Roberto I d'Artois

aristocratico francese

Roberto I d'Artois (25 settembre 1216Mansura, 8 febbraio 1250) fu conte di Artois dal 1226 al 1250.

Roberto
RobertArtois maly.jpg
Roberto I d'Artois
Conte di Artois
Stemma
Stemma
In carica 12371250
Predecessore titolo concesso in appannaggio da Luigi IX di Francia
Successore Roberto II d'Artois
Nascita 25 settembre 1216
Morte Mansura, 8 febbraio 1250 (33 anni)
Dinastia Capetingi
Padre Luigi VIII di Francia
Madre Bianca di Castiglia
Consorte Matilde di Brabante
Figli Bianca d'Artois, Roberto II d'Artois

BiografiaModifica

Era figlio del re francese Luigi VIII detto il Leone e di Bianca di Castiglia, nonché fratello del re Luigi IX detto il Santo.

In conformità alla volontà di suo padre ottenne la Contea di Artois come pure i domini di Saint-Omer, Aire-sur-la-Lys, Hesdin, Bapaume e Lens. Nel 1240 rifiutò di candidarsi al trono tedesco al posto di Federico II, all'epoca scomunicato, rifiutandosi dunque di assecondare il desiderio di papa Gregorio IX; egli inoltre informò Federico del piano papale[1].

Accompagnò suo fratello alla settima crociata, dove trovò la morte nei pressi di Mansura.

Famiglia e figliModifica

Roberto era sposato con Matilde di Brabante, figlia del duca Enrico II e di Maria di Hohenstaufen. Figli della coppia furono:

AscendenzaModifica

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Luigi VII il Giovane Luigi VI di Francia  
 
Adelaide di Savoia  
Filippo II di Francia  
Adèle di Champagne Tebaldo II di Champagne  
 
Matilde di Carinzia  
Luigi VIII di Francia  
Baldovino V di Hainaut Baldovino IV di Hainaut  
 
Alice di Namur  
Isabella di Hainaut  
Margherita I di Fiandra Teodorico di Alsazia  
 
Sibilla d'Angiò  
Roberto I d'Artois  
Sancho III di Castiglia Alfonso VII di León  
 
Berengaria di Barcellona  
Alfonso VIII di Castiglia  
Bianca Garcés di Navarra García IV Ramírez di Navarra  
 
Margherita de l'Aigle  
Bianca di Castiglia  
Enrico II d'Inghilterra Goffredo V d'Angiò  
 
Matilde d'Inghilterra  
Leonora d'Aquitania  
Eleonora d'Aquitania Guglielmo X di Aquitania  
 
Eleonora di Châtellerault  
 

NoteModifica

  1. ^ Ernst Kantorowicz, Federico II imperatore, in Elefanti Storia, traduzione di Gianni Pilone Colombo, Milano, Garzanti, p. 548, ISBN 978-88-11-67643-0.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN81604884 · CERL cnp01166805 · GND (DE137409753 · WorldCat Identities (ENviaf-81604884