Richard Donner

regista e produttore cinematografico statunitense

Richard Donner, nato Richard Donald Schwartzberg (New York, 24 aprile 1930), è un regista, produttore cinematografico, produttore televisivo e fumettista statunitense.

Richard Donner nel 2006

BiografiaModifica

Le origini e gli iniziModifica

Richard Donner nasce il 24 aprile 1930 nel Bronx, a New York. Appassionato di recitazione, si avvicina al mondo dello spettacolo nella speranza di intraprendere la carriera di attore, ma si sposta presto verso la regia, iniziando da spot pubblicitari. Verso la fine degli anni cinquanta si avvicina alla televisione, dirigendo alcuni episodi di diversi telefilm, tra i quali la serie western Ricercato vivo o morto con Steve McQueen. Lavora a oltre 25 serie, tra le quali Get Smart, Selvaggio West, L'isola di Gilligan, L'uomo da sei milioni di dollari, Kojak e un celebre episodio di Ai confini della realtà, intitolato Nightmare at 20,000 Feet, così come il serial Danger Island fino al programma per bambini Lo Show dei Banana Splits.

Il suo primo film realizzato è Il leggendario X-15 (1961), con la partecipazione di Charles Bronson, un dramma militare a basso costo che però non ottiene un gran successo, e per questo Donner torna a lavorare in televisione. Dal 1962 al 1965 viene impegnato nella serie The Nurses, che lo porta a lavorare accanto a star dell'epoca come Shirl Conway e Gail Lucas. Nello stesso 1962 lavora a Combat!, e dirige attori come Vic Morrow o Rick Jason. Nonostante le due serie siano molto diverse tra di loro (Nurses infatti si svolge all'interno dell'ospedale e ruota attorno al personaggio di Shirl Conway, mentre Combat! invece si svolge in trincea durante la seconda guerra mondiale) Donner mostra di sapersi adattare a qualsiasi genere di regia: lenta, veloce o dal taglio nuovo e innovativo.

La consacrazioneModifica

Nel 1963 dirige tre episodi (Of Rusted Cannons and Fallen Sparrows, Accomplice e Boiling Points) della serie Sam Benedict. Sempre nel 1963 è alle prese con la serie Il fuggiasco, di cui dirige due episodi. Negli anni a seguire, sino ai primi anni settanta, il regista avrà a che fare con serie televisive sempre di maggior successo come F.B.I. e Jericho. Nel 1976 gira il film Il presagio con Gregory Peck, horror sulla venuta dell'anticristo, incarnatosi in un bambino che verrà coinvolto in una sequela di misteriosi omicidi.

Nel 1978 il regista ottiene la consacrazione a lungo perseguita: dirige Marlon Brando, Gene Hackman e Christopher Reeve in Superman. Ispirato alla storia del celebre fumetto di Jerry Siegel e Joe Shuster, il film vede il giovane Superman arrivare sulla Terra e procurarsi un lavoro. In questo primo lungometraggio sull'uomo d'acciaio egli si batterà contro il malvagio Lex Luthor, che vuole conquistare il mondo.

Gli anni d'oroModifica

Nel 1980 firma I ragazzi del Max's bar e nello stesso anno (benché non accreditato) è uno dei realizzatori di Superman II. Nel 1985 firma I Goonies, in collaborazione con Steven Spielberg e Chris Columbus, e Ladyhawke. Nel 1987 aiuta l'esordiente regista Joel Schumacher a crearsi un nome a Hollywood, producendo il cult Ragazzi perduti, che unisce le tematiche di film horror alle predilette situazioni alla Goonies.

Nel 1987 dirige Arma letale, con Danny Glover e Mel Gibson, scritto da Shane Black; il film racconta la storia di due poliziotti molto diversi, dei quali Gibson è l'arma letale della situazione. Solo a due anni di distanza la coppia Gibson-Glover torna a essere diretta da Donner per il sequel Arma letale 2. Qui i due agenti Riggs e Murtaugh, affiancati per la prima volta da Joe Pesci, sono sulle tracce di diplomatici sudafricani che stanno usando le loro immunità per violente attività criminali.

Nel 1992 il duo ritorna con Arma letale 3, questa volta alle prese con un poliziotto corrotto e una serie di esplosioni nei quartieri della città. Nel 1994 Donner torna a lavorare alla serie tv I racconti della cripta, firmando tre episodi. Per il cinema, dirige Maverick (1994), Assassins (1995) e Ipotesi di complotto (1997). A sei anni di distanza dal precedente, dirige Arma letale 4, ultimo film della serie. Questa volta Riggs e Murtaugh, alle prese con l'età e varie crisi personali, devono affrontare un boss cinese che vuole far uscire suo fratello di prigione.

Gli anni seguentiModifica

Donner abbandona per cinque anni l'attività di regista per dedicarsi come produttore a grossi blockbuster come X-Men (2000) e ad alcune serie televisive. Ritorna alla regia nel 2003, anno in cui lavorato al film Timeline, tratto dal libro di Michael Crichton, che racconta del viaggio nel tempo di quattro ragazzi universitari.

Nel 2006, assieme a Geoff Johns, lo scrittore della testata a fumetti Action Comics (dedicata a Superman) con cui aveva già collaborato nel corso degli anni 90, firma le saghe Ultimo figlio, che rilancia il Generale Zod come nemico di Clark Kent, e Fuga da mondo bizzarro. Nello stesso periodo arriva sugli schermi la sua ultima fatica, Solo 2 ore (2006), con Bruce Willis.

FilmografiaModifica

RegistaModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

ProduttoreModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN85646347 · ISNI (EN0000 0001 1450 6713 · LCCN (ENn85151567 · GND (DE137524137 · BNF (FRcb13986371k (data) · BNE (ESXX1166784 (data) · NLA (EN35363170 · WorldCat Identities (ENlccn-n85151567