Apri il menu principale
Fiammetta Modena
Fiammetta Modena datisenato 2018.jpg

Senatrice della Repubblica Italiana
In carica
Inizio mandato 23 marzo 2018
Legislature XVIII
Gruppo
parlamentare
Forza Italia
Circoscrizione Umbria
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Forza Italia (Dal 2013)
In precedenza:
FI (1994-2009)
PdL (2009-2013)
Titolo di studio Laurea in giurisprudenza
Università Università degli Studi di Perugia
Professione Avvocato

Fiammetta Modena (Perugia, 20 giugno 1965) è una politica italiana.

BiografiaModifica

Percorso di studi e professionaleModifica

Dopo aver frequentato il Liceo Classico Mariotti di Perugia, dove si è diplomata nel 1984, consegue la laurea in giurisprudenza nel 1990. Svolta la pratica forense presso lo studio del padre, l'avvocato Marzio Modena, sostiene l'esame di Stato per l'abilitazione all'esercizio della professione, iscrivendosi, così, all'albo degli avvocati, presso l'ordine di Perugia, il 20 dicembre 1993. Da allora svolge la professione di avvocato nel capoluogo umbro. Il suo settore d’elezione è quello civile e commerciale, con particolare dedizione alla composizione stragiudiziale e alla consulenza. Nel 2007 costituisce l'Associazione professionale Studio Legale Modena con la sorella Laura, penalista.[1]

Percorso politicoModifica

Fiammetta Modena avvia il suo percorso politico sin dagli anni del liceo. Nel 1995 viene eletta Consigliere regionale dell’Umbria nella lista Forza Italia - Polo Popolare con 1452 preferenze. Rieletta nel 2000 con 6292 preferenze e nel 2005 con 5295 preferenze ha ricoperto, nel tempo, vari incarichi: vicepresidente della commissione regolamenti, presidente della commissione statuto, presidente del gruppo consiliare del Popolo della Libertà.[2]

Si candida per la Camera alle elezioni politiche del 2006 sempre con Forza Italia senza essere eletta. Ricandidata nel 2008 con il Popolo della Libertà, non sarà eletta.

Candidata alle elezioni regionali in Umbria del 2010 alla presidenza della regione Umbria per il centrodestra, ottiene quasi 170 mila voti. A diventare presidente è, però, Catiuscia Marini (coalizione di centrosinistra) e Modena diviene portavoce dell'opposizione in consiglio regionale.[3] Dal 2004 al 2005 è vicepresidente del Consiglio Regionale dell'Umbria.[4]

Durante il suo percorso politico Modena si è sempre occupata della crescita della classe dirigente del centrodestra vedendo, tra l'altro, Andrea Romizi, avvocato dello Studio Modena, diventare sindaco di Perugia e Luca Briziarelli, suo collaboratore durante il primo periodo della consiliatura regionale, essere eletto Senatore (Lega) nel 2018.[5]

Alle elezioni politiche del 2013 è candidata al Senato, sempre con il Popolo della Libertà, ancora una volta senza essere eletta.

Elezione a senatoreModifica

Alle Elezioni politiche italiane del 2018 è candidata nelle liste di Forza Italia come capolista al Senato nella circoscrizione umbra e viene eletta Senatrice il 4 marzo del 2018.[6][7]

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica