Apri il menu principale
Giovanni Pistorio
Giovanni Pistorio datisenato 2006.jpg

Presidente del Gruppo Misto del Senato della Repubblica
Durata mandato 8 maggio 2008 –
8 maggio 2013
Predecessore Aniello Formisano
Successore Loredana De Petris

Segretario del Senato della Repubblica
Durata mandato 21 marzo 2007 –
28 aprile 2008
Presidente Franco Marini

Senatore della Repubblica Italiana
Legislature XV, XVI
Gruppo
parlamentare
XV:
- DCA-MpA-PRI

XVI:
- GRUPPO MISTO - componente: Movimento per le Autonomie

Circoscrizione Sicilia
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico DC (Fino al 1994)
CCD (1994-2005)
MpA (2005-2012)
UDC (2012-2016)
CpE (2016-2017)
UDC (Dal 2017)
Professione Dirigente della pubblica amministrazione

Giovanni Pistorio (Catania, 7 agosto 1960) è un politico italiano.

Indice

BiografiaModifica

Attività politicaModifica

Già impegnato nella Democrazia Cristiana, aderisce al Centro Cristiano Democratico con il quale viene eletto all'Assemblea Regionale Siciliana nel 2001. Aderisce all'UDC, nel 2004 diventa assessore regionale alla Sanità.

Nel 2005 prende parte alla fondazione del Movimento per l'Autonomia e alle elezioni politiche del 2006 viene eletto senatore per le liste del MPA in Sicilia. Dal marzo 2007 è segretario alla Presidenza del Senato.

 
Giovanni Pistorio, il 26 gennaio 2008 al Quirinale, per le consultazioni in seguito alla caduta del Governo Prodi.

Viene rieletto senatore alle elezioni politiche del 2008 e viene eletto capogruppo del gruppo Misto del Senato della Repubblica.

Il 26 luglio 2012 viene nominato dal Comitato federale del Movimento per le Autonomie nuovo Segretario federale assieme ad Agazio Loiero (ex Presidente della Regione Calabria e già coordinatore nazionale del partito) entrambi succedono nella guida del Partito a Raffaele Lombardo che si era dimesso da segretario.

Il 24 dicembre 2012, dopo aver abbandonato l'MPA, aderisce all'Unione di Centro, insieme al deputato regionale siciliano Nicola D'Agostino[1].

Alle elezioni politiche del 2013 è ricandidato alla Camera nella circoscrizione Sicilia 2 nelle liste dell'Unione di Centro, risultando il primo dei non eletti.

Il 26 giugno 2015 viene nominato assessore regionale alle autonomie locali e alla funzione pubblica nella Giunta guidata da Rosario Crocetta.

Il 6 novembre 2015 Pistorio viene confermato assessore regionale nella Giunta Crocetta con deleghe alle infrastrutture e alla mobilità.

A novembre 2016 segue la scissione di Gianpiero D'Alia, pertanto abbandona l'UDC ed aderisce a Centristi per la Sicilia (poi divenuto Centristi per l'Europa).

A settembre 2017, in vista delle elezioni regionali il 5 novembre dopo un anno di militanza nei Centristi per l'Europa decide di abbandonare il partito di Giampiero D'Alia e torna nell'Udc di Cesa

Per le elezioni regionali siciliane del 2017 appoggia con il suo partito la candidatura di Nello Musumeci.

Alle elezioni politiche del 2018 si candida nel collegio uninominale di Misterbianco per la coalizione di centro-destra, ma non viene eletto.

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie