La leggenda degli uomini straordinari

film del 2003 diretto da Stephen Norrington
La leggenda degli uomini straordinari
Legenda gip.jpg
Da sinistra: Dorian Gray; Mina Harker; il Capitano Nemo; Allan Quatermain; Rodney Skinner, l'Uomo Invisibile e l'agente Tom Sawyer stanno per imbarcarsi sul Nautilus
Titolo originaleThe League of Extraordinary Gentlemen
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America, Germania, Regno Unito, Repubblica Ceca
Anno2003
Durata106 min
Rapporto2,35:1
Genereazione, fantascienza, fantastico, avventura
RegiaStephen Norrington
Soggettobasato sul fumetto di Alan Moore e Kevin O'Neill
SceneggiaturaJames Dale Robinson
ProduttoreDon Murphy, Trevor Albert
Produttore esecutivoSean Connery, Mark Gordon
Casa di produzione20th Century Fox, Mediastream III, Angry Films, International Production Company, JD Productions
FotografiaDan Laustsen
MontaggioPaul Rubell
Effetti specialiTerry Glass, Janek Sirrs, John E. Sullivan, David Goldberg, Thomas J. Smith
MusicheTrevor Jones
ScenografiaCarol Spier, Peter Nicolakakos
CostumiJacqueline West
TruccoMichelle Taylor, Steve Johnson
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

La leggenda degli uomini straordinari (The League of Extraordinary Gentlemen) è un film del 2003 diretto da Stephen Norrington, liberamente tratto dal fumetto La Lega degli Straordinari Gentlemen, ideato da Alan Moore e Kevin O'Neill per l'etichetta del primo America's Best Comics. La sceneggiatura è stata affidata a James Robinson, mentre delle musiche s'è occupato Trevor Jones e il montaggio è stato eseguito da Paul Rebell.

Il film segna l'ultima apparizione cinematografica con un ruolo da attore di Sean Connery, prima del suo ritiro dalle scene.

TramaModifica

1899. L'Inghilterra e il mondo intero è minacciato dal Fantasma, un avido e misterioso criminale che guida una spietata organizzazione terroristica che intende conquistare il mondo. Il criminale, senza nessuna pietà, saccheggia Londra e la Germania, inscenando attacchi reciproci per far scoppiare una guerra mondiale: a Londra fa strage di poliziotti e rapina una banca con un finto panzer tedesco, mentre in Germania un gruppo di uomini travestiti da soldati inglesi rapisce degli scienziati e fa saltare in aria con un lanciarazzi un deposito di dirigibili pieni di idrogeno. Il Servizio Segreto di Sua Maestà contatta Allan Quatermain, rifugiatosi in Africa per passarvi tranquillamente gli ultimi anni della sua vita. Allan è inizialmente restio, ma subisce un attacco dove muoiono il suo amico Nigel e i locandieri (dilaniati da una bomba piazzata in una borsa appartenente ai soldati del Fantasma); questo convince Allan ad aderire al progetto e così fa ritorno in patria, capendo che anche l'Africa resterà coinvolta nel possibile conflitto.

Qui M, l'uomo che l'ha contattato, lo presenta al resto del gruppo che lo accompagnerà nella missione: il capitano Nemo, che mette a disposizione il Nautilus; Rodney Skinner, che ha rubato la formula del siero dell'invisibilità al suo inventore e il governo gli ha promesso una cura, e la scienziata Mina Murray, vedova Harker. A questi si aggiungeranno l'invulnerabile Dorian Gray e l'agente speciale americano Tom Sawyer, intervenuto in aiuto del gruppo durante un attacco da parte dalle forze del Fantasma in casa di Dorian. Mina rivelerà in quest'occasione la sua reale natura di vampira quando addenterà al collo, dissanguandolo, un uomo del Fantasma che l'aveva immobilizzata. L'ultimo membro, il dottor Henry Jekyll, viene catturato dopo un inseguimento per i tetti di Parigi nelle vesti del colossale e fortissimo Mr. Edward Hyde e in seguito, nel Nautilus, convinto a partecipare alla missione in cambio dell'amnistia che il governo inglese gli avrebbe concesso.

Il gruppo così formato inizia a indagare e si dirige verso Venezia, dove sembra che il Fantasma dovrà fare la prima mossa: le potenze europee si devono trovare per cercare di evitare un conflitto mondiale, e il Fantasma ha intenzione di far fallire i negoziati, avendo infatti già piazzato delle bombe nelle fondamenta della città, che, palazzo dopo palazzo, inizia a crollare. La squadra riesce però a fermare questo effetto domino tramite un'esplosione controllata, salvando così la città. Allan insegue il Fantasma, che si rivela essere M stesso, il quale riesce a fuggire. A bordo del Nautilus c'è però un traditore: il vero obiettivo di M (che si scopre essere il capo dell'organizzazione a cui fino ad allora hanno dato la caccia) è infatti quello di rubare ai componenti della squadra i loro poteri e creare un esercito invincibile. I membri dell'equipaggio inizialmente credono che la spia sia Skinner, misteriosamente scomparso, ma poi, per ordine di M, il vero traditore si rivela essere Gray, che uccide Ismaele, il primo ufficiale di Nemo, e scappa con un "nautiloide da esplorazione". Il Nautilus si lancia all'inseguimento, fino a che un membro dell'equipaggio non trova un vinile lasciato da Dorian, dove M rivela la verità alla squadra: in realtà li ha radunati affinché Gray copiasse la tecnologia di Nemo, s'impossessasse della pozione di Jekyll, catturato grazie ad Allan, il sangue di Mina e la pelle di Skinner e poi comunica come, grazie agli ultrasuoni nascosti nel messaggio stesso, farà esplodere una serie di bombe piazzate nella nave. Quanto detto avviene e il Nautilus subisce molti danni, ma Mr. Hyde apre un boccaporto e lo fa riemergere, salvando tutti. Quando sembra che ormai Dorian e M non siano più rintracciabili, Skinner si mette in contatto con loro: durante il viaggio aveva intuito il tradimento di Dorian, ma, sapendo che non gli avrebbero creduto, era scappato nascondendosi nel "nautiloide" che il traditore ha usato per scappare, e ora ha raggiunto con lui la fabbrica in cui M e la sua organizzazione stanno costruendo il proprio esercito; mediante il codice Morse invierà al Nautilus le coordinate preparandosi ad aspettarli.

In Mongolia, Skinner si ricongiunge ai compagni, dopo aver rivelato che gli scienziati rapiti hanno riprodotto poteri e invenzioni perché M tiene in ostaggio anche le loro famiglie. Allan divide il gruppo in più squadre. Mina, per vendicare il tradimento, uccide Gray ponendogli davanti il suo ritratto, che raffigura un Dorian sfigurato dal tempo e dalle ferite (l'invulnerabilità di Dorian è dovuta infatti al fatto che è il ritratto, e non lui, a subire invecchiamento e danni fisici): il ritratto torna a mostrare un Dorian giovane e bello, mentre il Dorian reale si trasforma in uno scheletro, che si riduce subito in polvere. Gli uomini di Nemo riescono a scappare con gli scienziati rapiti e le loro famiglie, mentre il capitano cerca di aiutare Hyde contro uno degli scagnozzi di M che ingerita una quantità di pozione superiore si è trasformato in un mostro ancora più grande. Hyde torna normale ma un'esplosione causata da Skinner distrugge parte del castello e le invenzioni e uccide il mostro. Intanto Allan e Tom se la vedranno con M, che in realtà è il professor James Moriarty. Tom è aggredito da un scagnozzo di M che si è reso invisibile, Allan lo salva ma viene pugnalato alla schiena. M fugge, ma Tom, grazie agli insegnamenti di Allan, riesce a ucciderlo sparandogli alla schiena da grande distanza, vendicando così la morte dell'eroe che spira tra le sue braccia.

Qualche tempo dopo, in Africa, la squadra presenzia al funerale dell'eroe vittoriano. Consci di dover smettere di nascondersi, gli uomini straordinari decidono di ricominciare a interagire col resto del mondo. Come narra la leggenda, però, Quatermain è legato strettamente al "Continente Nero": durante una delle sue precedenti imprese, uno sciamano, al quale Alan aveva salvato il villaggio, gli promise che l'Africa non avrebbe mai permesso la sua morte. Quando tutti si sono allontanati, infatti, uno stregone inizia a danzare accanto alla tomba intonando un canto che scatena una tempesta, e la terra che copre la tomba comincia lentamente a smuoversi prima che un fulmine la colpisca.

DistribuzioneModifica

Il film è uscito nelle sale negli USA l'11 luglio 2003, mentre nelle sale italiane il 10 ottobre 2003.

AccoglienzaModifica

Box officeModifica

Il film è uscito al secondo posto dietro Pirati dei Caraibi: La maledizione della prima luna.[1]

Ha incassato circa $ 66.465.204 in Canada e negli Stati Uniti, $ 12.603.037 nel Regno Unito e $ 12.033.033 in Spagna. In tutto il mondo, il film ha raccolto $ 179.265.204.[2]

Risposta criticaModifica

Su Rotten Tomatoes il film ha un punteggio di approvazione del 17% basato sulle recensioni di 185 critici, con una valutazione media di 4/10. Il consenso critico del sito recita: "Semplicemente ordinario. È un'ottima premessa rovinata da una cattiva esecuzione".[3] Su Metacritic ha un punteggio del 30% basato su recensioni di 36 critici, che indica "recensioni generalmente sfavorevoli".[4] Il pubblico intervistato da CinemaScore ha assegnato al film un "B-" come voto medio su una scala da A+ a F.[5]

Roger Ebert del Chicago Sun-Times ha assegnato al film una stella su quattro, affermando che "riunisce una splendida squadra di eroi per combattere un piano per il dominio del mondo, e poi, proprio quando sembra sul punto di diventare un vero e proprio tappatore di un film d'avventura, si tuffa in... motivazioni inspiegabili, cause senza effetti, effetti senza cause e follia generale."[6] Peter Travers di Rolling Stone gli diede 1 su 4 e scrisse: "Ad eccezione di Connery, che d'inverno è sempre il leone, niente qui sembra autentico."[7] Owen Gleiberman di Entertainment Weekly ha dato al film un voto "C-".[8] La rivista Empire gli ha assegnato due stelle su cinque mentre criticava l'esposizione del film e la mancanza di profondità del personaggio, dicendo che "si avvicina pericolosamente all'ignominia di una stella".[9]

RiconoscimentiModifica

NoteModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN225724698 · LCCN (ENno2004002971 · GND (DE1050910311
  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema