 10 agosto 2010

Ho aggiunto, tra le chiese scomparse, Sant'Angelo, citata dall'Angius alla voce "Nuoro", e rimosso Sant'Efisio a Pratosardo... chi la aggiunta credo si riferisca alla chiesa di Sant'Efis tra Nuoro e Orune, ma che afferisce al territorio comunale di quest'ultimo. --Pinnasalvatore80 (msg) 00:18, 4 feb 2013 (CET)


Prima di scrivere su wikipedia, sarebbe opportuno studiare le cose. Ho rimosso la frase che sosteneva che l'aoltare della scomparsa chiesa di San Nicolò è stato trasferito alle Grazie vecchie. Gli altari di questa chiesa infatti sono: di san Giuseppe, di Santa Lucia, e del SS. Crocifisso nella navata sinistra, e di San Mauro, della Purissima, di sant'Antonio e di San Pasquale sulla destra. L'unica statua di queste proveniente da un'altra chiesa è Sa Purissima, che fu portata dalla chiesa al corso Garibaldi quando nel 1848 fu chiusa perché pericolante, e la sede della cattedrale spostata da Sa Purissima alle Grazie.--Pinnasalvatore80 (msg) 17:24, 24 set 2016 (CEST)

Sempre prima di scrivere su Wikipedia, sarebbe il caso di imparare a leggere. Ho rimosso, dal paragrafo sulla cattedrale, la frase "Questa nuova cattedrale prese il posto dell'antica pieve di Santa Maria ad Nives citata nel XV secolo anche nel codice di San Pietro di Sorres nella scheda 215 come sancta Maria de Nuor". Andando a leggere il Codice infatti, si trova il seguente paragrafo: "[...] offitiadore in cussa villa de Coseyni ad una ecclesia adperte[nen]t ad icussa villa, 3 sa quale ecclesia est clamada Santa Maria de Nuor". Mi pare cristallino che si parli di un edificio religioso a Cossoine, e non della pievania di Nuoro. --Pinnasalvatore80 (msg) 18:39, 28 feb 2018 (CET)

Mulino CapareddaModifica

Ho corretto la dicitura "settecentesco" relativa al mulino Caparedda, posto alle pendici del monte a ridosso del ponte omonimo; la costruzione infatti difficilmente risale a quel periodo, poiché uno dei muri poggia sulla struttura del ponte. E' più semplice pensare quindi che il mulino sia stato appoggiato al ponte e non viceversa. Detto questo, si sa che la strada Trasversale Sarda, l'odierna 125 appunto, fu fatta costruire dal re Carlo Felice attorno al 1830.

PersonalitàModifica

Il paragrafo personalità legate a Nuoro può ovviamente comprendere tutte le persone di interesse enciclopedico legate alla città cioè nate o vissute o comunque legate alla città. Naturalmente il legame con la città deve risultare con evidenza nella voce del personaggio. Tali persone possono avere già una voce su wikipedia, oppure essere link rossi di futuro sviluppo. Ogni persona comunque deve venire citata come wikilink. Ho pertanto eliminato dal paragrafo le biografie di diverse persone che, se enciclopediche, avranno eventualmente diritto ad una propria voce dedicata e quelle che non riportano nella loro voce su wikipedia nessun legame particolare col comune. Riporto qui l'elenco dei soli nomi, mentre per le (poche) informazioni esistenti e relative a questi link attualmente rossi basta consultare le precedenti versioni della pagina; nulla è stato buttato:

--Gac 20:33, 6 lug 2012 (CEST)

Personalità NuoroModifica

Posso suggerire anche l'inserimento di due intellettuali poeti dell'Atene sarda come Antonio Mura e Pietro Mura?..

Christian CordaModifica

Nel paragrafo sull'Atene sarda compare un intero capoverso su Christian Corda. Nel wikificarlo un po', ho anche tolto una fonte il cui link dava un segnale di errore, e fra questa [1] e questa [2] ho eliminato l'ultima perché le sue informazioni sono già tutte contenute nella precedente e per giunta non è aggiornata; ma se fosse decisamente più autorevole, forse varrebbe la pena di reinserirla: io non ho la competenza per valutarle. Inoltre ho eliminato la motivazione della prima menzione d'onore, che faceva riferimento alla teoria della relatività di Einstein, perché nella fonte non ho trovato nulla del genere (a meno che, di nuovo, non sia un riferimento implicito che io non sono in grado di cogliere non essendo un tecnico). Restano due passi che potrebbero essere interessanti ma abbisognano di fonte e che ho marcato come "citazione necessaria". --vadsf (msg) 13:35, 29 lug 2012 (CEST)

Nuraghe NurdoleModifica

il nuraghe Nurdole è nell'agro di Orani

Qualche fonte? --vadsf (msg) 02:57, 23 giu 2013 (CEST)

Il nuraghe è in agro di orani, ma il villaggio che si estende attorno è condiviso dai due comuni. --Pinnasalvatore80 (msg) 23:50, 8 ago 2014 (CEST)

Chiesa di San Paolo / conventoModifica

Nella parte relativa alle chiesette antiche si dice che il convento di San Paolo fu fondato "vicino alla più antica chiesa di San Paolo fatta edificare nel 1572 dal Pievano di Nuoro don Bartolomeo Manca". La data riportata in realtà è quella in cui il Manca è segnalato come pievano. Se si hanno certezze sul suo intervento per la fondazione della chiesetta e sull'anno, sarebbe bene riportarle. Nella documentazione sul convento riportata nel volume "I frati minori di sardegna. I conventi maschili dal 1216 al 1610" di P. Leonardo Pisanu, si riporta solamente una iscrizione latina in cui il convento viene fondato a ricordo dell'anima di don Bartolomeo Manca (probabilmente un parente di Gabriele Manca che fondò il convento), ma nulla sul suo patronato per la chiesetta. --Pinnasalvatore80 (msg) 12:25, 30 ott 2014 (CET)

Persone legate a NuoroModifica

Ritengo che il legame con Nuoro di Nicolino Selis e Matteo Boe sia alquanto labile e, comunque, non mi pare che possano definirsi "legate" a una città persone che sono, per loro scelta, bandite dalla comunità cittadina. Aggrucar (msg) 02:51, 25 ago 2015 (CEST)

concordo, e ho tolto anche Sirigu, che ci è solo nato. -- g · ℵ (msg) 03:44, 25 ago 2015 (CEST)

Nuova provincia di NuoroModifica

Ecco l'elenco dei comuni inseriti: 1-Aritzo, 2-Arzana, 3-Atzara, 4-Austis, 5-Bari Sardo, 6-Baunei, 7-Belvì, 8-Birori, 9-Bitti, 10-Bolotana, 11-Borore, 12-Bortigali, 13-Cardedu, 14-Desulo, 15-Dorgali, 16-Dualchi, 17-Elini, 18-Fonni, 19-Gadoni, 20-Gairo, 21-Galtellì, 22-Gavoi, 23-Girasole, 24-Ilbono, 25-Irgoli, 26-Jerzu, 27-Lanusei, 28-Lei, 29-Loceri, 30-Loculi, 31-Lodè, 32-Lodine, 33-Lotzorai, 34-Lula, 35-Macomer, 36-Mamoiada, 37-Meana Sardo, 38-Noragugume, 39-Nuoro, 40-Oliena, 41-Ollolai, 42-Olzai, 43-Onanì, 44-Onifai, 45-Oniferi, 46-Orani, 47-Orgosolo, 48-Orosei, 49-Orotelli, 50-Ortueri, 51-Orune, 52-Osidda, 53-Osini, 54-Ottana, 55-Ovodda, 56-Perdasdefogu, 57-Posada, 58-Sarule, 59-Silanus, 60-Sindia, 61-Siniscola, 62-Sorgono, 63-Talana, 64-Tertenia, 65-Teti, 66-Tiana, 67-Tonara, 68-Torpè, 69-Tortolì, 70-Triei, 71-Ulassai, 72-Urzulei, 73-Ussassai, 74-Villagrande Strisaili (la numerazione serve come aiuto per contarli). 52 comuni+23 comuni-1 comune (defezionato a Sardegna Sud). Calcolo:

Nuoro pre-2016 3931,72 kmq 157078
Ogliastro      1854,55 kmq  57318
Seui           -148,21 kmq  -1310
Saldo          5638,06 kmq 213086

Eccome come ho ricavato il valore aggiornato post legge regionale del 2016. --Robertiki (msg) 00:44, 4 set 2016 (CEST)

Ovviamente ho sbagliato articolo, mi riferivo alla Provincia di Nuoro. --Robertiki (msg) 00:46, 4 set 2016 (CEST)

SotomayorModifica

Ho corretto la dicitura "Nuoro ha dato i natali a tre illustri membri del casato dei Sotomayor". Felice infatti nacque a Cagliari nel 1684 (sta nei quinque libri, visibili sul sito www.araldicadisardegna.it, e non a Nuoro. Giacomo non risuta nato a Cagliari, almeno nell'anno in cui si trova su internet (1696, ho controllato personalmente nei quinque). È probabile che sia nato a Nuoro, ma i Masones avevano tutti cinque o sei nomi e il Jaime che c'è nei quinque di Nuoro ha 5 nomi prima di Jaime. Giacomino Zirottu, che è citato come fote, riporta le notizie a sua volta riportate dal Canonico Sale nel libriccino "Galleria di illustrazioni nuoresi", un pasticcio tremendo in cui non c'è una data corretta, approssimativo e da prendere con le pinze. --Pinnasalvatore80 (msg) 01:05, 24 mar 2017 (CET)

SindaciModifica

Attenzione al termine "sindaco". In spagnolo si chiama alcalde, mentre il "síndico" (sindich in catalano) era un rappresentate dei vassalli per i loro affari (come lo è Mauro Quirigo Corda, citato come sindaco nel 1671, che interviene al parlamento il 23 marzo 1698, negli Acta curiarum Regni Sardiniae, vol. 23-2) e non un amministratore come lo intendiamo oggi. Infatti poteva esserci più di un sindaco in una stessa villa. --Pinnasalvatore80 (msg) 20:06, 26 mar 2017 (CEST)

Simone Manca non era nuoreseModifica

Ho eliminato il riferimento a Simone manca, vallombrosano, nato a Nuoro nel 1370 e divenuto vescovo di Ottana, che potrebbe avere dato impulso alla costruzione di alcune chiese cittadine. Simone Manca era sassarese, come si evince dai testi "Della città di Sassari. Notizie compendiose sacre e profane", Cagliari, 1783:

https://books.google.it/books?id=OOutvIFChzcC&pg=PA78&dq=simone+manca+ottana+sassari&hl=en&sa=X&ved=0ahUKEwiirZDlpYnUAhXHIsAKHSoHAr0Q6AEIKDAA#v=onepage&q&f=false

e come si riporta anche nei testi di Francesco Floris sulle famiglie nobili sarde. Inoltre la data di nascita a Nuoro è assolutamente fuorviante, dato che i quinque libri dei battesimi iniziano dal 1667. Ovviamente ho tolto anche la frase "che potrebbe avere dato impulso per la costruzione di alcune chiese cittadine", dato che non essendo Simone nuorese non ha alcun senso. --Pinnasalvatore80 (msg) 21:49, 24 mag 2017 (CEST)

Scorporo della sezione "Storia di Nuoro"Modifica

Come consigliato nel modello di voce, viste le dimensioni assunte dalla sezione, propongo lo spostamento a una nuova pagina. Sto provando a lavorarci. Si accettano consigli e critiche. --Aggrucar (alias GreengoL)(casella postale) 18:10, 17 mar 2018 (CET)

Nota come Nuoro dal 1720Modifica

Vorrei sapere chi è che aggiunge cose su Wikipedia senza fonti e senza verificare ciò che scrive. Certamente la città è nota come Nuoro da molto prima del 1720: io ho un documento che usa il nome attuale, datato 1497, e chiunque sfogli gli atti notarili dell'arhivi di stato a Nuoro o a Cagliari, potrà verificare faciilmente che "Nuoro" è stato il nome della città da molto prima. Non vedo, comunque, la necessità di fornire una datazione del nome nel cappello introduttivo, per cui ho rimosso. "Il "Nugorum" riportato dall'Angius è privo di ogni fondamento, quindi ho rimosso anche quello. --Pinnasalvatore80 (msg) 17:28, 3 mag 2019 (CEST)

Nuraghe a Sant'Onofrio???Modifica

Anche se è abbastanza logico pensare che anticamente esistesse un nuraghe su uno dei colli più alti della città, non mi risulta che vi siano tracce, neppure poco visibili, né nessuno storico o viaggiatore che sia passato a Nuoro nell'Ottocento ne ha mai parlato. Ho aggiunto il template "senza fonte", ma proporrei la totale rimozione della frase. --Pinnasalvatore80 (msg) 17:33, 3 mag 2019 (CEST)

Ritorna alla pagina "Nuoro".