Apri il menu principale
Luigi Miliani
LuigiMiliani.jpg
Nazionalità Italia Italia
Scacchi Chess.svg
Categoria Scacchista del Secolo XIX-XX e Presidente FSI
 

Luigi Miliani (Livorno, 17 settembre 187519 novembre 1944) è stato uno scacchista italiano.

Indice

BiografiaModifica

È noto soprattutto per essere stato presidente della Federazione Scacchistica Italiana dal 1920, anno della sua fondazione, fino alla morte nel 1944 (con una breve interruzione nel 1924, anno in cui fu presidente Casimiro Guidelli). Carlo Salvioli fu presidente onorario dal 1920 fino alla morte avvenuta nel 1930.

Di professione ingegnere, entrò a far parte del genio civile. Dal 1926 al 1941 fu presidente del magistrato alle acque di Venezia. Si avvicinò agli scacchi sotto la guida dell'avvocato Emilio Orsini, suo concittadino, e nel 1898 partecipò al primo torneo per corrispondenza dell'U.S.I. (Unione Scacchistica Italiana), vincendolo. Dopo questo lungo torneo si orientò verso gli studi teorici.

Dal 1900 al 1903 fu condirettore con Carlo Salvioli della Nuova Rivista degli Scacchi, per la quale scrisse molti articoli teorici. Nel 1907 collaborò alla stesura della III edizione del "Manuale degli scacchi" di Amerigo Seghieri e Emilio Orsini. Nel 1905 rielaborò per intero quest'opera, che divenne da allora nota col suo nome. Successivamente uscirono altre edizioni rivedute, nel 1922 e 1935.

Nel 1906 fu nominato Maestro "Ad honorem" e prese parte al torneo nazionale di Milano, classificandosi 4º (vinse Giovanni Martinolich). Nel primo campionato italiano di Viareggio nel 1920 (vinto da Stefano Rosselli del Turco giunse decimo e l'anno successivo ottavo nel III torneo Crespi di Milano. Giunse ottavo anche nel torneo internazionale di Trieste del 1923, vinto da Paul Johner. Fu tra i principali organizzatori, nel 1929, del torneo internazionale di Venezia.

Tra i suoi articoli teorici vanno ricordate le sue analisi tendenti alla riabilitazione del gambetto Evans, in particolare quelle sulla variante Lasker di questa apertura, pubblicati sull'Italia Scacchistica nel 1940 e 1941.

Nel torneo di Merano 1924, il più forte torneo internazionale disputato fino ad allora in Italia, ottenne una patta con il grande Akiba Rubinstein.[1]

NoteModifica

  1. ^ Vedi la partita Miliani–Rubinstein su chessgames.com

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN16865053 · ISNI (EN0000 0000 4559 9740 · LCCN (ENno99082941 · BNF (FRcb102220639 (data)