Francesco Giovanni Brugnaro

arcivescovo cattolico italiano
Francesco Giovanni Brugnaro
arcivescovo della Chiesa cattolica
Coat of arms of Francesco Giovanni Brugnaro.svg
Omnia possibilia credenti
 
TitoloCamerino-San Severino Marche
Incarichi attualiArcivescovo emerito di Camerino-San Severino Marche (dal 2018)
Incarichi ricoperti
 
Nato16 marzo 1943 (78 anni) a San Donà di Piave
Ordinato presbitero18 dicembre 1982 dall'arcivescovo Carlo Maria Martini, S.I. (poi cardinale)
Nominato arcivescovo3 settembre 2007 da papa Benedetto XVI
Consacrato arcivescovo29 settembre 2007 da papa Benedetto XVI
 

Francesco Giovanni Brugnaro (San Donà di Piave, 16 marzo 1943) è un arcivescovo cattolico italiano, dal 27 luglio 2018 arcivescovo emerito di Camerino-San Severino Marche.

BiografiaModifica

Nasce a San Donà di Piave, in provincia di Venezia e diocesi di Treviso, il 16 marzo 1943.

Formazione e ministero sacerdotaleModifica

Dopo aver studiato presso i padri salesiani a Este e al liceo Tito Livio di Padova, si laurea in filosofia presso l'Università degli Studi di Padova nel 1966. Dopo una breve carriera accademica, nel 1980 entra nel seminario di Venegono Inferiore dell'arcidiocesi di Milano, frequentando anche la Pontificia Università Gregoriana dove consegue il baccellierato in storia della filosofia moderna e il dottorato in teologia fondamentale.

Il 18 dicembre 1982 è ordinato presbitero, nel tempio della Pace a Padova, dall'arcivescovo Carlo Maria Martini per l'arcidiocesi di Milano.

Successivamente ricopre incarichi di pastorale universitaria nell'arcidiocesi ambrosiana sia come assistente spirituale presso la cappella universitaria dell'Università degli Studi di Milano che come docente universitario presso ISSR di Milano. Completato dunque il mandato e sortendo dalle proprie competenze una ideale apertura accademica, viene chiamato alla Congregazione per le Chiese orientali a Roma a svolgere un incarico di elevato peso specifico, che gli permette di controllare, esercitando funzioni ausiliarie, alcuni degli snodi di mediazione internazionale. Mantiene l'incarico fino alla nomina episcopale. Il 31 gennaio 2005 è nominato osservatore permanente della Santa Sede presso l'organizzazione mondiale del turismo.

Ministero episcopaleModifica

Il 3 settembre 2007 papa Benedetto XVI lo nomina arcivescovo di Camerino-San Severino Marche; succede ad Angelo Fagiani, dimessosi per motivi di salute. Il 29 settembre successivo riceve l'ordinazione episcopale, nella basilica di San Pietro in Vaticano, con gli arcivescovi Gianfranco Ravasi, Tommaso Caputo e Mieczysław Mokrzycki, e i vescovi Vincenzo Di Mauro e Sergio Pagano, per imposizione delle mani dello stesso pontefice, coconsacranti i cardinali Tarcisio Bertone e Marian Jaworski. Il 28 ottobre prende possesso dell'arcidiocesi.

Il 27 luglio 2018 papa Francesco accoglie la sua rinuncia al governo pastorale dell'arcidiocesi, presentata per raggiunti limiti di età; gli succede Francesco Massara, del clero di Mileto-Nicotera-Tropea. Rimane amministratore apostolico dell'arcidiocesi fino all'ingresso del successore, avvenuto il 21 ottobre seguente.

Genealogia episcopaleModifica

La genealogia episcopale è:

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica