Apri il menu principale

Erode il grande (film)

film del 1958 diretto da Victor Tourjansky

TramaModifica

Aronne viene incaricato da Erode di sorvegliare la moglie Maryam durante la sua assenza e di ucciderla qualora egli non tornasse. Quando giunge la notizia della morte di Erode, Aronne non esegue l'ordine; innamorato di lei, fugge con la donna nel deserto. Nel frattempo si congiurano intrighi di potere contro la regina madre e, quando viene proclamato nuovo re il cognato, ricompare improvvisamente Erode, che in realtà non è morto. Furioso per ciò che è accaduto, fa uccidere suo cognato e instaura un regime di terrore: Aronne viene torturato e Maryam lapidata. Ottenuta la sua vendetta, inizia a essere turbato dalla comparsa di un uomo che gli predice la nascita di un nuovo Messia. Dilaniato dal rimorso, rimane ucciso da un colpo apoplettico. Il suo posto sarà preso da Antipatro, che si farà chiamare Erode Antipa e ordinerà la strage degli innocenti.

CommentoModifica

Il film, girato su schermo panoramico Totalscope, venne iscritto al Pubblico Registro Cinematografico della S.I.A.E. con il n. 2.040. Ottenne il visto di censura n. 28.396 del 30 dicembre 1958 con una lunghezza accertata di 2.699 metri[1] ed ebbe la prima proiezione pubblica il 1º gennaio 1959. Ebbe incassi discreti: 488.788.000 di lire. Il titolo francese fu Hérode le grand, quello tedesco Herodes - Blut uber Jerusalem, quello spagnolo El rey cruel (Herodes el grande) e quello anglofono Herode the great. Trasmesso da Raitre l'ultima volta il 17 agosto 2015, non risulta ancora essere stato pubblicato in DVD.

Altri tecniciModifica

NoteModifica

  1. ^ Come si evince dal documento originale del visto di censura tratto dal sito Italia Taglia.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema