Ferdinand Maria von Chotek

arcivescovo cattolico austriaco
Ferdinand Maria von Chotek
arcivescovo della Chiesa cattolica
Chotek Litho.jpg
Franz Eybl, Litografia di Ferdinand Maria von Chotek (anni 1830).
COA archbishop CZ Chotek Ferdinand Maria.png
 
Incarichi ricoperti
 
Nato8 settembre 1781 a Vienna
Ordinato diacono24 novembre 1805
Ordinato presbitero29 dicembre 1805
Nominato vescovo14 aprile 1817 da papa Pio VII
Consacrato vescovo1º giugno 1817 dal cardinale Maria-Thaddeus von Trauttmansdorf Wiensberg
Elevato arcivescovo24 febbraio 1832 da papa Gregorio XVI
Deceduto5 settembre 1836 (54 anni) a Praga
 

Ferdinand Maria Graf Chotek von Chotkow und Wogin (Vienna, 8 settembre 1781Praga, 5 settembre 1836) è stato un arcivescovo cattolico austriaco, arcivescovo di Olomouc e metropolita di Moravia.

BiografiaModifica

Ferdinand Maria nacque a Vienna l'8 settembre 1781, figlio del conte boemo Johann Rudolf von Chotek, ministro di stato e intendente generale del regno di Boemia, e della contessa Maria Sidonia von Clary-Aldringen, figlia del principe Franz Wenzel e della moglie Josephine von Hohenzollern-Hechingen; suo fratello sarebbe stato Karl Chotek von Chotkow, borgomastro di Praga.

Chotek si laureò in teologia e filosofia presso l'università di Praga, venendo ordinato sacerdote il 29 dicembre 1805 dal vescovo di Passavia Leopold Thun-Hohenstein, suo lontano parente. Assegnato all'arcidiocesi di Olomouc in Moravia, il 14 aprile 1817 divenne vescovo titolare di Tolemaide e vescovo vicario di Olomouc per l'arcivescovo Maria-Thaddeus von Trauttmansdorf Wiensberg e assistente del vescovo di Brno Wenzel Urban von Stuffler. Nel 1823 Chotek divenne titolare della cattedra di filosofia dell'università di Olomouc; il 30 settembre 1831 divenne vescovo di Tarnów in Galizia. Il 24 febbraio 1832 fu nominato arcivescovo di Olomouc e primate di Moravia. Morì di colera a Praga il 5 settembre 1836, all'età di 55 anni.

Genealogia episcopaleModifica

La genealogia episcopale è:

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN84350943 · ISNI (EN0000 0000 5674 6603 · GND (DE1062749871 · WorldCat Identities (ENviaf-84350943