Eleonora Maria Giuseppina d'Austria

Regina di Polonia
Eleonora d'Asburgo
Eleanor of Austria.jpg
Charles Brendel, ritratto di Eleonora d'Asburgo, 1684, Kunsthistorisches Museum
Regina consorte di Polonia
Granduchessa consorte di Lituania
COA polish king Michel Wisniowiecki.svg Arms of Ferdinand III, Holy Roman Emperor.svg
In carica 27 febbraio 1670 –
10 novembre 1673
Predecessore Maria Luisa di Gonzaga-Nevers
Successore Maria Casimira Luisa de la Grange d'Arquien
Duchessa consorte titolare di Lorena e Bar
In carica 6 febbraio 1678 –
18 aprile 1690
Predecessore Marie Louise d'Aspremont
Successore Elisabetta Carlotta di Borbone-Orléans
Nome completo (DE) Eleonor Maria Josefa von Österreich
(FR) Eléonore Marie Josèphe d'Autriche
(PL) Eleonora Habsburżanka
Trattamento Sua Maestà
Altri titoli Arciduchessa d'Austria
Principessa reale di Ungheria e Boemia
Nascita Ratisbona, 31 maggio 1653
Morte Vienna, 17 dicembre 1697
Luogo di sepoltura Cripta Imperiale, Vienna
Dinastia Asburgo
Wiśniowiecki
Lorena
Padre Ferdinando III d'Asburgo
Madre Eleonora Gonzaga
Coniugi Michele Korybut di Polonia
Carlo V di Lorena
Figli di secondo letto:
Leopoldo
Carlo Giuseppe
Eleonora
Carlo Ferdinando
Giuseppe
Francesco
Religione Cattolicesimo

Eleonora Maria Giuseppina d'Asburgo, arciduchessa d'Austria (Ratisbona, 21 maggio 1653Vienna, 17 dicembre 1697), era regina di Polonia e duchessa consorte di Lorena e Bar.

BiografiaModifica

Eleonora Maria era la figlia dell'imperatore Ferdinando III, e della sua terza moglie, Eleonora Gonzaga-Nevers.

MatrimoniModifica

Primo MatrimonioModifica

Eleonora Maria sposò a Leopoli il 27 febbraio 1670 Michał Korybut Wiśniowiecki, re della Confederazione Polacco-Lituana[1]. La coppia ebbe un figlio che non raggiunse l'età adulta:

  • un figlio (nato e morto il 29 novembre 1670)

Nel 1671 ebbe un aborto spontaneo. L'opposizione di Michał ha diffuso la voce che l'abbia costretta a finte gravidanze. I quattro anni di matrimonio furono un periodo difficile per Eleonora. Il re, ormai privo di forza fisica e mentale, era sgradito alla maggioranza della nobiltà. I suoi nemici giunsero a diffondere la voce che fosse omosessuale o impotente. La regina si mantenne il più che possibile al di fuori di questo contenzioso e preservò la sua dignità. In qualità di consorte, ella si conquistò fama di dolcezza, bontà e lealtà verso il suo sposo. Imparò il polacco, sebbene preferisse il latino, ed accompagnò il coniuge nei suoi viaggi in Polonia.

Suo marito morì il 10 novembre 1673[2]. Rimase in Polonia fino all'elezione del suo successore, il re Giovanni III Sobieski e poi fece ritorno nella sua nativa Austria.

Secondo MatrimonioModifica

Suo fratello, l'imperatore Leopoldo I le permise a questo punto di sposare il suo vecchio amore, Carlo V duca di Lorena, il futuro vincitore dei Turchi. Le nozze ebbero luogo il 6 febbraio 1678 a Wiener Neustadt[3]. Carlo fu nominato governatore del Tirolo e dell'Austria Anteriore, ed alla coppia fu assegnato il Palazzo Imperiale di Innsbruck.

La coppia ebbe sei figli cui Eleonora trasmise l'eredità dei Gonzaga di Mantova, dove ebbe buoni rapporti di fraterna amicizia con il cugino Ferdinando Carlo Gonzaga, durante il suo viaggio a Vienna per incontrarsi con suo fratello, in occasione della Guerra Austro-Turca[4]:

Il primogenito Leopoldo fu il padre del futuro Imperatore Francesco I, fondatore della dinastia degli Asburgo-Lorena.

MorteModifica

Dopo la morte del marito, l'intelligente duchessa vedova cercò energicamente di soddisfare le ultime volontà di Carlo e di ottenere la restituzione ai loro figli della loro terra ereditaria di Lorena. La sovranità dello stato lorenese era difatti stata così indebolita che il Re di Francia se n'era impadronito con un colpo militare. Alla Dieta di Ratisbona ella presentò una mozione per ripristinare il Ducato. Durante i negoziati di pace di Ryswick nel 1697, questo obiettivo fu infine raggiunto. Solo pochi mesi dopo questo trattato, la duchessa morì. Ella non aveva mai messo piede in Lorena, di cui pure era stata Duchessa ed in cui il suo secondo marito era stato sepolto, e fu sepolta nella Cripta Imperiale di Vienna.

AntenatiModifica

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Carlo II d'Austria Ferdinando I d'Asburgo  
 
Anna Jagellone  
Ferdinando II d'Asburgo  
Maria Anna di Wittelsbach Alberto V di Baviera  
 
Anna d'Austria  
Ferdinando III d'Asburgo  
Guglielmo V di Baviera Alberto V di Baviera  
 
Anna d'Austria  
Marianna di Baviera  
Renata di Lorena Francesco I di Lorena  
 
Cristina di Danimarca  
Eleonora Maria Giuseppina d'Austria  
Ludovico Gonzaga-Nevers Federico II Gonzaga  
 
Margherita Paleologa  
Carlo I di Gonzaga-Nevers  
Enrichetta di Nevers Francesco I di Nevers  
 
Margherita di Vendôme  
Eleonora Gonzaga-Nevers  
Francesco IV Gonzaga Vincenzo I Gonzaga  
 
Eleonora de' Medici  
Maria Gonzaga  
Margherita di Savoia Carlo Emanuele I di Savoia  
 
Caterina Michela d'Asburgo  
 

OnorificenzeModifica

  Rosa d'Oro
— 1672

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN40189767 · ISNI (EN0000 0001 0890 6438 · LCCN (ENno2008105427 · GND (DE119488930 · CERL cnp01008345 · WorldCat Identities (ENlccn-no2008105427