Apri il menu principale
bussola Disambiguazione – Questa voce tratta degli aspetti generali della Gioiosa Entrata come cerimonia. Per la più famosa di esse vedi Gioiosa Entrata del 1356
Ferdinando riceve le chiavi della città dalla Vergine di Ghent, stampa da un dipinto di Antoon van den Heuvel realizzato per la Gioiosa Entrata del cardinale-infante Ferdinando a Ghent nel 1635
La Gioiosa Entrata di Giovanni d'Austria a Bruxelles, 1º maggio 1577. Stampa da Le guerre di Nassau di W. Baudartius, Amsterdam 1616.

La Gioiosa Entrata (Blijde Intrede, Blijde Inkomst o Blijde Intocht in olandese, Joyeuse Entrée in francese) è il nome ufficiale utilizzato per un ingresso reale — ovvero la prima visita pacifica di un regnante in una città — nel Ducato di Brabante e nella Contea delle Fiandre, anche se tale cerimonia venne talvolta a tenersi anche nel Lussemburgo o in Ungheria, spesso coincidendo con la concessione di particolari privilegi o diritti ad una specifica città, o talvolta per estenderli.[1][2][3][4]

La più recente delle Gioise Entrate ha avuto luogo nel 2013 in onore del nuovo re del Belgio.

Indice

Ricevimento cerimonialeModifica

Una Gioiosa Entrata è una forma particolare di una forma più generalizzata per l'accoglienza di personaggi di rilievo o monarchi regnanti nelle loro città che già dal medioevo aveva trovato una propria codicizzazione. Gli artisti più validi dell'epoca si dedicavano a realizzare strutture temporanee decorate come archi di trionfi, mentre gruppi di musici e attori spesso tenevano spettacoli nelle tappe dove la processione era solita fermarsi, mentre le case lungo le strade principali si adornavano di bandiere, fiori e spesso le fontane civiche venivano riempite di vino. Tale costume ebbe origine nel corso del medioevo e proseguì sino alla Rivoluzione francese, anche se con l'avvento del protestantesimo tale pratica ebbe sempre meno presa nei paesi che lo adottarono. Il Belgio è ad esempio uno dei paesi che ancora oggi ha mantenuto questa tradizione alla proclamazione di un principe ereditario, al suo matrimonio o alla sua ascesa al trono.[5][6]

Carta delle libertàModifica

Nel Ducato di Brabante il termine di Gioiosa Entrata viene applicato anche ad una carta delle libertà che ogni nuovo sovrano era tenuto a rispettare giurando alla sua ascesa al trono e risaliva nella sua forma più antica alla Gioiosa Entrata del 1356. Una delle funzioni del Consiglio del Brabante era di assicurarsi che ogni nuova legislazione non fosse contraria ai termini della Gioiosa Entrata.[7]

Regno del BelgioModifica

Nel Belgio questo ricevimento cerimoniale è stato ripreso in auge nel 1830 e continua sino ai nostri giorni. Le entrate cerimoniali vengono tenute di solito nelle capitali delle province a seguito dell'intronazione del nuovo sovrano. Lo stesso succede per il duca di Brabante, il quale dopo il suo matrimonio presenta con questo atto la nuova duchessa di Brabante al pubblico. La più recente di queste Gioiose Entrate è stata organizzata in onore di re Filippo del Belgio e della regina Matilde nel 2013.[8]

Alcune Gioiose Entrate notabiliModifica

NoteModifica

  1. ^ Encyclopædia Britannica — Joyeuse Entrée
  2. ^ a b c Bell & Hawell Information and Leaming: Margaret of Austria and Brou: Habsburg Political Patronage in Savoy thesis submitted by Deanna MacDonald, Department of Art History and Archaeology, McGilf University, Montreal (pdf file)
  3. ^ a b c University of Leiden: Self-Representation of Court and City in Flanders and Brabant in the Fifteenth and Early Sixteenth Centuries, by Wim Blockmans & Esther Donckers Archiviato il 26 luglio 2007 in Internet Archive. (pdf file)
  4. ^ The Project Gutenberg EBook Holland, The History of the Netherlands by Thomas Colley Grattan
  5. ^ Museum of the World Ocean — The thirtieth anniversary of the international conferences (schools) for marine geology Archiviato il 25 settembre 2006 in Internet Archive.
  6. ^ (NL) Nieuwsbank interactief Nederlands persbureau
  7. ^ D. De Stobbeleir, "Verzet tegen de hervormingen van Jozef II en de staatsgreep van 18 juni 1789", tr. M. Erkens, in Doorheen de nationale geschiedenis (Archivio di Stato del Belgio, Bruxelles, 1980), pp. 262–267.
  8. ^ De Blijde Intredes van Filip en Mathilde, De Standaard, 23 July 2013.
  9. ^ CRW Flags — Brabant (Former province, Belgium)
  10. ^ (in olandese) VRTtaal.net Blijde Inkomst (Language site by the official public TV broadcaster)
  11. ^ a b c (NL) University of Leiden: Vlaanderen 1384–1482, by W.P. Blockmans Archiviato il 26 luglio 2007 in Internet Archive. (pdf file)
  12. ^ (in olandese) Dissertations University of Groningen: De Hongaarse heilige kroon (The Hungarian Sacred Crown) Archiviato il 27 settembre 2007 in Internet Archive. (pdf file)
  13. ^ a b c presentation of a university conference, see: LA Williams Andrews Clark Library Conference The political culture of the revolt of the Netherlands, 1566–1648, October 7–8 2005 (draft) by Marc Boone (University of Ghent)
  14. ^ The Project Gutenberg EBook Charles the Bold, Last Duke of Burgundy, by Ruth Putnam Archiviato il 5 maggio 2006 in Internet Archive.
  15. ^ "whips and angels, Painting on Cloth in the Mediaeval Period" by Barbara Gordon Archiviato il 24 gennaio 2007 in Internet Archive.
  16. ^ a b (NL) [series Joos De Rijcke: Margaretha van Oostenrijk of van Savoye, mentioning sources DEBAE 1987, Kocken 1981, DE IONGH 1981]
  17. ^ (NL) Tertio, Christian weekly journal, 297 p. 11 – 2005-10-19: Stad in vorstelijke vrouwenhanden – Mechelse Margareta’s by Sabine Alexander
  18. ^ University of Utrecht – C.M.M.E. — A Choirbook for Henry VIII and his Sisters ed. Theodor Dumitrescu
  19. ^ De Divisiekroniek van 1517, republished Amsterdam 2003, Editor: Karin Tilmans Archiviato il 4 febbraio 2007 in Internet Archive. (pdf file)
  20. ^ a b British Library — Festivals in Valois France
  21. ^ "Kuyper,W. The Triumphant Entry of Renaissance architecture into the Netherlands. The Joyeuse Entrée of Philip of Spain into Antwerp in 1549. Renaissance and Mannerist architecture in the Low Countries from 1530 to 1630, Alphen aan de Rijn, 1994."
  22. ^ Bussels, S. "The Antwerp Entry of Prince Philip in 1549. Rhetoric, Performance and Power", Amsterdam - New York, 2012.
  23. ^ American Presbyterian Church: Duchess Margaret I, part 2, chapter 2 Opposition to Philip and Cardinal Granvelle in the Netherlands Archiviato l'8 luglio 2007 in Internet Archive.
  24. ^ University of Mannheim site: The Cambridge Modern History, planned by Lord Acton, ed. by Adolphus W. Ward. Cambridge: Univ. Press volume III, chapter XV Spain under Philip II by Martin Hume, of the Royal Spanish Academy
  25. ^ (NL) municipality of Willebroek, Flanders, Belgium: history Belgium and the Netherlands, year 1578 Archiviato il 28 settembre 2007 in Internet Archive.
  26. ^ Catholic University of Leuven, Justus Lipsius: Philologist, Philosopher and Political Theorist Archiviato il 9 aprile 2007 in Internet Archive.
  27. ^ site of the Cathedral of St. Michael and St. Gudula (Brussels) — National events Archiviato il 24 luglio 2012 in Archive.is.
  28. ^ a b (NL) dbnl (Digital Library for Dutch Literature), Leiden: De weerliicke liefden tot Roose-mond, Justus de Harduwijn, edition O. Dambre, p. 11, 12 Archiviato il 16 febbraio 2007 in Internet Archive.
  29. ^ Albert & Isabella's Virtual Tour – Joyous Entry Archiviato l'8 luglio 2007 in Internet Archive.
  30. ^ JSTOR A lost oil scetch by Rubens rediscovered: "Entry of the Cardinal-Infante Ferdinand into the city of Antwerp in I635"
  31. ^ Ferdinand Receives the Keys of the City from the Virgin of Ghent at the Rijksmuseum Template:Link language
  32. ^ Luxembourg Medals – 1891. Grand Duke Adolphe and Grand Duchess Adelheid