Giochi della XXXIII Olimpiade

33ª edizione dei Giochi olimpici moderni, che si svolgeranno a Parigi (Francia) nel 2024

1leftarrow blue.svgVoce principale: Giochi olimpici estivi.

Giochi della XXXIII Olimpiade
Paris 2024 logo.svg
(FR) Venez partager
(EN) Made for sharing
(traduzione: Venite a condividere; Fatti per condividere)
Città ospitanteParigi, Francia
Paesi partecipanti(vedi sotto)
Cerimonia apertura26 luglio 2024
Cerimonia chiusura11 agosto 2024
Aperti daPresidente della Repubblica francese
StadioStade de France
Cronologia dei Giochi olimpici
Giochi precedentiGiochi successivi
Tokyo 2020 Los Angeles 2028

I Giochi della XXXIII Olimpiade (in francese Jeux de la XXXIIIe olympiade), informalmente noti come Parigi 2024, si terranno a Parigi, in Francia, dal 26 luglio all'11 agosto 2024.

L'assegnazione dell'evento è stata ufficializzata il 13 settembre 2017 durante la 131ª Sessione del CIO svoltasi a Lima, Perù[1]. Parigi diventerà la seconda città, dopo Londra, ad ospitare per tre volte i Giochi olimpici estivi, dopo l'edizione del 1900 e quella del 1924.

AssegnazioneModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Selezione della città organizzatrice dei Giochi della XXXIII Olimpiade.

Il 16 settembre 2015, il Comitato Olimpico Internazionale annunciò le cinque candidate per ospitare i Giochi olimpici del 2024: Budapest, Amburgo, Los Angeles, Parigi e Roma[2]; allo stesso tempo furono annunciate anche le tappe del processo di selezione[3]. In seguito Budapest, Amburgo e Roma ritirarono la loro candidatura lasciando in corsa solo Parigi e Los Angeles, similmente a quanto accaduto nel processo di selezione per le Olimpiadi invernali del 2022, dove 4 delle 6 candidate si ritirarono prima del voto finale[4].

Il 9 giugno 2017, a causa dei tre ritiri, il comitato esecutivo del CIO si riunì a Losanna per discutere delle candidature per il 2024 e 2028[5] e il successivo 11 luglio 2017 durante una sessione straordinaria venne ufficialmente proposto di assegnare contemporaneamente i Giochi olimpici del 2024 e del 2028[6]. Il 31 luglio 2017 il CIO annunciò Parigi come sola candidata per il 2024, lasciando invece Los Angeles come sola candidata per il 2028[7]. Il 13 settembre 2017, durante la 131ª Sessione del CIO tenutasi a Lima, Perù, l'evento fu assegnato a Parigi con l'unanimità dei voti[1].

Sviluppo e preparazioneModifica

Sedi di garaModifica

In piena linea con l'Olympic Agenda 2020, approvata dal CIO nel 2014 e volta a rendere l'organizzazione dell'evento più economicamente sostenibile,[8] i Giochi olimpici del 2024 faranno ampio uso di impianti già esistenti o temporanei e le uniche strutture sportive permanenti ad essere realizzate ex-novo saranno l'Arena Alice Milliat, situata nel quartiere La Chapelle di Parigi, il centro acquatico di Saint-Denis e lo stadio di arrampicata di Le Bourget.[9]

Zona ParigiModifica

 
Il Champ de Mars con sullo sfondo la Torre Eiffel nel maggio 2017.
 
Esterno del Grand Palais nel 2019.

Zona Île-de-FranceModifica

Fuori Parigi e Île-de-FranceModifica

 
Un surfista a Teahupo'o, Tahiti.

Impianti calcisticiModifica

Impianti non per competizioniModifica

SimboliModifica

Modifica

Per quest'edizione dei Giochi olimpici, come avviene di consueto, sono stati realizzati due loghi: il primo utilizzato per la fase di candidatura (leggermente modificato dopo l'assegnazione) e il secondo che sarà impiegato ufficialmente per i Giochi.

Il primo, realizzato da Dragon Rouge, raffigura la silhouette della Torre Eiffel stilizzata che lascia intravedere il numero 24.

