Apri il menu principale
Gualtiero Sigismondi
vescovo della Chiesa cattolica
Coat of arms of Gualtiero Sigismondi.svg
Ecclesiam Suam Diligere
 
TitoloFoligno
Incarichi attuali
Incarichi ricopertiVicario generale di Perugia-Città della Pieve (2005-2008)
 
Nato25 febbraio 1961 (58 anni) a Ospedalicchio
Ordinato presbitero29 giugno 1986 dall'arcivescovo Cesare Pagani
Nominato vescovo3 luglio 2008 da papa Benedetto XVI
Consacrato vescovo12 settembre 2008 dall'arcivescovo Giuseppe Chiaretti
 

Gualtiero Sigismondi (Ospedalicchio, 25 febbraio 1961) è un vescovo cattolico italiano, dal 3 luglio 2008 vescovo di Foligno e dal 4 marzo 2017 assistente ecclesiastico generale dell'Azione Cattolica Italiana.

Indice

BiografiaModifica

Nasce ad Ospedalicchio, frazione di Bastia Umbra, in provincia ed arcidiocesi di Perugia, il 25 febbraio 1961.

Formazione e ministero sacerdotaleModifica

Dopo gli studi presso l'Istituto Magistrale di Perugia e il Pontificio seminario regionale umbro, frequenta il Pontificio seminario lombardo a Roma e si laurea in teologia presso la Pontificia Università Gregoriana.

Il 29 giugno 1986 è ordinato presbitero, a Perugia, dall'arcivescovo Cesare Pagani.

Dal 1989, per quattro anni, è parroco di Ripa, per poi divenire, nel 1993, vice-rettore del Pontificio seminario regionale umbro. Dal 1994 al 2005 ricopre l'incarico di direttore dell'Istituto superiore di scienze religiose. È direttore spirituale del Pontificio seminario regionale umbro e docente di teologia dogmatica nell'Istituto teologico di Assisi.

È vicario generale dell'arcidiocesi di Perugia-Città della Pieve dal 2005 al 2008. Dal 2005 al 2007 è stato sacerdote presso il collegio maschile ONAOSI (Opera Nazionale Assistenza Orfani Sanitari Italiani).

Ministero episcopaleModifica

Il 3 luglio 2008 papa Benedetto XVI lo nomina vescovo di Foligno[1]; succede ad Arduino Bertoldo, dimessosi per raggiunti limiti di età. Il 12 settembre successivo riceve l'ordinazione episcopale, nella cattedrale di Perugia, dall'arcivescovo Giuseppe Chiaretti, coconsacranti l'arcivescovo Giuseppe Betori (poi cardinale) e il vescovo Arduino Bertoldo. Il 5 ottobre prende possesso della diocesi.

Nel corso dei lavori della 68ª Assemblea Generale della CEI, svoltasi a Roma dal 18 al 21 maggio 2015, è designato presidente della Commissione episcopale per il clero e la vita consacrata.

Il 4 marzo 2017 papa Francesco lo nomina assistente ecclesiastico generale dell'Azione Cattolica Italiana[2]; succede a Mansueto Bianchi, deceduto il 3 agosto 2016.

Nel gennaio 2019 manda un appello agli amministratori dei comuni della diocesi di Foligno chiedendo loro che il loro primo pensiero sia il bene comune.

Genealogia episcopaleModifica

NoteModifica

  1. ^ Rinunce e nomine. Rinuncia del Vescovo di Foligno (Italia) e nomina del successore, su press.vatican.va, 3 luglio 2008. URL consultato il 12 marzo 2017.
  2. ^ Rinunce e nomine. Nomina dell'Assistente ecclesiastico generale dell'Azione Cattolica Italiana, su press.vatican.va, 4 marzo 2017. URL consultato il 12 marzo 2017.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN232188882 · ISNI (EN0000 0003 6736 1727 · LCCN (ENn95051426 · GND (DE1019563605 · BNF (FRcb16606929p (data) · WorldCat Identities (ENn95-051426