Apri il menu principale
Lidice
Comune
Lidice – Veduta
Il municipio
Localizzazione
StatoRep. Ceca Rep. Ceca
RegioneFlag of Central Bohemian Region.svg Boemia Centrale
DistrettoKladno
Amministrazione
SindacoVeronika Kellerová
Territorio
Coordinate50°08′36″N 14°11′24″E / 50.143333°N 14.19°E50.143333; 14.19 (Lidice)Coordinate: 50°08′36″N 14°11′24″E / 50.143333°N 14.19°E50.143333; 14.19 (Lidice)
Altitudine343 m s.l.m.
Superficie4,75[1] km²
Abitanti467[2] (1º gennaio 2011)
Densità98,32 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale273 54
Fuso orarioUTC+1
Codice ČSÚCZ532584
TargaKL
Cartografia
Mappa di localizzazione: Repubblica Ceca
Lidice
Lidice
Lidice – Mappa
Posizione di Lidice nel distretto
Sito istituzionale

Lidice (in tedesco: Liditz) è un comune della Repubblica Ceca facente parte del distretto di Kladno, in Boemia Centrale.

Indice

Geografia fisicaModifica

StoriaModifica

 
Monumento ai bambini di Lidice (2001)

Durante la seconda guerra mondiale faceva parte del Protettorato di Boemia e Moravia del Terzo Reich e fu completamente distrutto il 10 giugno 1942, come rappresaglia da parte degli occupanti tedeschi, in seguito all'attentato delle forze partigiane ceche in cui era stato ucciso Reinhard Heydrich, "Protettore del Reich" nel protettorato di Boemia e Moravia.

La rappresaglia causò la morte di 192 uomini con più di 15 anni, fucilati a gruppi di 10, dopo che essi stessi dovevano portarsi sul luogo dell'esecuzione (il granaio di una fattoria, una parete del quale era stata coperta da materassi per impedire il rimbalzo dei proiettili). Gli uomini non vennero bendati. Gli ultimi gruppi di 10 dovettero camminare sui corpi delle precedenti vittime, prima di arrivare al muro crollato qualche decennio fa. La strage iniziò alle 10 di mattina, e terminò attorno alle 15.

Le 198 donne di Lidice furono caricate su camion il 12 giugno 1942, portate alla stazione di Kladno e furono fatte salire su treni speciali diretti al campo di concentramento di Ravensbrück. Qui 35 tra le donne più anziane furono inviate presso il campo di concentramento di Auschwitz, dove furono ritenute idonee a essere sottoposte a esperimenti medici. Quelle rimaste a Ravensbrück, furono all'inizio isolate in uno speciale Block e successivamente divise tra la fabbrica di cuoio, nella costruzione di strade, nella fabbrica tessile e di munizioni. Alla liberazione del campo 143 erano ancora in vita, tra cui diverse gravemente ammalate.

I 99 bambini di Lidice, da 1 a 16 anni, furono portati nell'area della fabbrica tessile di Łódź, dove alcuni di essi riuscirono a scrivere lettere a parenti e amici in cui chiedevano cibo e notizie su quanto avvenuto nel villaggio e sulla sorte dei propri genitori. Su ordine del comandante del campo, non fu data loro alcuna assistenza medica. Di questi 99 bambini, 17 furono giudicati adatti per la "germanizzazione" e affidati a famiglie tedesche. Il 2 luglio 1942, su indicazione di Adolf Eichmann, i restanti 82 bambini furono portati al campo di sterminio di Chełmno a 70 km da Łódź. È molto probabile che la maggior parte di loro sia stata gasata il giorno stesso dell'arrivo.

Finita la guerra ci vollero alcuni anni prima che il governo militare alleato, su esplicita richiesta delle donne di Lidice sopravvissute alla deportazione, scoprisse la fine che era stata riservata ai figli di queste ultime. I 17 bambini che erano stati prescelti per la "germanizzazione" furono infine rintracciati e fecero ritorno in patria. Il paese, raso al suolo completamente e dato alle fiamme, scomparve dalle carte geografiche, ma venne ricostruito nel 1949 nei pressi del vecchio villaggio distrutto nel 1942. Il vecchio villaggio non fu più ricostruito.

Negli anni ’60, un’artista di nome Marie Uchytilová decise di dedicare un monumento in memoria ai bambini di Lidice [4]. Purtroppo, per problemi economici, la donna non portò a termine il proprio progetto. Dopo la sua morte, il sogno si realizzò attraverso un’ingente somma donata dalla città danese di Albertslund e l’opera fu completata nel giugno del 2000.

NoteModifica

  1. ^ (CSEN) Dati forniti dall'Istituto Statistico Ceco (XLS), su czso.cz. URL consultato il 13 dicembre 2011.
  2. ^ (CSEN) Dati forniti dall'Istituto Statistico Ceco (PDF), su czso.cz. URL consultato il 13 dicembre 2011.
  3. ^ Lidice su fallingrain.com
  4. ^ Lidice Memorial

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN158320141 · LCCN (ENn83302348 · GND (DE4035639-5 · BNF (FRcb15051061b (data)
  Portale Repubblica Ceca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Repubblica Ceca