Il secondo, ideato dallo studio Ecobranding, è stato svelato pubblicamente nella serata del 21 ottobre 2019 con un evento tenutosi a Le Grand Rex[10]. Il logo combina in un'unica figura tre elementi che, a detta degli ideatori, sono in grado di rappresentare al meglio il paese ospitante e lo spirito olimpico, e sono[11]:

  • la medaglia d'oro, simbolo di vittoria;
  • la fiamma della torcia olimpica, simbolo d'unione attraverso lo sport;
  • la Marianne, personificazione allegorica nazionale francese che incarna i valori di uguaglianza e fratellanza, il cui volto è dato dalla combinazione dei precedenti due elementi.

L'emblema utilizza unicamente i colori oro e nero ed è utilizzato, per la prima volta in assoluto, sia per i Giochi olimpici sia per quelli paralimpici (l'unica differenza evidente tra i due emblemi riguarda i loghi dei rispettivi comitati organizzatori internazionali, ossia olimpico e paralimpico), motivando la scelta in questa maniera:

(FR)

«Les Jeux Olympiques et Paralympiques forment un seul projet, porté par un emblème unique et une vision commune : le sport change les vies[12]»

(IT)

«I Giochi olimpici e paralimpici formano insieme un solo progetto, simboleggiato da un unico emblema e una visione comune: lo sport cambia le vite»

I GiochiModifica

DisciplineModifica

Secondo l'attuale politica del Comitato Olimpico Internazionale (CIO), il programma dei Giochi olimpici estivi si compone di 28 sport "principali", a cui possono aggiungersi altre discipline proposte dal comitato organizzatore e approvate dal CIO, con l'obiettivo di aumentare l'interesse della popolazione locale.[13] Il 21 febbraio 2019 il comitato organizzatore annunciò di aver proposto come sport aggiuntivi arrampicata sportiva, skateboard e surf, già presenti ai Giochi olimpici del 2020, e la break dance, mai inclusa nel programma olimpico.[14] I quattro sport furono sottoposti ad una prima approvazione da parte del CIO il 25 giugno 2019, durante la 133ª Sessione del CIO tenutasi a Losanna, Svizzera.[15] Il 7 dicembre 2020 il comitato esecutivo del CIO ufficializzò la presenza dei quattro sport nel programma olimpico di Parigi 2024.[16]

Disciplina Maschile Femminile Misti Totali
  Arrampicata sportiva 2 2 4
  Atletica leggera 23 23 2 48
  Badminton 2 2 1 5
  Break dance 1 1 2
  Calcio 1 1 2
  Canoa/kayak
8
5
3
8
5
3
16
10
6
  Canottaggio 7 7 14
  Ciclismo
11
2
6
2
1
11
2
6
2
1
22
4
12
4
2
  Equitazione
6
2
2
2
6
2
2
2
  Ginnastica
9
8

1
9
6
2
1
18
14
2
2
  Golf 1 1 2
  Hockey su prato 1 1 2
  Judo 7 7 1 15
  Lotta
12
6
6
6
6
18
12
6
Disciplina Maschile Femminile Misti Totali
  Pallacanestro
2
1
1
2
1
1
4
2
2
  Pallamano 1 1 2
  Pallavolo
2
1
1
2
1
1
4
2
2
  Pentathlon moderno 1 1 2
  Pugilato 7 6 13
  Rugby a 7 1 1 2
  Scherma 6 6 12
  Skateboard 2 2 4
  Sollevamento pesi 5 5 10
  Sport acquatici
23
17
1

1
4
25
17
1
2
1
4
1
1




48
35
2
2
2
8
  Surf 1 1 2
  Taekwondo 4 4 8
  Tennis 2 2 1 5
  Tennistavolo 2 2 1 5
  Tiro a segno/volo 6 6 3 15
  Tiro con l'arco 2 2 1 5
  Triathlon 1 1 1 3
  Vela 3 3 4 10
Totale (32 sport) 156 151 22 329

Cerimonia di aperturaModifica

A conclusione del discorso Initiative pour l'Europe - Une Europe souveraine, unie et démocratique, pronunciato il 26 settembre 2017 presso l'Università della Sorbona, il presidente della Repubblica francese, Emmanuel Macron, ha auspicato che nel giorno di apertura dei Giochi olimpici parigini "il mondo possa ascoltare le note dell'inno europeo, l'Inno alla Gioia"[17].

Per la prima volta nella storia dei giochi olimpici, la cerimonia d'apertura non avverrà in uno stadio, bensì lungo un percorso di 6 km lungo la Senna.

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) IOC makes historic decision by simultaneously awarding Olympic Games 2024 to Paris and 2028 to Los Angeles, su olympic.org, CIO, 13 settembre 2017. URL consultato il 14 settembre 2017.
  2. ^ (EN) Five world-class cities in strong competition for Olympic Games 2024, su olympic.org, CIO, 16 settembre 2015. URL consultato il 15 settembre 2017.
  3. ^ (EN) Candidature Process Olympic Games 2024 (PDF), su olympic.org, CIO. URL consultato il 15 settembre 2017.
  4. ^ (EN) David Wharton, Budapest to withdraw bid for 2024 Olympics, leaving L.A. and Paris as only contenders, in Los Angeles Times, 22 febbraio 2017. URL consultato il 15 settembre 2017.
  5. ^ (EN) Meeting of the IOC Executive Board in Lausanne – Information for the media, su olympic.org, CIO, 8 giugno 2017. URL consultato il 15 settembre 2017.
  6. ^ (EN) Sonja Nikcevic, IOC approves double allocation of 2024 and 2028 Olympic Games, initial decision to be negotiated ahead of Lima Session, su aipsmedia.com, 11 luglio 2017. URL consultato il 15 settembre 2017.
  7. ^ (EN) Paris set to host 2024 Olympics, Los Angeles to be awarded 2028 Games by IOC, su abc.net.au, 1º agosto 2017. URL consultato il 15 settembre 2017.
  8. ^ (EN) Olympic Agenda 2020 - Closing Report (PDF), su olympics.com. URL consultato il 21 febbraio 2022 (archiviato il 21 febbraio 2022).
  9. ^ (FR) Le concept compact des Jeux de Paris 2024, su olympics.com. URL consultato il 24 febbraio 2022 (archiviato il 24 febbraio 2022).
  10. ^ Thibaud Genevois Franchi, Il nuovo logo dei Giochi Olimpici di Parigi non piace proprio a tutti | Pixartprinting, su Il blog di Pixartprinting, 18 settembre 2020. URL consultato il 12 agosto 2021.
  11. ^ PARIGI 2024, SVELATO IL LOGO: TRE SIMBOLI PER RAPPRESENTARE AL MEGLIO I GIOCHI OLIMPICI IN FRANCIA, su eurosport.com. URL consultato il 12 agosto 2021.
  12. ^ (EN) Paris 2024 : design et règles d'usages de l'emblème, su Paris 2024. URL consultato il 12 agosto 2021.
  13. ^ (EN) Olympic Agenda 2020 - Recommendations (PDF), su olympic.org. URL consultato il 21 febbraio 2022 (archiviato dall'url originale il 10 agosto 2015).
  14. ^ (EN) Olympic Games: Paris organisers propose breakdancing to IOC as a new sport for 2024, su bbc.com, 21 febbraio 2019. URL consultato il 22 febbraio 2022 (archiviato il 22 febbraio 2022).
  15. ^ (EN) Breaking, skateboarding, sport climbing and surfing provisionally included on Paris 2024 Olympic sports programme, su olympic.org, 25 giugno 2019. URL consultato il 22 febbraio 2022 (archiviato il 22 febbraio 2022).
  16. ^ (EN) Gender equality and youth at the heart of the Paris 2024 Olympic Sports Programme, su olympic.org, 7 dicembre 2020. URL consultato il 22 febbraio 2022 (archiviato il 22 febbraio 2022).
  17. ^ Redazione, L'Europa vista da Emmanuel Macron - Panorama, in Panorama, 27 settembre 2017. URL consultato il 28 settembre 2017.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica