Apri il menu principale

Filippo Sensi

giornalista, blogger e politico italiano
Filippo Sensi
Filippo Sensi daticamera 2018.jpg

Deputato della Repubblica italiana
In carica
Inizio mandato 23 marzo 2018
Legislature XVIII
Gruppo
parlamentare
Partito Democratico
Circoscrizione Toscana
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Partito Democratico
Titolo di studio Laurea in Filosofia
Professione Giornalista

Filippo Sensi (Roma, 4 marzo 1968) è un giornalista, blogger e politico italiano, esperto di comunicazione politica.

Fondatore del blog Nomfup, è stato dal 2014 al 2018 portavoce e capoufficio stampa del presidente del Consiglio dei ministri (prima Matteo Renzi e poi Paolo Gentiloni)[1] ed è dal 2018 deputato per il Partito Democratico.

Indice

BiografiaModifica

Dopo aver studiato al Liceo Calasanzio di Roma, si è laureato e ha ottenuto un dottorato in filosofia (con una tesi sulla fenomenologia tedesca).[2] Sposato e con tre figli, è stato portavoce di Francesco Rutelli[3], curandone l'ufficio stampa come sindaco di Roma negli anni novanta.[4]

Nel gennaio del 2010 ha fondato Nomfup, un noto blog dedicato alla comunicazione politica[5], in particolare britannica e statunitense[4]. Nell'ottobre 2011 Filippo Sensi, tramite Nomfup, è stato l'autore dello scoop che testimoniò le bugie del ministro britannico della Difesa Liam Fox sul suo rapporto con l'amico e collaboratore Adam Werrity[5][6], provocando quindi le dimissioni di Fox.[2] È stato vicedirettore di Europa[3], e collaboratore per Wired e Corriere della Sera.[4]

A gennaio 2014, dopo l'avvento di Matteo Renzi a segretario del Partito Democratico, Filippo Sensi è stato nominato capo ufficio stampa del PD e portavoce di Renzi[3][7], nonché direttore responsabile di YouDem[8]. Il suo ruolo di spin doctor per Renzi è stato paragonato a quello di Alastair Campbell per Tony Blair.[2] Dopo la nomina di Matteo Renzi come presidente del Consiglio dei Ministri è diventato portavoce e capoufficio del presidente del Consiglio dei ministri, mantenendo tale ruolo anche in seguito alle dimissioni di Renzi e alla nomina di Paolo Gentiloni.

Alle elezioni politiche del 2018 viene eletto deputato per il Partito Democratico nel collegio Toscana 03.

NoteModifica

  1. ^ Ufficio stampa e del Portavoce, Governo Italiano - Amministrazione Trasparente. URL consultato il 31/10/2016.
  2. ^ a b c Marianna Rizzini, Storia di Nomfup, Alastair Campbell della Rottamazione (Il Foglio), 2 aprile 2014. URL consultato il 2 aprile 2014.
  3. ^ a b c Filippo Sensi, un blogger a capo dell'ufficio stampa del Pd (La Stampa), 3 gennaio 2014. URL consultato il 2 aprile 2014.
  4. ^ a b c Pietro Minto, Nomfup (Rivista Studio), 22 novembre 2011. URL consultato il 2 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 7 aprile 2014).
  5. ^ a b Monica Ricci Sargentini, Un blogger italiano incastra il ministro di Sua Maestà, in Corriere della Sera, 10 ottobre 2011, p. 21. URL consultato il 2 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 13 ottobre 2011).
  6. ^ Michele Anzaldi, Un blogger italiano inchioda Mr.Fox "Bastava cercare su YouTube e Google" (La Stampa), 9 ottobre 2011. URL consultato il 2 aprile 2014.
  7. ^ Sensi, un altro colpo per Renzi (Europa), 3 gennaio 2014. URL consultato il 2 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 7 aprile 2014).
  8. ^ Rudy Francesco Calvo, Una coppia al vertice di YouDem: Filippo Sensi e Tiziana Ragni (Europa), 29 gennaio 2014. URL consultato il 2 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 7 aprile 2014).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica