Apri il menu principale

Episodi di Law & Order - I due volti della giustizia (sedicesima stagione)

lista di episodi della sedicesima stagione

La sedicesima stagione di Law & Order - I due volti della giustizia, formata da 22 episodi, è stata trasmessa sulla NBC per la prima volta dal 21 settembre 2005 al 17 maggio 2006, invece in Italia fu trasmesso su Rai 2 i primi due episodi il 21 e 27 aprile 2009, e gli altri due episodi il 19 e il 26 maggio 2009; poi gli altri 20 episodi dal 22 settembre al 14 dicembre 2009 e l'ultimo episodio il 2 gennaio 2010.

Titolo originale Titolo italiano Prima TV USA Prima TV Italia
1 Red Ball Patteggiamento 21 settembre 2005 21 aprile 2009
2 Flaw (2)[1] Inganni (2) 28 settembre 2005 27 aprile 2009
3 Ghosts Ferita aperta 5 ottobre 2005 19 maggio 2009
4 Age of Innocence Una vita per la vita 12 ottobre 2005 26 maggio 2009
5 Lifeline Linea di difesa 19 ottobre 2005 22 settembre 2009
6 Birthright Diritto di nascere 2 novembre 2005 25 settembre 2009
7 House of Cards Castello di carte 9 novembre 2005 2 ottobre 2009
8 New York Minute Guardie di confine 16 novembre 2005 6 ottobre 2009
9 Criminal Law Giustizia in famiglia 23 novembre 2005 9 ottobre 2009
10 Acid Acido 30 novembre 2005 10 ottobre 2009
11 Bible Story Il libro sacro 7 dicembre 2005 11 ottobre 2009
12 Family Friend Amico di famiglia 11 gennaio 2006 13 ottobre 2009
13 Heart of Darkness Suicidio assistito 18 gennaio 2006 16 ottobre 2009
14 Magnet Figlio su misura 8 febbraio 2006 20 ottobre 2009
15 Choice of Evils La catena del male 1º marzo 2006 23 ottobre 2009
16 Cost of Capital A qualunque costo 8 marzo 2006 14 novembre 2009
17 America, Inc. Lo scambio 22 marzo 2006 15 novembre 2009
18 Thinking Makes It So Per salvare una vita 29 marzo 2006 17 novembre 2009
19 Positive Cocktail letale 5 aprile 2006 24 novembre 2009
20 Kingmaker Sotto copertura 3 maggio 2006 1º dicembre 2009
21 Hindsight Una madre modello 10 maggio 2006 14 dicembre 2009
22 Invaders Regole violate 17 maggio 2006 2 gennaio 2010

PatteggiamentoModifica

  • Titolo originale: Red Ball
  • Diretto da: Matthew Penn
  • Scritto da: David Wilcox

TramaModifica

Fontana e Green si trovano ad indagare sul rapimento di una bambina, creduto inizialmente come un furto d'auto. Grazie ad un identikit, il rapitore viene individuato e catturato; perquisendo la sua abitazione, trovano delle tracce di sangue e ciò fa credere che la bambina sia stata uccisa. Però la madre della bambina riceve la telefonata della figlia, che si trova con una complice del rapitore, che nel frattempo viene trovata uccisa in una camera del motel e il suo compagno confessa l'omicidio. Il rapitore si offre di rivelare il luogo in cui la bambina è stata imprigionata, in cambio di una pena leggera per un crimine quasi commesso. McCoy, messo alle strette, nonostante il parere contrario di Branch, accetta un patteggiamento, anche se si dovrà fare i conti con un giudice che non approva l'accordo.

  • Guest star: James LeGros: Dwight Jacobs, Wendy Hoopes: Denise Clark, Harry Prichett: Bernard Heinz
  • Alla fine dell'episodio, Branch osserva che McCoy è un buon pubblico ministero, non può mai essere il procuratore distrettuale. Ma, ironia della sorte, dopo che Branch lasciò il posto nella diciottesima stagione, McCoy prende il suo posto.
  • Il termine Red Ball deriva dalla defunta serie della NBC Homicide, ma è stato utilizzato per un caso prioritario, in genere collegato al tipo di copertura dei media che ha generato.
  • Questo episodio segna la tredicesima stagione consecutiva di S. Epatha Merkerson, nel ruolo del tenente Anita Van Buren, e la dodicesima stagione consecutiva per Sam Waterston, nel ruolo del vice procuratore Jack McCoy, rendendo i due personaggi più longevi nella storia della serie. Invece Jerry Orbach l'attore che interpretò il detective Lennie Briscoe ne ha 12 di stagioni e Steven Hill l'attore che interpretò il procuratore capo Adam Schiff ne ha 10 di stagioni. Invece il membro del cast storico della serie fu Chris Noth che per 5 stagioni (cioè dal 1990 al 1995) interpretò il detective Mike Logan.
  • L'attore Jesse L. Martin ritorna nella serie dopo aver partecipato al film Rent.

Inganni (2)Modifica

  • Titolo originale: Flaw (2)
  • Diretto da: Jean De Segonzac
  • Scritto da: Chris Levinson

TramaModifica

Fontana e Green indagano sull'omicidio di un uomo e scoprono che la vittima stava cercando di chiamare Olivia Benson. Proprio la Benson collabora con le indagini, arrivando a sospettare di due donne, cioè madre e figlia, in precedenza arrestate da Benson per una truffa di qualche anno prima, e rilasciate per mancanza di prove. Poiché la vittima era anche lui un truffatore, Fontana, Green e Benson scoprono che i tre erano complici della truffa, e Benson crede che le due donne lo abbiano ucciso per non spartire il bottino. La madre, infatti afferma di averlo ucciso per legittima difesa, sostenendo che la figlia era stata molestata dalla vittima dieci anni prima. Però la figlia nega la versione della madre, e la Benson indaga sul passato della ragazza e scopre che la madre dice la verità.

  • Guest star: Mariska Hargitay: Olivia Benson, Estella Warren: April Troost, Lynda Carter: Lorraine Dillon, Ice-T: Odafin Tutuola, Milena Govich: Ginevra
  • È la seconda e ultima parte di un episodio crossover iniziato con l'episodio di Law & Order - Unità vittime speciali Il piano.
  • L'attrice Milena Govich ritorna nella serie nel ruolo del detective Nina Cassady, ha interpretato anche l'assistente del procuratore Jessica Rossi nel quarto spin-off del franchise Conviction.
  • Fontana dice implora la domanda, con la quale solleva solleva la questione. Questo è un uso scorretto dell'espressione. Per elemosinare la domanda si riferisce ad un argomento circolare in logica, in particolare, un argomento in cui una delle premesse presuppone l'accuratezza della conclusione.
  • Considerando che Benson non ha avuto mai una storia con la vittima di turno, non fanno mai un buon lavoro nel spiegare perché nella sua ultima azione la stava chiamando.
  • C'è anche un errore in questo episodio in cui David Glass non è appeso, dal modo in cui la corda è drappeggiato giù dal collo.

Ferita apertaModifica

  • Titolo originale: Ghosts
  • Diretto da: Constantine Makris
  • Scritto da: Rick Eid

TramaModifica

Fontana e Green riaprono il caso sull'omicidio di una dodicenne avvenuto 10 anni prima, in cui un uomo ucciso in una sparatoria con la polizia aveva confessato di averla uccisa con l'aiuto di un complice. All'epoca Fontana si occupò del caso, e aveva sempre ritenuto colpevole il padre della vittima, mai incriminato per mancanza di prove. Fontana capisce subito di aver commesso un errore quando numerose prove confermano la versione. McCoy incrimina il complice del delitto ma dovrà fare i conti con l'ostilità del padre della vittima, che dopo le vecchie accuse di Fontana non intende collaborare con McCoy, e con lo scetticismo di Branch, che preferisce che McCoy patteggia con il vero colpevole del delitto.

  • Guest star: Raymond J. Barry: Robert Dolan, David Vadim: Johnny Zona, Quentin Mare: Nick Zona, Shayna Ferm: Suzanne Giles
  • Kenny Muhammed è descritto come un chierico musulmano ordinato. I religiosi musulmani non sono formalmente ordinati e quindi la definizione di imam può essere alla setta religiosa in questione, riferendosi anche al leader di preghiera, uno studioso religioso o una persona che conduce preghiere in una moschea.
  • Questo episodio è ispirato al caso di JonBenèt Ramsey, una bambina di 6 anni morta per asfissia dovuta allo strangolamento con un trauma cranico, avvenuto tra Natale e Santo Stefano del 1996.

Una vita per la vitaModifica

  • Titolo originale: Age of Innocence
  • Diretto da: David Platt
  • Scritto da: Davey Holmes

TramaModifica

Fontana e Green indagano sull'omicidio di un uomo, che aveva preso la decisione di staccare la spina che teneva in vita la moglie, malata terminale. Si sospetta sui gruppi di attivisti pro-vita che da giorni manifestavano davanti all'ospedale, e in particolare su un pastore, amico dei genitori della donna in coma, che aveva più volte espresso le sue opinioni sul caso. McCoy e la Borgia capiscono che, pur essendo il mandante del delitto, gli esecutori materiali erano la stessa famiglia della donna, tra cui il fratello di lei.

  • Guest star: Derek Cecil: Steven Lamar
  • Il titolo originale dell'episodio si riferisce al romanzo omonimo di nome L'età dell'innocenza del 1920 di Edith Wharton, che ha vinto il Premio Pulitzer del 1921, e il film omonimo del 1993 di Martin Scorsese.
  • Questo episodio è ispirato al caso di Terri Schiavo, una donna che per 15 anni è stato in coma vegetativo in seguito ad un arresto cardiaco fino alla sua morte, avvenuta il 31 marzo 2005 in un centro residenziale a Pinellas Park, in Florida.

Linea di difesaModifica

  • Titolo originale: Lifeline
  • Diretto da: Rosemary Rodriguez
  • Scritto da: Greg Plageman

TramaModifica

Fontana e Green indagano sull'omicidio di un'aspirante giornalista che si era infiltrata in una pericolosa gang, per scrivere un articolo e dare così una svolta alla sua carriera. I sospetti dei detective si concentrano prima sulla gang, e poi su un uomo di mezz'età, incensurato e irreprensibile, e nella sua macchina vengono trovate tracce di sangue della vittima. McCoy e la Borgia lo incriminano, ma non capiscono quale sia il movente, in seguito scoprono che il figlio dell'uomo si trova in carcere, nello stesso penitenziario i cui si trovano rinchiusi i membri della banda. Infatti, minacciando la vita del figlio, la banda ha costretto il padre ad uccidere la vittima. A quel punto,i procuratori, offrono all'uomo un patteggiamento in cambio della testimonianza contro la banda, ma rifiuta, scegliendo di non difendersi attivamente al processo.

Diritto di nascereModifica

  • Titolo originale: Birthright
  • Diretto da: Constantine Makris
  • Scritto da: David Slack

TramaModifica

Fontana e Green arrestano una sedicenne di colore che aveva ucciso un venditore ambulante, che l'aveva denunciata ai servizi sociali per i maltrattamenti che sottoponeva alla figlia, ma alcune ore dopo la ragazza muore in circostanze misteriose. L'autopsia rivela che la ragazza soffriva di anemia falciforme, e che è morta a causa di un farmaco illegale per la sterilizzazione che ha complicato la sua condizione medica. A quel punto, Fontana e Green sospettano di un'infermiera che praticava una procedura a delle povere e problematiche ragazze senza il loro consenso, per migliorare le loro condizioni di vita. McCoy e la Borgia la incriminano per omicidio colposo, facendo testimoniare la nonna della vittima.

  • Guest star: Myra Lucretia Taylor: Lillie Sands, Richard Brooks: Paul Robinette
  • Uno dei pochi episodi con l'ex assistente di Ben Stone, Paul Robinette come avvocato difensore.
  • Quando discute della sterilizzazione forzata con i suoi colleghi, McCoy menziona un giudice che ordina a una madre violenta di andare su Norplant. Norplant è un contraccettivo impiantato chirurgicamente, non una forma di sterilizzazione. È molto efficace a prevenire la gravidanza mentre è in uso, ma dura solo per 5 anni, quindi non è permanente. Una donna che è su Norplant può averla rimossa chirurgicamente se lo desidera e a questo punto può rimanere incinta.
  • Non solo le date sui titoli non corrispondono ai giorni della settimana del 2005, ma alcune non sono nemmeno dello stesso anno.

Castello di carteModifica

  • Titolo originale: House of Cards
  • Diretto da: Michael Pressman
  • Scritto da: Wendy Battles

TramaModifica

Fontana e Green indagano sull'omicidio di una giovane donna e sul rapimento del figlio di 5 anni, i sospetti cadono prima sul suo ex fidanzato e dopo una testimone riferisce agli inquirenti di aver visto una donna uscire dall'appartamento della vittima con il bambino in braccio. La donna, dopo essere stata individuata e arrestata, afferma di aver rapito il bambino negando di avergli ucciso la madre. Il suo difensore invoca una gravissima forma di depressione in seguito ad un aborto; ma proprio quando il processo si complica, McCoy e la Borgia scoprono un inaspettato contatto tra l'imputata e l'ex compagno della vittima.

  • Guest star: Tricia Paoluccio: Jeannie Scott, Victor Verhaeghe: Frank Stoll
  • Questo episodio è ispirato all'omicidio di Bobbie Jo Stinnett, avvenuta nella sua casa a Skidmore, nel Missouri per mano di Lisa Montgomery in cui l'ha strangolata e ha partorito brutalmente suo figlio non ancora nato. La Montgomery viene condannata a morte per questo omicidio ed attualmente è nel braccio della morte federale.

Guardie di confineModifica

  • Titolo originale: New York Minute
  • Diretto da: Don Scardino
  • Scritto da: Nicholas Wootton

TramaModifica

Fontana e Green indagano sull'omicidio del proprietario di un'impresa di trasporti. Indagando sulla sua attività lavorativa, scoprono che la vittima trasportava con i suoi camion i clandestini provenienti dal Sudamerica, tramite un membro di un'associazione che sorveglia i confini per impedire l'ingresso dei clandestini; proprio l'uomo viene identificato da una donna che lo ha visto nascondere l'arma del delitto, ma quest'ultimo si difende affermando di aver agito da solo per proteggere le leggi del suo paese. McCoy e la Borgia scoprono che è stato spinto da un altro componente del gruppo, sospettato di un omicidio commesso in Arizona.

  • Guest star: Daniel Roebuck: Nathaniel Prentiss, Stephen Lang: Terry Dorn
  • Alla fine dell'episodio, Branch discute con la Borgia dandole un discorso su come dovrebbero rimanere fuori dagli affari del governo riguardo alla deportazione di una donna, un immigrato clandestino usato come testimone. Infatti nell'episodio della quinta stagione Collera nera McCoy e all'allora sua assistente Claire Kincaid perseguirono un agente di borsa di colore che aveva ucciso il suo capo perché era arrabbiato con il modo in cui e gli altri bianchi hanno trattato gli afro-americani in passato, una malattia mentale chiamata Rabbia bianca. Quell'episodio ebbe un finale ironico in cui McCoy e la Kincaid dopo essere usciti dal tribunale per aver vinto quel caso, lui ferma un taxi che in realtà doveva fermarsi per un uomo di colore in piedi di fronte a loro. Dopo che la Kincaid lo indica, il tassista dice a McCoy: Allora volete salire?, dimostrando che la difesa non era ingiustificabile come tutti avevano pensato.
  • Questo episodio è ispirato al caso di Tyrone M. Williams, un immigrato giamaicano che fu accusato di trasportazione di immigrati sudamericani clandestini e omicidio di un altro camionista e condannato a morte. È ispirato anche al progetto Minuteman, un'organizzazione di vigilantes per monitorare il flusso di immigranti sudamericani.

Giustizia in famigliaModifica

  • Titolo originale: Criminal Law
  • Diretto da: Ed Sherin
  • Scritto da: David Wilcox

TramaModifica

Fontana e Green indagano su una serie di omicidi avvenuti in tre zone differenti di Manhattan e riescono a capire che l'assassino vuole eliminare la persona di cui conosce solo il nome. Indagando, identificano il killer e rintracciano il veicolo, nel quale trovano una lista di sei nomi, tra cui quelli delle tre vittime e altri due mancanti, una delle due vittime designate si scopre essere incredibilmente McCoy. Quest'ultimo spiega ai detective il legame tra le persone identificate nella lista: nove anni prima, ha fatto condannare un uomo che aveva ucciso sua moglie e i colleghi di lavoro di lei per vendetta: la terza vittima e gli altri due erano testimoni, i quali saranno tra poco saranno chiamati nuovamente a prestare la loro testimonianza nel processo d'appello. Poco dopo, un'altra persona della lista viene uccisa e Van Buren e McCoy credono che l'istigatore di questi omicidi sia proprio il condannato, in prigione da nove anni. Nonostante le minacce ricevute, McCoy si prepara per il processo d'appello, ma il caso è compromesso dal rifiuto di collaborare dell'unico testimone rimasto e dalla difficoltà di trovare un legame tra l'imputato e qualcuno che uccide i testimoni, ma l'assassino è uno dei figli del condannato, che negli anni ha assunto una falsa identità.

  • Guest star: Thomas Sadoski: Robert Bowman, Johnathan Tchaikovsky: Harlan Barnes, Daniel Hugh Kelly: Leland Barnes
  • Questo episodio è ispirato al caso Richard Farley, assassino di massa che il 16 febbraio 1988 uccise 7 dipendenti dell'ESL e ne ferì altre 4 ed è stato condannato a morte ed è tuttora in attesa dell'esecuzione nel braccio della morte in California.

AcidoModifica

  • Titolo originale: Acid
  • Diretto da: Michael Pressman
  • Scritto da: Richard Sweren

TramaModifica

Fontana e Green indagano sul suicidio di una ragazza, la figlia di una compagna di college della Van Buren, lei stessa chiede ai detective di indagare sul suo ex fidanzato, che alcuni mesi prima le aveva sfigurato il volto con una sostanza acida, portando la ragazza a togliersi la vita. L'uomo non era mai stato incriminato per aggressione con l'acido perché la vittima non l'aveva denunciato, affermando che si era trattato di un incidente. La Van Buren chiede la collaborazione della madre della ragazza, la quale però, dopo aver identificato in un confronto l'ex fidanzato che ha visto sulla scena dell'incidente, ritratta perché da mesi l'uomo minaccia lei e l'altra figlia. A quel punto la Van Buren sfiora la falsa testimonianza confermando durante il processo l'identificazione senza menzionare la successiva identificazione, e poi confessa a McCoy l'inganno, costringendolo ad far archiviare il caso.

Il libro sacroModifica

  • Titolo originale: Bible Story
  • Diretto da: Rick Wallace
  • Scritto da: Richard Sweren

TramaModifica

Fontana e Green indagano sul furto di una preziosa edizione della Torah ebraica sottratto dal proprietario, un rabbino che l'aveva ricevuta dal padre che l'aveva portata dalla Polonia. Ma il libro viene distrutto e i detective dovranno indagare anche sull'omicidio del responsabile del furto e della distruzione del libro. I sospetti di Fontana e Green si concentrano sul cugino del rabbino, per guadagnare del denaro, aveva pagato un uomo per lacerare il libro sacro, e per questo l'avrebbe ucciso per salvare quel libro. A quel punto confessa il crimine, ma McCoy persegue anche il cugino dell'imputato, accusandolo di aver messo in pericolo l'uomo incaricato di distruggere il libro.

  • Guest star: Allan Miller: Rabbi Geller, Zach Greigner: Barry Speicher
  • Questo episodio è ispirato allo scenario del sacrilegio sui testi religiosi.

Amico di famigliaModifica

  • Titolo originale: Family Friend
  • Diretto da: Jean De Segonzac
  • Scritto da: Philippe Browning

TramaModifica

Fontana e Green indagano sull'omicidio di un commercialista, amico d'infanzia di un boss mafioso, avvenuto nel suo appartamento mentre la moglie viene gravemente ferita dopo aver sorpreso l'assassino. I loro sospetti si concentrano su un criminale di basso livello che viene arrestato, dopo che è stato identificato dalla moglie della vittima. Ma l'uomo viene assolto in seguito ad una serie di ostacoli che ha impedito a McCoy di farlo condannare. Però poco dopo essere assolto, un ex poliziotto, anche lui amico d'infanzia del boss e della vittima lo uccide, ma l'uomo afferma di averlo ucciso per legittima difesa; al contrario, Fontana, Green, McCoy e la Borgia credono che si tratti di omicidio volontario ordinato dal boss. Davanti alla prospettiva di finire in prigione, l'ex poliziotto minaccia McCoy di rivelare pubblicamente di aver falsificato le prove in tante indagini per omicidio di cui si è occupato, cosa che pregiudicherebbe gli esiti dei processi.

  • Guest star: Amy Ryan: Valerie Messick, Vincent Guastaferro: Robert Bobby Cerullo
  • Questo episodio è ispirato allo scandalo della truppa C della polizia di New York, di cui molti poliziotti sono stati accusati di manomissione delle prove degli accusati di omicidio.

Suicidio assistitoModifica

  • Titolo originale: Heart of Darkness
  • Diretto da: Richard Dobbs
  • Scritto da: Carter Harris

TramaModifica

Fontana e Green indagano sullo strano suicidio di un giornalista, avvenuto in una stanza d'albergo. I detective pensano che si sia trattato di omicidio, e scoprono che il reporter era completamente instabile e che la sua compagna l'aveva da poco lasciato perché aveva avuto un figlio da un'altra donna. Interrogata da Fontana e Green, la compagna afferma che il giornalista soffriva di una gravissima forma di depressione e che le aveva chiesto di assisterlo al suicidio, come confermato dal video, girato pochi minuti prima della sua morte; nonostante l'opinione contraria della Borgia, McCoy processa l'ex compagna della vittima per omicidio, ma scopre che in quella stanza d'albergo c'era un'altra persona, cioè il fratello del giornalista.

Figlio su misuraModifica

  • Titolo originale: Magnet
  • Diretto da: Adam Bernstein
  • Scritto da: David Black

TramaModifica

Fontana e Green indagano sull'omicidio di uno studente di 18 anni, dovuto allo strangolamento con l'archetto del suo violoncello. I detective scoprono che per guadagnare denaro vendeva i risultati degli esami ai suoi compagni, tra cui un ragazzo di una famiglia altolocata a cui la vittima, dopo un litigio, aveva rifiutato il suo aiuto per superare un esame importante. McCoy lo incrimina per omicidio ma deve vedersela insieme alla Borgia con un'agguerrita avvocatessa di grado, secondo lei il gesto del suo cliente è stato cagionato da un particolare farmaco per la concentrazione che l'imputato assumeva per migliorare le proprie prestazioni scolastiche ed essere all'altezza delle aspettative dei genitori.

Lo scambioModifica

  • Titolo originale: America, Inc.
  • Diretto da: Jean De Segonzac
  • Scritto da: Richard Sweren

TramaModifica

Fontana e Green indagano sull'omicidio di un operatore di sicurezza privato nonché ex militare avvenuto nella sua stanza d'albergo. La vittima era rientrata da poco dall'Iraq, dove aveva partecipato ad un'operazione a capo di un gruppo di appaltatori, in cui due di loro sono stati uccisi in un agguato. I sospetti di Fontana e Green cadono su un altro componente del gruppo che ha partecipato all'operazione, il quale riteneva la vittima responsabile della morte dei loro compagni e del fratello di una delle vittime dell'agguato. I due vengono incriminati per omicidio, e il loro avvocato Danielle Melnick, intercetta le simpatie della giuria mostrando un video in cui ritrae le vittime dell'agguato in Iraq catturate e incentrando la sua difesa sulla crudeltà del conflitto iracheno. Quando uno dei due imputati afferma che la vittima aveva catturato e imprigionato un terrorista iracheno ricercato dagli americani, McCoy e la Borgia ricevono pressioni dal Pentagono per far cadere le accuse di omicidio per l'uomo, compagno della vittima di omicidio e per le vittime dell'attacco in Iraq in cambio della rivelazione del luogo in cui il terrorista è stato imprigionato.

  • Guest star: Adam Scott: Robbie Howell, Pablo Schriber: Kewin Boatman
  • Questo episodio è ispirato all'imboscata avvenuta a Falluja il 31 marzo 2004, in cui quattro appaltatori vengono torturati, uccisi, carbonizzati e appesi sopra un ponte che attraversava il Fiume Eufrate, portando alle famiglie delle vittime a portare una causa legale avvenuta l'anno successivo.

Per salvare una vitaModifica

  • Titolo originale: Thinking Makes It So
  • Diretto da: Tony Goldwyn
  • Scritto da: Michael S. Chernuchin

TramaModifica

Fontana e Green indagano su una rapina in banca, in cui il rapinatore è stato ucciso dalla guardia giurata e il direttore della banca arrestato come complice. I detective scoprono che l'uomo aveva aiutato la vittima e il suo complice a rapire una bambina di 6 anni, cioè sua figlia. Fontana, dopo aver individuato il secondo rapitore lo incita a rivelare il luogo dove era nascosta la bambina. Infatti la bambina viene ritrovata e il difensore dell'imputato accusa Fontana di averlo aggredito, chiedendo il proscioglimento del suo cliente.

  • Guest star: Michael Countryman: Howard Grant, Stephen Schnetzer: Mitchell Lowell
  • Questo episodio è ispirato su una rapina in banca avvenuta nel 2003 a Vista, in California, che ha coinvolto i rapimenti del direttore della filiale, sua figlia e il suo compagno di stanza.

Cocktail letaleModifica

  • Titolo originale: Positive
  • Diretto da: Richard Dobbs
  • Scritto da: Sonny Postiglione

TramaModifica

Fontana e Green indagano sull'omicidio del proprietario di una tavola calda, scoprono subito il responsabile del delitto, un quattordicenne problematico che non aveva nessun legame con la vittima. Interrogando i genitori adottivi del ragazzo, Fontana e Green scoprono che la sorella del ragazzo era morta di AIDS, e che era stata ricoverata in una clinica poco distante da dove è stato commesso l'omicidio. A quel punto scoprono che il vero obiettivo dell'agguato era una cliente dell'amministrazione della clinica. Dopo che il responsabile del delitto si è tolto la vita, Fontana e Green indagano sulla morte della sorella dovuta a un cocktail letale di farmaci anti-AIDS non approvati dalle autorità sanitarie. McCoy incrimina il medico che aveva in cura la ragazza morta, e dopo aver scoperto che lui stesso è ammalato di AIDS lo aveva accusato di averla usata come cavia per motivi personali.

  • Guest star: Vondie Curtis-Hall: Andrew Copelan
  • Questo episodio è ispirato al rapporto della Public Citzen sull'AIDS, avvenuto nel 1997.

Sotto coperturaModifica

  • Titolo originale: Kingmaker
  • Diretto da: Don Scardino
  • Scritto da: David Slack

TramaModifica

Fontana e Green indagano sull'omicidio di una giovane agente di polizia che lavorava sotto copertura e sospettano dei trafficanti di droga albanesi su cui la vittima indagava. Uno dei sospettati afferma di aver scoperto che la vittima era una poliziotta grazie ad una foto pubblicata su un giornale, insieme ad un articolo relativo scritto da suo padre, un attivista repubblicano, che aveva attaccato molto duramente un parlamentare democratico: i sospetti di Fontana e Green cadono sul capo dello staff del deputato, che per colpire il padre, aveva rivelato la copertura della figlia al giornale, provocandone la morte. Per McCoy e la Borgia sarà molto dura processarlo per omicidio.

Una madre modelloModifica

  • Titolo originale: Hindsight
  • Diretto da: Jean De Segonzac
  • Scritto da: Chris Levinson

TramaModifica

Fontana e Green cercano di scagionare il detective Falco, accusato dell'omicidio di una ragazza con cui aveva passato la notte, avvenuto proprio nel suo appartamento. Falco è il maggior sospettato del delitto e Fontana e Green scoprono che la vittima faceva cadere in trappola alcuni ricchi per poi essere derubati dai suoi complici. Quindi i sospetti di Fontana e Green cadono sul capo della banda, nonché ex gangster e padre di uno dei membri della banda, arrestato da Falco molto tempo prima. Poi si concentrano sulla fidanzata di suo figlio, furibonda dopo aver saputo che la vittima aspettava un figlio da lui. Tuttavia, le intrusioni di Falco nelle indagini influenzano McCoy e la Borgia, fino a quando Fontana e Green capiscono che il responsabile dell'omicidio era una persona apparentemente insospettabile.

Regole violateModifica

  • Titolo originale: Invaders
  • Diretto da: Matthew Penn
  • Scritto da: Richard Sweren e David Wilcox

TramaModifica

Fontana e Green indagano sul massacro di una famiglia, e scoprono che il vero obiettivo era il padre, che al momento della tragedia non era in casa. L'uomo aveva fornito dei falsi distintivi della polizia ai due malviventi, che li avevano utilizzati per delle rapine, e poi aveva collaborato con la Borgia per arrestarli, ma con esiti disastrosi. Ma la Borgia viene rapita e uccisa dagli stessi che hanno commesso il massacro. Fontana e Green sospettano di un poliziotto corrotto che ha fornito il distintivo come modello per le imitazioni, e McCoy cerca con tutti i mezzi di fare giustizia per la Borgia, fino a quando gli assassini non vengono arrestati dopo aver ucciso il poliziotto corrotto, e il vice procuratore federale fa esonerare McCoy dal caso.

  • Guest star: Ritchie Coster: Kewin Almonte
  • Alexandra Borgia è l'ultimo membro del cast a morire nella serie, il primo era Max Greevey, ucciso sotto casa sua (l'attore che lo interpretava George Dzundza già era uscita di scena alla fine della prima stagione) e il secondo era Claire Kincaid, morta in un incidente stradale.
  • Questo episodio è l'ultimo per Dennis Farina nel ruolo del detective Joe Fontana e per Annie Parisse nel ruolo dell'assistente del procuratore Alexandra Borgia.
  • È il primo episodio italiano ad essere trasmesso in prima serata.

NoteModifica

  1. ^ La storia è la conclusione dell'episodio 7x02 del serial Law & Order: Unità vittime speciali

Collegamenti esterniModifica

  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Televisione