Apri il menu principale

Fanta Zapping

film di animazione del 2003 diretto da Butch Hartman
Fanta Zapping
film TV d'animazione
Titolo orig.Channel Chasers
Lingua orig.inglese
PaeseStati Uniti
RegiaButch Hartman
Generecommedia, azione

Fanta Zapping è il secondo speciale televisivo della serie Due fantagenitori.

Indice

TramaModifica

Al telegiornale di Dimmsdale si parla di Maho Mushi, un violentissimo cartone animato giapponese (parodia di Dragon Ball, Dragon Ball Z e Dragon Ball GT) amato da tutti i ragazzi della città che cercano di imitarlo procurandosi molti incidenti. Tra questi c'è Timmy Turner che, avendo i fantagenitori Cosmo e Wanda ad aiutarlo, riesce a copiare il cartone al meglio, pilotando un enorme astronave per i cieli.

Tuttavia, quando sta per schiantarsi contro un aereo, per salvarsi desidera entrare in una "bolla banzai" (una bolla magica resistente che rimbalza dappertutto); il piano funziona e Timmy si salva, ma la bolla con lui all'interno finisce per mettere a soqquadro l'ufficio di suo padre, che perde il premio di ufficio più ordinato, e per distruggere una casa di vetro che sua madre stava per vendere a un importante signore. I signori Turner, dopo aver sgridato Timmy, gli proibiscono di guardare la televisione per punizione. Inoltre, dovendo uscire, fanno venire la baby-sitter Vicky in modo che lo sorvegli e faccia in modo che non guardi la TV. Tuttavia i genitori ignorano il fatto che Vicky in realtà sia tremendamente infida e crudele e, nonostante Timmy cerchi di dirglielo, loro non ci credono.

Dopo essersi chiuso in camera, per sfuggire alla baby-sitter, il bambino desidera un telecomando magico che gli permetta di entrare nella TV. Mentre lui si trova all'interno di alcuni programmi televisivi, Vicky cerca di entrare nella sua camera barricata; per non farla insospettire Cosmo si trasforma in Timmy. Vicky, notando la televisione accesa, mette nei guai il bambino telefonando ai suoi genitori e, oltre a dire che stava guardando la TV, accusa Timmy di una serie di azioni fatte da lei, ovvero quelle di aver distrutto un vaso e una foto di famiglia, incendiato il pianoforte e scritto una frase offensiva sul muro: "i miei genitori fanno schifo evviva i dinkleberg".

Nel frattempo Timmy, dotato anche di un bazooka che gli hanno regalato dei personaggi di un cartone, torna nella sua cameretta, dove apprende che un giorno lui perderà Cosmo e Wanda. In questo momento la porta della camera di Timmy viene sfondata da Vicky e dai signori Turner, i quali trovano il figlio con la TV accesa e il bazooka in mano. Involontariamente il bambino fa saltare in aria la sua stanza con il bazooka, facendo perdere al padre un nuovo premio che pensavano di assegnargli. Arrabbiatissimi i genitori rimproverano Timmy aspramente, e la madre gli prende il telecomando magico, regalandolo immeritatamente a Vicky. Timmy tenta nuovamente di spiegare loro che è stata Vicky a provocare tutto dando a lui la colpa, ma essi si rifiutano ancora di credergli.

Infuriato sia perché i genitori non gli hanno creduto sul fatto che la baby-sitter è cattiva, e anche perché perderà Cosmo e Wanda una volta cresciuto, Timmy decide di scappare definitivamente negli universi della televisione e, dopo aver scritto un messaggio di addio, rientra nella TV con i suoi fantagenitori grazie ad un nuovo telecomando. Ben presto si accorgono di essere in pericolo: una strana persona vestita di nero li insegue cercando di prendergli il telecomando; in un cartone animato (una parodia di Batman) scoprono che quella persona è Timmy da adulto. Egli viene da un futuro dove Vicky, grazie al telecomando, è diventata la dittatrice del mondo; mischiandosi tra le sue truppe, l'uomo era stato scelto per tornare indietro nel tempo in modo da fermarla. Mentre Timmy adulto sta spiegando questo a Timmy bambino, a Cosmo e a Wanda, i quattro vengono interrotti da Vicky, che ha capito come funziona il suo telecomando magico, e ora vuole andare al canale 298 in un programma intitolato "Il dittatore della settimana". Timmy adulto e Timmy bambino decidono di collaborare per fermarla.

Nel frattempo i genitori di Timmy si accorgono della sua scomparsa, e per capire se diceva la verità o meno su Vicky lo chiedono a Chester ed A.J. (anche loro succubi di Vicky) e i genitori della stessa Vicky. Tuttavia, essendo tutti terrorizzati da lei, nessuno ha il coraggio di parlare, tranne Chester che però non riesce a dire la verità venendo fulminato più volte da una cavigliera impiantata da vicky su di lui. Ad un tratto però i signori Turner ricevono un messaggio da parte di una certa "Dente Profondo", che in realtà è Tootie, la sorella minore di Vicky. Quando i genitori del bambino si incontrano con Tootie, questa mostra a loro un album di foto raffigurante le azioni fatte da Vicky di cui Timmy era stato accusato; i signori Turner capiscono così di essere stati ingannati.

Nel frattempo Timmy e Vicky si susseguono in un inseguimento fra vari programmi televisivi, dove lei causa una serie di guai. Timmy capisce che l'unico modo per fermarla sta nel combatterla nel cartone super violento di Maho Mushi che si trova nel canale subito prima quello di "Il dittatore della settimana". I due Timmy, insieme a Cosmo e Wanda, si ritrovano nei titoli di coda del programma "Cow Ninjas-Mucche geneticamente modificate" (una parodia di Tartarughe Ninja) ovvero subito prima di Maho Mushi. In questo frangente sopraggiunge Vicky, che distrugge la cintura per viaggiare nel tempo di Timmy adulto, che scompare; questo aumenta la rabbia di Timmy che diventa ancora più deciso a sconfiggere Vicky.

Arrivati in Maho Mushi i due iniziano un combattimento non solo corporeo, ma anche tramite la magia dei telecomandi magici e due robot giganti. Timmy capisce che finché entrambi utilizzano i telecomandi saranno sempre alla pari e, poiché gli viene in mente che senza l'aiuto della magia lui l'avrebbe battuta alla grande, decide di usare il suo telecomando per crescere sempre di più e vedere a quale età si dimenticherà dei fantagenitori. Il piano funziona e quando arriva a diciotto anni si dimentica completamente di quello che sta succedendo. Vicky nel frattempo riesce a stenderlo grazie ad una precedente magia, ma, mentre sta per dargli il colpo di grazia, il telecomando magico smette di funzionare, poiché Timmy è diventato troppo grande per Cosmo e Wanda. Non essendo più un bambino, i fantagenitori stanno per tornare al Fantamondo, ma Cosmo, Wanda e Timmy riescono a far tornare quest'ultimo a dieci anni e lui, con i telecomandi magici, rispedisce Vicky nel mondo normale, completamente incosciente di quello che è successo. Mentre i tre volano nell'universo della televisione, Timmy dice ai fantagenitori che ha intenzione di crescere e di diventare un adulto come i suoi genitori. In quel momento Timmy scopre che i suoi genitori sono riusciti ad andare in onda in TV su tutti i canali e, oltre a dire che lo cercano disperatamente, si scusano con lui per non avergli creduto.

Il bambino decide così di tornare nel mondo normale, dove perdona i suoi genitori, i quali sgridano pesantemente Vicky, che si deprime, diventa molto triste su come sia stata crudele con Timmy, dice: "scusate, è colpa della televisione!" e alla fine la licenziano. Inaspettatamente il bambino esprime il desiderio che tutto torni alla normalità. Qualche tempo dopo Timmy si trova in giardino dove sotterra una capsula del tempo spiegando a Cosmo e Wanda che, mentre gli altri si sono dimenticati quello che è successo, lui non vuole farlo e che da grande non vuole commettere gli errori dei suoi genitori.

In seguito viene mostrata una scena del futuro: Timmy è cresciuto e ha avuto due figli, Tommy e Tammy. Questi ultimi trovano la sua capsula e gliela portano. Timmy ci trova dentro una foto di lui triste con i suoi pesci rossi che in realtà erano Cosmo e Wanda e sorride. Poi però deve andare al lavoro, e si scopre che lascerà i figli a un robot-Vicky con lo stesso carattere di Vicky, che maltratterà i due bambini, a cui verranno a loro volta assegnati Cosmo e Wanda come fantagenitori.

Parodie dei cartoni animatiModifica

Le parodie dei cartoni animati sono:

CuriositàModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica