Guglielmo XII d'Alvernia

Guglielmo XII d'Alvernia
Marguerite dÉvreux (Guillaume XII).png
Sigillo della moglie, Margherita d'Évreux
Conte d'Alvernia e di Boulogne
In carica 1325-1332
Predecessore Roberto VII
Successore Giovanna I
Nome completo Guglielmo d'Alvernia
Altri titoli conte di Clermont
Nascita 1304 circa
Morte Vic-le-Comte, 6 agosto 1332
Dinastia Casato di Clermont-Auvergne
Padre Roberto VII d'Alvernia
Madre Bianca di Borbone o di Clermont
Consorte Margherita d'Évreux
Figli Roberto e
Giovanna

Guglielmo XII d'Alvernia, in francese Guillaume XII d'Auvergne (1304 circa – Vic-le-Comte, 6 agosto 1332) fu conte d'Alvernia e di Boulogne dal 1325 alla sua morte.

OrigineModifica

Secondo l'estratto del registro XLVIII della cancelleria del re di Francia, Filippo IV il Bello, riportato nella Histoire généalogique de la maison d'Auvergne, Guglielmo era l'unico figlio del conte d'Alvernia e conte di Boulogne, Roberto VII di Clermont e della sua prima moglie, Bianca di Clermont[1] (morta nel 1304), figlia di Roberto di Francia, conte di Clermont, e di Beatrice di Borgogna, dama di Borbone, come viene confermato da un documento della Histoire généalogique de la maison d'Auvergne, datato 1379 in cui Luigi II di Borbone, riporta che il suo avo, Roberto di Francia, figlio di Luigi IX il Santo, dal suo matrimonio ebbe due figli: Luigi e Bianca che sposò Roberto, futuro conte d'Alvernia e di Boulogne[2].
Secondo la Histoire généalogique de la maison d'Auvergne Roberto VII di Clermont era l'unico figlio del conte d'Alvernia e conte di Boulogne, Roberto VI di Clermont e di Beatrice di Montgascon[3], signora di Montgascon e di Pontgibaut, figlia di Falcone, signore di Montgascon e di Isabella di Ventadour[4].

BiografiaModifica

Guglielmo rimase presto orfano della madre e suo padre, Roberto VII, alcuni anni dopo, nel 1312, si sposò, in seconde nozze, con Maria di Dampierre o di Fiandra, figlia del secondogenito del conte di Fiandra, Guido di Dampierre, Guglielmo, signore di Termonde, Richebourg e Crèvecœur, e di Alice di Clermont e di Nesle, viscontessa di Châteaudun. Il re di Francia, Filippo IV il Bello, approvò personalmente il matrimonio, come ci viene confermato dal documento della Histoire généalogique de la maison d'Auvergne, datato 1312[5].

Nel 1314, suo nonno, Roberto VI, fece testamento designando come erede la moglie, madre di Roberto VII, Beatrice (Beatrici carissima uxori meæ)[6], seguito poi da un altro testamento di Beatrice che dichiarava erede suo padre, Roberto, il loro unico figlio (dominum Rotbertum de Bolonia militem filium meum procreatum de domino meo Domino comite Arverniae et Boloniae prædicto in erede universalem)[7], che nel 1317 succedette al padre, come Roberto VII[8].

La morte di suo padre Roberto VII viene datata al 13 ottobre 1325; il Baluze ci dice che nel 1326, il re di Francia, Carlo IV il Bello, in un documento lo cita come già morto[9]; Guglielmo gli succedette, in quanto figlio primogenito[10].

Il re di Francia, Carlo IV il Bello, era suo cognato (avendo sposato la sorella di sua moglie Margherita: Giovanna d'Évreux) e nelle lettere che gli inviò, nel 1326, lo chiamava amato, fedele e caro fratello[11].
In quel periodo, Guglielmo, al fianco di Carlo IV il Bello combatté gli inglesi in Guascogna[11].

Nell'agosto del 1328, Guglielmo fu al fianco del nuovo re di Francia, Filippo VI di Valois, che intervenne in aiuto del conte di Fiandra, Luigi I di Dampierre, contro i rivoltosi fiamminghi, ottenendo il 23 agosto, a Cassel, una netta vittoria[12].

 Lo stesso argomento in dettaglio: Battaglia di Cassel (1328).

In quella battaglia i rivoltosi fiamminghi ebbero numerosi morti, mentre le truppe francesi ne ebbero pochi[13]; Guglielmo fu tra i feriti leggeri[13].

Il primo agosto 1332, Guglielmo redasse il suo testamento in cui designava sua erede la figlia, Giovanna, sotto tutela della madre, Margherita d'Évreux. Il testamento si può consultare nelle Preuves de l'Histoire généalogique de la maison d'Auvergne[14].
Come risulta dall'estratto dei necrologi del convento dei Cordiglieri di Clermont, Guglielmo morì il 6 agosto 1332[15], nel castello di Vic-le-Comte. Gli succedette la figlia, Giovanna, sotto tutela della madre, Margherita.

Matrimonio e figliModifica

Guglielmo aveva sposato nel1325 Margherita d'Évreux, figlia del conte di Evreux, Luigi (figlio del re di Francia, Filippo III, fratellastro di Filippo IV il Bello e zio di Carlo IV il Bello) e di Margherita d'Artois[11] (discendente da Roberto I d'Artois, fratello del Re di Francia Luigi IX il Santo); ed era sorella del futuro re di Navarra, Filippo[11]. Il matrimonio viene confermato da un documento della Histoire généalogique de la maison d'Auvergne, datato 1331[16].
Guglielmo da Margherita ebbe due figli:

NoteModifica

  1. ^ (LA) Preuves de l'Histoire généalogique de la maison d'Auvergne, tome II, Livre 1, pag. 158
  2. ^ (LA) Preuves de l'Histoire généalogique de la maison d'Auvergne, tome II, Livre 1, pag. 162
  3. ^ (FR) Histoire généalogique de la maison d'Auvergne, Livre 1, pag. 111
  4. ^ (FR) Histoire généalogique de la maison d'Auvergne, Livre 1, pag. 107
  5. ^ (LA) Preuves de l'Histoire généalogique de la maison d'Auvergne, tome II, Livre 1, pag. 155
  6. ^ (LA) Preuves de l'Histoire généalogique de la maison d'Auvergne, tome II, Livre 1, pag. 145
  7. ^ (LA) Preuves de l'Histoire généalogique de la maison d'Auvergne, tome II, Livre 1, pag. 146
  8. ^ (FR) Histoire généalogique de la maison d'Auvergne, Livre II, pag. 71
  9. ^ (FR) Histoire généalogique de la maison d'Auvergne, Livre 1, pag. 117
  10. ^ (FR) Histoire généalogique de la maison d'Auvergne, Livre II, pag. 67
  11. ^ a b c d (FR) Histoire généalogique de la maison d'Auvergne, Livre 1, pag. 130
  12. ^ Henry Pirenne, "I Paesi Bassi", cap. XII, vol. VII, pag. 422
  13. ^ a b (FR) Histoire généalogique de la maison d'Auvergne, Livre 1, pag. 131
  14. ^ (LA) Preuves de l'Histoire généalogique de la maison d'Auvergne, tome II, Livre 1, pagg. 765 - 768
  15. ^ (LA) Preuves de l'Histoire généalogique de la maison d'Auvergne, tome II, Livre 1, pag. 189
  16. ^ (LA) Preuves de l'Histoire généalogique de la maison d'Auvergne, tome II, Livre 1, pag. 187
  17. ^ (FR) Histoire généalogique de la maison d'Auvergne, pag. 68
  18. ^ (FR) Histoire généalogique de la maison d'Auvergne, pagg. 68 e 69

BibliografiaModifica

Letteratura storiograficaModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Altri progettiModifica