Michele Kalamera

attore e doppiatore italiano

Michele Kalamera (Conegliano, 12 febbraio 1939) è un attore e doppiatore italiano.

Michele Kalamera nel 1970

BiografiaModifica

Di padre siciliano di origini greche (il nonno paterno era di Patrasso) e di madre veneto-tedesca (nonno materno bavarese)[1], si trasferisce con la famiglia per via della professione del primo, maresciallo dei Carabinieri, arrivando infine dalla Calabria a Roma, dove negli anni sessanta ha frequentato l'Accademia nazionale d'arte drammatica. Conosciuto per il mestiere di doppiatore, è stato anche attore di teatro e nel 1963 ha fondato, insieme a Gigi Proietti, il teatro stabile dell'Aquila. Ha lavorato inoltre per la radio. Esordisce come doppiatore nel 1966, diretto da Fede Arnaud nel doppiaggio di Mark Damon nel film Dio, come ti amo!. È noto soprattutto per essere la voce ufficiale di Clint Eastwood, scelto per questo lavoro dallo stesso attore statunitense che nel 1976 lo aveva sentito in un provino per il film Il texano dagli occhi di ghiaccio.

Ha doppiato inoltre Steve Martin in quasi tutte le sue interpretazioni; F. Murray Abraham nel ruolo di Antonio Salieri nel primo doppiaggio del film Amadeus di Miloš Forman; Robert Redford in diverse significative interpretazioni (fra cui Il candidato); Martin Landau nel ruolo del comandante John Koenig in Spazio 1999, nella serie televisiva Missione Impossibile e nel film Ed Wood, per cui l'attore vinse il Premio Oscar nel ruolo di Bela Lugosi; Michael Caine in The Prestige; Robert Duvall ne Il Grinta, Non torno a casa stasera di Francis Ford Coppola e Colors - Colori di guerra.

Tra gli attori doppiati vi sono anche Christopher Walken, Ben Kingsley, Max von Sydow, Anthony Hopkins, Dennis Farina, Raymond J. Barry, Roger Moore. In televisione è stato la 2ª voce di George Peppard nel ruolo del Colonnello John "Hannibal" Smith nella serie A-Team e Jerry Hardin nel ruolo di Gola Profonda in X-Files.

È la voce dei personaggi Disney Baloo in TaleSpin, Razoul in Aladdin e l'imperatore Zurg in Buzz Lightyear da Comando Stellare. Celebre la sua interpretazione nel doppiaggio dell'avvocato Kobayashi (Pete Postlethwaite) ne I soliti sospetti. È anche la voce corrente di Sam l'aquila dei Muppet e la voce narrante nei cortometraggi Disney dedicati a Pippo, e quella nei vari cartoni animati, specialmente Freakazoid. Nel maggio 2007 ha vinto il premio "Leggio d'oro voce maschile dell'anno".[2]

Prosa radiofonica RaiModifica

RiconoscimentiModifica

  • Premio Voci nell'ombra 2003 per la Miglior Voce Maschile - Sezione Cinema nel ruolo di Terry McCaleb in Debito di sangue.
  • Gran premio internazionale del doppiaggio 2009 come Miglior doppiatore protagonista nel ruolo di Walt Kowalski in Gran Torino (ex aequo con Massimo Rossi - nel ruolo di Harvey Milk in Milk).
  • Vincitore della XIII Targa "Gualtiero De Angelis" al Festival Voci 2009 a Imperia.
  • Premio Voce maschile dell'anno attribuito dalla giuria all'8ª Gran Galà del Doppiaggio - Romics 2009 nel ruolo di Walt Kowalski in Gran Torino.

DoppiaggioModifica

FilmModifica

TelevisioneModifica

Film d'animazioneModifica

Cartoni animatiModifica

VideogiochiModifica

NoteModifica

  1. ^ https://www.youtube.com/watch?v=yb8Q4gI5AVs&t=367s
  2. ^ Il Palmarès 2007, su www.leggiodoro.it. URL consultato il 15 aprile 2015.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica