Lana e Lilly Wachowski

sorelle cineaste statunitensi
(Reindirizzamento da Fratelli Wachowski)
Lilly (a sinistra) e Lana Wachowski al Fantastic Fest nel 2012, per la presentazione di Cloud Atlas.

Lana Wachowski (Chicago, 21 giugno 1965) e Lilly Wachowski (Chicago, 29 dicembre 1967) note come sorelle Wachowski, sono due registe, sceneggiatrici e produttrici cinematografiche statunitensi, principalmente conosciute per avere ideato la saga di Matrix, la serie televisiva Sense8 e il film Cloud Atlas. Le sorelle sono entrambe donne transgender ed erano note come fratelli Wachowski prima del cambio di genere.

BiografiaModifica

 
Le sorelle Wachowski al San Diego Comic-Con nel 2004.

Le sorelle Lana e Lilly Wachowski, nate rispettivamente Laurence e Andrew Paul Wachowski, nascono e crescono a Chicago in una famiglia di ascendenze polacche. Lynne Luckinbill, la madre, era un'infermiera statunitense e Ron Wachowski, il padre, un uomo d'affari statunitense di origini polacche. Frequentarono la Kellogg Elementary School nella zona di Beverly a Chicago, diplomandosi alla Whitney Young High School, una scuola superiore statale nota per i suoi corsi in arti drammatiche e in scienze, rispettivamente nel 1983 e 1985. In seguito Laurence andò all'Emerson College a Boston mentre Andrew Paul al Bard College nella zona nord dello Stato di New York. Dopo aver entrambi abbandonato il college, entrarono nel settore della carpenteria e cominciarono a sviluppare le loro idee per la Trilogia di Matrix. Prima di entrare nel mondo dello spettacolo gestirono un'impresa di carpenteria a Chicago mentre creavano fumetti nel tempo libero[1].

Nel 2012 realizzarono Cloud Atlas che venne proiettato in anteprima mondiale al Toronto International Film Festival, ricevendo dieci minuti di applausi e al Fantastic Fest di Austin con una proiezione a sorpresa per i fan in presenza delle Wachowski.

Nel 2015 la coppia realizza un film di fantascienza intitolato Jupiter - Il destino dell'universo (Jupiter Ascending), con protagonisti Channing Tatum e Mila Kunis.[2]

Vita privataModifica

Lana è stata sposata dal 1993 per nove anni con Thea Bloom. Nel 2002 la Bloom divorziò da lei con la motivazione di una supposta disonestà nelle loro vite personali e finanziarie e chiese un risarcimento finanziario. Dopo la separazione dalla Bloom, Lana si legò sentimentalmente alla famosa ex dominatrice professionista Ilsa Strix, nome d'arte di Karin Winslow, con cui si è poi sposata. Lilly è sposata con Alisa Blasingame dal 1991.

Nel 2003, poco dopo l'uscita di Matrix Reloaded, la maggiore delle due sorelle cominciò a fare piccole apparizioni in pubblico vestita da donna utilizzando il nome Lana Wachowski. Nella sua rubrica, pubblicata il 30 maggio 2003, David Poland ha dichiarato: «L'unica indicazione che posso dare è che Larry Wachowski è ora in procinto di cambiare sesso. Vestendosi in pubblico come una donna, prendendo ormoni femminili e, sì, con una operazione di cambio di sesso».[3][4][5] Ciò è stato ulteriormente supportato da un articolo sulle persone transgender apparso nel marzo 2006 sul San Francisco Chronicle, articolo che ribadì che Larry Wachowski «ha cambiato sesso ed ora vive come Lana Wachowski».[6]

In un'intervista del 2007 Joel Silver, il produttore di numerosi film Wachowski, dichiarò che le voci relative al cambiamento di sesso di Lana erano "tutte infondate" e spiegò che "non concedere delle interviste fa inventare cose alle persone".[7] Affermazioni analoghe furono effettuate a Fox News da uno dei membri della squadra che lavorava sul film Speed Racer, che sottolineava "sui fogli di chiamata, si dice ancora Larry".[7] Il 7 dicembre 2009 la giornalista Arianna Huffington pubblicò dalla sua pagina Twitter il messaggio "Con Lana Wachowski e i suoi genitori", con un'immagine allegata di Huffington e Lana.[8]

Nel luglio del 2012, in vista del lancio del loro nuovo film Cloud Atlas, Lana Wachowski ha rilasciato la sua prima video intervista a transizione, o "evoluzione", come è stata definita da Lana stessa in un'intervista col The New Yorker[9][10], completata.[11]

Nel 2016 anche Lilly rivela ai media il termine della propria transizione, presentandosi col nuovo nome.[12]

StileModifica

Lana e Lilly amano raccontare storie multiruolo. "Essendo cresciute con i fumetti e la trilogia di Tolkien, una delle cose che ci interessano è portare la narrativa seriale al cinema", spiega Lana, "penso che sia molto eccitante vedere un film che, giunto all'ora e mezza, non ti faccia pensare 'Okay, ecco che arriva il gran finale', dato che non si ha idea di come andrà a finire". "Pensiamo che i film siano alquanto noiosi e prevedibili. Vogliamo ingannare le aspettative del pubblico", sostiene Lilly, esprimendo il desiderio di scuotere gli spettatori in modo un po' più diretto[13].

FumettiModifica

Prima di lavorare nell'industria cinematografica, nel 1993 Lana e Lilly Wachowski scrissero fumetti per il marchio editoriale Razorline della Marvel Comics, vale a dire Ectokid, creato dal romanziere horror Clive Barker.

Nel 2004 hanno creato la Burlyman Entertainment e pubblicato fumetti basati su Matrix nonché due serie bimestrali originali:

Durante il suo periodo sulla serie Gambit della Marvel Comics, Skroce contribuì a creare, come avversari, una coppia di cacciatori di taglie, i Fratelli Mengo (Stanislaus e Gregori Mengochauschras), che assomigliano alle Wachowski.

ControversieModifica

Si nota spesso che le Wachowski compiono una notevole inclusione di vari elementi di opere esistenti nelle loro opere, dichiarando apertamente le loro ispirazioni, ad esempio come è accaduto con serie Invisibles del fumettista Grant Morrison che è arrivato a sostenere che le Wachowski hanno plagiato Invisibles[14].

Sophia Stewart le ha citate in giudizio sostenendo che Matrix era stato rubato dal suo libro The Third Eye ("Il terzo occhio"). La sua causa è stata rigettata per mancanza di prove.

Un'ulteriore teoria sostenuta da molti ammiratori della serie televisiva di culto Doctor Who suggerisce che Matrix sia stato copiato dall'avventura composta da quattro episodi intitolata The Deadly Assassin del 1976, parte della quattordicesima stagione. In questa storia il Dottore penetra in un computer che simula accuratamente la realtà, al punto tale che morire nella simulazione uccide la persona in questione. Anche questo computer era chiamato Matrix. L'episodio della serie britannica sembra che abbia preso a sua volta forti spunti dal romanzo Ubik di Philip K. Dick, a cui hanno a loro volta attinto, così come per Labirinto di morte, un'altra opera dello stesso Dick, anche le stesse Wachowski per Matrix.

FilmografiaModifica

RegiaModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

  • Sense8 - serie TV, 24 episodi (2015-2018)

SceneggiaturaModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

  • Sense8 - serie TV, 24 episodi (2015-2018)

ProduzioneModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

  • Sense8 - serie TV, 24 episodi (2015-2018)

NoteModifica

  1. ^ Matrix Revelations: The Wachowski Brothers FAQ Archiviato il 24 luglio 2012 in Internet Archive. (Wired)
  2. ^ 'Jupiter Ascending' Plot Rumored To Be Pretty Much Like 'Snow White And The Huntsman'; Joseph Gordon-Levitt Eyed For Role - Indiewire.com, su blogs.indiewire.com. URL consultato il 29 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 26 ottobre 2012).
  3. ^ David Poland, May 30, 2003, su The Hot Button, 30 maggio 2003. URL consultato il 20 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 21 gennaio 2012).
  4. ^ (EN) Jen Chung, Sex Change for Larry Wachowski?, su Gothamist, 5 giugno 2003. URL consultato il 20 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 10 settembre 2019).
  5. ^ Pierpaolo Festa, Il mistero di Lana Wachowski, su Film.it, 13 maggio 2008. URL consultato il 20 gennaio 2020 (archiviato il 7 febbraio 2017).
  6. ^ Edward Guthmann, Veronica Klaus is brassy and confident onstage discussing her sex change in 'Family Jewels.' In person, though, she protects her privacy., su San Francisco Chronicle, 20 marzo 2006. URL consultato il 20 gennaio 2020 (archiviato il 26 maggio 2019).
  7. ^ a b (EN) Roger Friedman, No Sex Change for 'Matrix' Director Larry Wachowski, su Fox News, 25 marzo 2015. URL consultato il 20 gennaio 2020 (archiviato il 17 ottobre 2019).
  8. ^ (EN) Peter Sciretta, WTF: Secret Wachowski Brothers Futuristic War Movie In Production?, su /Film, 7 dicembre 2009. URL consultato il 20 gennaio 2020 (archiviato il 6 gennaio 2020).
  9. ^ (EN) Aleksandar Hemon, Beyond the Matrix, su The New Yorker. URL consultato il 20 gennaio 2020 (archiviato il 25 dicembre 2019).
  10. ^ L'atlante dei fratelli Wachowski, su Il Post, 4 settembre 2012. URL consultato il 20 gennaio 2020 (archiviato il 24 agosto 2019).
  11. ^   ScreenCrush, Tom Twyker and the Wachowskis Introduce 'Cloud Atlas', su YouTube.
  12. ^ (EN) Caroline Davies e Mark Sweney, Film director Lilly Wachowski comes out as transgender woman, in The Guardian, 9 marzo 2016. URL consultato il 20 gennaio 2020 (archiviato il 4 maggio 2019).
  13. ^ Larry Wachowski - Filmbug, su filmbug.com. URL consultato il 21 aprile 2007 (archiviato il 6 luglio 2012).
  14. ^ Intervista a Grant Morrison Archiviato il 28 giugno 2009 in Internet Archive. (Poormojo.org)

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN311287582 · LCCN (ENn2012071391 · WorldCat Identities (ENn2012-071391