Apri il menu principale
Loredana De Petris
Loredana De Petris datisenato 2018.jpg

Presidente del Gruppo Misto del Senato della Repubblica
In carica
Inizio mandato 27 marzo 2018

Durata mandato 19 marzo 2013 –
22 marzo 2018
Predecessore Giovanni Pistorio

Segretario del Senato della Repubblica
Durata mandato 7 giugno 2006 –
8 maggio 2008
Presidente Franco Marini

Senatore della Repubblica Italiana
Legislature XIV, XV, XVII, XVIII
Gruppo
parlamentare
XIV:
- Federazione dei Verdi

XV:
- Federazione dei Verdi-Comunisti Italiani

XVII:
- GRUPPO MISTO - componente: Sinistra Italiana-Sinistra Ecologia Libertà

XVIII:
- GRUPPO MISTO - componente: Liberi e Uguali

Circoscrizione Lazio
Collegio XIV:
10 (Roma-Gianicolense)
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Sinistra Italiana (dal 2017)
Precedenti:
DP (fino al 1989)
VA (1989-1990)
FdV (1990-2009)
SEL (2009-2016)
Professione Pubblicista

Loredana De Petris (Roma, 24 novembre 1957) è una politica italiana.

BiografiaModifica

Attività politicaModifica

Da Democrazia Proletaria ai VerdiModifica

Inizia a fare politica negli anni ottanta in Democrazia Proletaria (dove milita fino al 1989) ed è attiva nel Movimento antinuclearista e ambientalista, ricoprendo il ruolo di responsabile organizzativa dei referendum contro il nucleare, la caccia e l'uso dei pesticidi in agricoltura. Nel 1987 è candidata per la Camera dei deputati e ottiene 4417 preferenze senza essere eletta. Nel 1989 è fra i fondatori della formazione politica Verdi Arcobaleno, che si fonde in seguito con la Federazione delle Liste Verdi; da questo matrimonio nasce la Federazione dei Verdi di cui la De Petris diventa Presidente del Consiglio Federale e Presidente Regionale Verdi-Lazio.

Sempre nel 1989 diventa consigliere comunale a Roma, carica riconfermata nel 1993; fra il 1990 e il 1993 è anche capogruppo del suo partito all'interno del consiglio. Nel 1995 è nominata Assessore alle Politiche Ambientali, ottenendo una riconferma nel 1997, con l'aggiunta delle deleghe alle politiche agricole, all'Ufficio Centopiazze e all'Ufficio prevenzione inquinamento atmosferico e protezione civile.

Nel 2001 viene eletta al Senato nelle file dell'Ulivo, aderendo al gruppo parlamentare dei Verdi - l'Ulivo e ricoprendone l'incarico di Segretario.

Nella XIV Legislatura è membro delle commissioni permanenti al Senato per le Finanze e per l'Agricoltura, oltre che della commissione d'inchiesta sul ciclo dei rifiuti e consultiva sull'attuazione della riforma amministrativa. Nel 2005 ha assunto l'incarico di Assessore all'Ambiente per la Provincia di Roma. Inoltre ha fatto parte del comitato promotore per i referendum sulla fecondazione assistita.

Nel 2006, candidatasi al Senato nella lista Insieme con l'Unione, lista comune tra i Verdi, il Partito dei Comunisti Italiani e Consumatori Uniti viene eletta nella regione Lazio e viene nominata segretario alla presidenza del Senato. L'11 marzo 2007 è eletta presidente dei Verdi del Lazio. Alle elezioni anticipate del 2008 si candida al Senato come capolista in Lazio con il cartello elettorale La Sinistra l'Arcobaleno ma non viene eletta in quanto la lista non supera la soglia di sbarramento prevista dalla legge elettorale.

L'adesione a SEL e Sinistra ItalianaModifica

Nel 2009 è tra le più convinte esponenti dei Verdi nella creazione del cartello elettorale di Sinistra e Libertà. Dopo le Elezioni europee, quando la Federazione dei Verdi decide di abbandonare tale percorso e tornare un soggetto autonomo, eleggendo segretario Angelo Bonelli, la De Petris fonda l'Associazione Ecologisti, che presto aderisce a Sinistra Ecologia Libertà. Alle elezioni politiche del 2013 viene eletta al Senato nelle liste di SEL; è eletta presidente del Gruppo Misto il 19 marzo 2013.

Ha guidato l'ostruzionismo in Senato al ddl Boschi sulla riforma del Senato presentando circa 6000 emendamenti di modifica al testo governativo. Il 6 agosto, il Governo è andato sotto per la seconda volta su un emendamento a scrutinio segreto, prima firmataria De Petris (Sel) per affidare alle Regioni la competenza in materia di rappresentanza delle minoranze linguistiche in Parlamento approvato con 140 si e 135 no contro il parere del Ministro Boschi.

Dopo lo scioglimento di SEL aderisce a Sinistra Italiana.

Alle elezioni politiche del 2018 viene rieletta senatrice, nelle liste di Liberi e Uguali nel Lazio.

Il 27 marzo 2018 viene riconfermata nel ruolo di Capogruppo del Gruppo Misto.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica