Apri il menu principale
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonima gara femminile, vedi Gran Premio della Liberazione (femminile).
Gran Premio della Liberazione
SportCycling (road) pictogram.svg Ciclismo su strada
TipoGara individuale
CategoriaUomini Under-23, Classe 1.2MU
FederazioneUnione Ciclistica Internazionale
PaeseItalia Italia
LuogoRoma
OrganizzatoreVelo Club Primavera Ciclistica
CadenzaAnnuale
Apertura25 aprile
PartecipantiVariabile
FormulaCorsa in linea
Sito Internetwww.primaveraciclistica.it
Storia
Fondazione1946
Numero edizioni73 (al 2017)
DetentoreItalia Alessandro Fedeli
Record vittorieItalia Antonio Toniolo (2)

Il Gran Premio della Liberazione è una corsa in linea maschile di ciclismo su strada che si disputa annualmente a Roma, in Italia, il 25 aprile. È riservata alla categoria Under-23, e dal 2005 fa parte del calendario dell'UCI Europe Tour come evento di classe 1.2MU.

Indice

StoriaModifica

Disputata per la prima volta nel 1946, fino al 2004 è stata riservata alla categoria "Dilettanti".

La corsa si svolge attorno alle Terme di Caracalla ed ha visto negli anni successi prestigiosi, tra i quali su tutti spicca quello di Gianni Bugno nel 1985. Degne di nota sono anche le vittorie di Claudio Golinelli nel 1983, di Dmitrij Konyšev nel 1987, di Alessandro Bertolini nel 1993 e di Lorenzo Bernucci nel 2000.

È organizzata dal "Velo Club Primavera Ciclistica" del patron Eugenio Bomboni.

Albo d'oroModifica

Aggiornato all'edizione 2019.[1]

Anno Vincitore Secondo Terzo
1946   Gustavo Guglielmetti   Spartaco Rosati   Silvio Mazzella
1947   Spartaco Rosati   Paolo Santolini
1948   Bruno Fossa   Marcello Spadolini   Bruno Pontisso
1949   Alfio Benfenati   Dino Lambertini   Fernando Cioni
1950   Donato Piazza   Alighiero Ridolfi   Alvaro Faggiani
1951   Vincenzo Zucconelli   Ivo Mancini   Pietro Babini
1952   Renzo Maurizi   Otello Fabellini
1953   Nazareno Venturini   Ardelio Trape
1954   Cleto Maule   Quinto Furloni   Alessandro Centioni
1955   Giancarlo Ceppi   Alberto Emiliozzi   Quinto Furloni
1956   Aurelio Cestari   Alberto Emiliozzi   Dino Bruni
1957   Salvatore Morucci   Livio Trapè   Settimio Marcotulli
1958   Remo Tamagni   Giuliano Natucci   Ignazio Aru
1959   Romeo Venturelli   Mario Bampi   Giorgio Brigliadori
1960   Aurelio Bianchi   Vincenzo Meco   Bruno Mealli
1961   Teodoro Cerbella   Alfredo Marocchi   Mario Di Fausto
1962   Antonio Toniolo   Primo Nardello   Marcello Mugnaini
1963   Antonio Toniolo   Antonio Tagliani   Renato Pelizzoni
1964   Carlo Storai   Roberto Ballini   Vincenzo Meco
1965   Ferruccio Manza   Luciano Soave   Jan Smolík
1966   Jaroslav Kvapil   Carlo Gallazzi   Jan Smolík
1967   Carlo Galazzi   Giacinto Santambrogio   Silvano Davo
1968   Attilio Rota   Pierfranco Vianelli   Mario Giaccone
1969   Pietro Mingardi   Franco Fama  Aleksandr Kulibin
1970   Rudolf Labus   Franco Ongarato   Pierino Gavazzi
1971   Giuseppe Maffeis   Rudolf Labus   Franco Ongarato
1972   Jurij Osincev   Tullio Rossi   Francesco Moser
1973   Ivan Trifonov   Jan Stejskal   Karl-Dietrich Diers
1974   Cvetko Bilić   Rainer Salan   Reinhard Langanke
1975   Palmiro Masciarelli   Rudolf Labus   Walter Tabai
1976   William Nickson   Mario Gualdi   Riccardo Magrini
1977   Bob Downs   Francesco Tosi   Alipi Kostadinov
1978   Henning Jørgensen   George Mount   Norbert Dürpisch
1979   Walter Delle Case   Emanuele Bombini   Diego Riva
1980   Marco Cattaneo   Silvestro Milani   Flavio Zappi
1981   Ivan Mitčenko   Oleg Logvin   Charkid Zagretdinov
1982   Andrzej Serediuk   Marco Vitali   Régis Simon
1983   Claudio Golinelli   Thomas Barth   Luigi Bussacchini
1984   Jorge Domínguez   Alberto Volpi   Steve Bauer
1985   Gianni Bugno   Luigi Orlandi   Milan Jurčo
1986   Mark van Orsouw   John Talen   Osmany Álvarez
1987   Dmitrij Konyšev   Bernd Gröne   Alberto Destro
1988   Bernd Gröne   Mario Cipollini   Dmitrij Konyšev
1989   Joachim Halupczok   Claudio Brandini   Djamolidine Abdoujaparov
1990   Uwe Winter   Marco Artunghi   Robert Pintarič
1991   Andrea Solagna   Mauro Bettin   Simone Biasci
1992   Vasilij Davydenko   Andrew Perks   Sylvain Bolay
1993   Alessandro Bertolini   Michele Zamboni   Ivano Zucotti
1994   Alex Pedersen   Michelangelo Cauz   Luigi Simion
1995   Paolo Valoti   Marco Antonio Di Renzo   Claudio Camin
1996   Davide Casarotto   Davide Montanari   Gilberto Zattoni
1997   Cristiano Citton   Torsten Nitsche   Romāns Vainšteins
1998   Roberto Savoldi   Filippo Perfetto   Eliseo Dal Re
1999   Marco Zanotti   Giorgio Bosisio   Matthias Kessler
2000   Lorenzo Bernucci   Graziano Gasparre   Israel Núñez
2001   Alberto Loddo   Jaroslav Popovyč   Daniele Pietropolli
2002   Andrea Sanvido   Ivan Ravaioli   Mariusz Wiesiak
2003   Davide Garbelli   Denys Kostjuk   Francesco Failli
2004   Daniele Colli   Juan Pablo Magallanes   Stefano Basso
2005   Chris Sutton   Riccardo Riccò   Fabio Sabatini
2006   Matthew Goss   Manuel Belletti   Cristiano Fumagalli
2007   Manuele Boaro   Mauro Finetto   Simon Clarke
2008   Andrea Grendene   Nicola Galli   Marcello Pavarin
2009   Sacha Modolo   Michael Matthews   Francesco Lasca
2010   Jan Tratnik   Michael Matthews   Edoardo Costanzi
2011   Matteo Trentin   Michael Hepburn   Sonny Colbrelli
2012   Enrico Barbin   Andrea Fedi   Davide Villella
2013   Il'ja Koševoj   Adam Phelan   Alberto Bettiol
2014   Evgenij Šalunov   Simone Consonni   Liam Bertazzo
2015   Lucas Gaday   Simone Consonni   Francesco Castegnaro
2016   Vincenzo Albanese   Grigorij Štein   Francesco Castegnaro
2017   Seid Lizde   Michel Piccot   Aljaksandr Rabušėnka
2018   Alessandro Fedeli   Jerman Ziga   Gabriel Cullaigh
2019 non disputata[2]

NoteModifica

  1. ^ G.P Liberazione (Ita) - Cat.1.2, memoire-du-cyclisme.eu. URL consultato il 25 aprile 2016.
  2. ^ Gran Premio della Liberazione di Roma, quest’anno non si corre, su bicitv.it.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Ciclismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ciclismo