Apri il menu principale

Medusa (Annie Lennox)

album di Annie Lennox del 1995
Medusa
ArtistaAnnie Lennox
Tipo albumCover
Pubblicazionemarzo 1995
Durata46:01
Dischi1
Tracce10
GenerePop
EtichettaArista Records, RCA
ProduttoreSteve Lipson
Registrazione1995
Certificazioni
Dischi d'oroArgentina Argentina[1]
(Vendite: 30.000+)
Austria Austria[2]
(Vendite: 25.000+)
Francia Francia[3]
(Vendite: 100.000+)
Germania Germania[4]
(Vendite: 250.000+)
Norvegia Norvegia[5]
(Vendite: 25.000+)
Polonia Polonia[6]
(Vendite: 50.000+)
Spagna Spagna[7]
(Vendite: 50.000+)
Svezia Svezia[8]
(Vendite: 50.000+)
Svizzera Svizzera[9]
(Vendite: 25.000+)
Dischi di platinoCanada Canada (2)[10]
(Vendite: 200.000+)
Regno Unito Regno Unito (2)[11]
(Vendite: 600.000+)
Stati Uniti Stati Uniti (2)[12]
(Vendite: 2.000.000+)
Annie Lennox - cronologia
Album precedente
(1992)
Album successivo
(2003)
Singoli
  1. No More "I Love You's"
    Pubblicato: 18 febbraio 1995
  2. A Whiter Shade of Pale
    Pubblicato: 10 giugno 1995
  3. Waiting in Vain
    Pubblicato: 30 settembre 1995
  4. Something So Right
    Pubblicato: 9 dicembre 1995

Medusa è il secondo album di Annie Lennox, pubblicato nel marzo 1995. L'album consiste in una raccolta di cover rivisitate da Annie Lennox e arrangiate nuovamente dal suo produttore Stephen Lipson.

Dall'album sono stati estratti quattro singoli: No More "I Love You's", A Whiter Shade of Pale, Waiting in Vain e Something So Right.

Il primo singolo, No More "I Love You's", è uno dei pezzi più conosciuti della Lennox, che arrivò al numero 2 posto nella classifiche single inglese e al numero 1 posto in Canada e Italia.

Grazie al singolo apripista e alla qualità dell'album, Annie Lennox vince nel 1996 un grammy nella categoria Best Female Pop Vocal Performance e un Brit Award come migliore interprete femminile dell'anno. Inoltre fu nominato sempre ai Grammy Awards come miglior Album pop dell'anno, perdendo contro Joni Mitchell.

La versione giapponese dell'album è stata pubblicata con il brano Heaven, cover del gruppo The Psychedelic Furs

Indice

TracceModifica

Edizione standard
  1. No More "I Love You's" – 4:51 (Joseph Hughes, David Freeman) – Cover dei Lover Speaks
  2. Take Me to the River – 3:31 (Al Green) – Cover di Al Green
  3. A Whiter Shade of Pale – 5:17 (Keith Reid, Gary Brooker,Matthew Fisher) – Cover dei Procol Harum
  4. Don't Let It Bring You Down – 3:36 (Neil Young) – Cover di Neil Young
  5. Train in Vain – 4:38 (Michael Geoffrey Jones, John Mellor) – Cover dei Clash
  6. I Can't Get Next to You – 3:09 (Norman Jesse Whitfield, Barrett Strong) – Cover dei Temptations
  7. Downtown Lights – 6:42 (Paul Buchanan) – Cover dei Blue Nile
  8. A Thin Line Between Love and Hate – 5:53 (Richard Poindexter, Robert Poindexter, Jackie Members) – Cover dei Persuaders
  9. Waiting in Vain – 5:40 (Bob Marley) – Cover di Bob Marley
  10. Something So Right – 3:54 (Paul Simon) – Cover di Paul Simon
Traccia bonus inclusa nell'edizione giapponese
  1. Heaven – 4:52 (Richard Butler, Tim Butler) – Cover degli Psychedelic Furs

ClassificheModifica

NoteModifica

  1. ^ Discos de oro y platino, Cámara Argentina de Productores de Fonogramas y Videogramas. URL consultato il 1º agosto 2019.
  2. ^ Austrian album certifications – Annie Lennox – Medusa, IFPI Austria. URL consultato il 1º agosto 2019.
  3. ^ French album certifications – Annie Lennox – Medusa, Syndicat National de l'Édition Phonographique. URL consultato il 1º agosto 2019.
  4. ^ Gold-/Platin-Datenbank (Annie Lennox; 'Medusa'), Bundesverband Musikindustrie. URL consultato il 1º agosto 2019.
  5. ^ Norwegian album certifications – Annie Lennox – Medusa, IFPI Norway. URL consultato il 1º agosto 2019.
  6. ^ Polish album certifications – Annie Lennox – Medusa, Polish Society of the Phonographic Industry. URL consultato il 1º agosto 2019.
  7. ^ Sólo éxitos: año a año, 1959–2002 (PDF), PROMUSICAE. URL consultato il 1º agosto 2019.
  8. ^ Guld- och Platinacertifikat − År 1987−1998 (PDF), IFPI Sweden. URL consultato il 1º agosto 2019 (archiviato dall'url originale il 17 maggio 2011).
  9. ^ The Official Swiss Charts and Music Community: Awards (Annie Lennox; 'Medusa'), IFPI Switzerland. URL consultato il 1º agosto 2019.
  10. ^ Canadian album certifications – Annie Lennox – Medusa, Music Canada. URL consultato il 1º agosto 2019.
  11. ^ British album certifications – Annie Lennox – Medusa, British Phonographic Industry. URL consultato il 1º agosto 2019.
  12. ^ American album certifications – Annie Lennox – Medusa, Recording Industry Association of America. URL consultato il 1º agosto 2019.
  13. ^ (EN) Australian Charts - Annie Lennox - Medusa (album), Australian-charts.com. Hung Medien. URL consultato il 22 luglio 2012.
  14. ^ (DE) Austria Top-40 - Annie Lennox - Medusa (album), Austriancharts.at. Hung Medien. URL consultato il 22 luglio 2012.
  15. ^ (NL) Charts Vlaanderen - Annie Lennox - Medusa (album), Ultratop. Hung Medien. URL consultato il 22 luglio 2012.
  16. ^ (FR) Charts Belgique Francophone - Annie Lennox - Medusa (album), Ultratop. Hung Medien. URL consultato il 22 luglio 2012.
  17. ^ (EN) Top Albums/CDs - Volume 61, No. 12, April 24 1995, RPM. Collectionscanada.gc.ca. URL consultato il 22 luglio 2012 (archiviato dall'url originale il 9 gennaio 2016).
  18. ^ (EN) Hits of the World - Eurochart, Billboard, 8 aprile 1995, p. 69. URL consultato il 22 luglio 2012.
  19. ^ (EN) Hits of the World - France, Billboard, 1º aprile 1995, p. 48. URL consultato il 22 luglio 2012.
  20. ^ (DE) Album - Annie Lennox, Medusa, Charts.de. URL consultato il 22 luglio 2012.
  21. ^ (EN) Hits of the World - Ireland, Billboard, 8 aprile 1995, p. 69. URL consultato il 22 luglio 2012.
  22. ^ (EN) Hits of the World - Italy, Billboard, 1º aprile 1995, p. 48. URL consultato il 22 luglio 2012.
  23. ^ (EN) Norwegian Charts - Annie Lennox - Medusa (album), Norwegiancharts.com. Hung Medien. URL consultato il 22 luglio 2012.
  24. ^ (EN) New Zealand Charts - Annie Lennox - Medusa (album), Charts.org.nz. Hung Medien. URL consultato il 22 luglio 2012.
  25. ^ (NL) Dutch Charts - Annie Lennox - Medusa (album), Dutchcharts.nl. Hung Medien. URL consultato il 22 luglio 2012.
  26. ^ (EN) Chart Archive - Annie Lennox - Medusa, Chartarchive.org. URL consultato il 22 luglio 2012.
  27. ^ (EN) Hits of the World - Spain, Billboard, 1º aprile 1995, p. 48. URL consultato il 22 luglio 2012.
  28. ^ (EN) Annie Lennox Album & Song Chart History - Billboard 200, Billboard. URL consultato il 22 luglio 2012.
  29. ^ (EN) Swedish Charts - Annie Lennox - Medusa (album), Swedishcharts.com. Hung Medien. URL consultato il 22 luglio 2012.
  30. ^ (DE) Swiss Charts - Annie Lennox - Medusa (album), Hitparade.ch. Hung Medien. URL consultato il 22 luglio 2012.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica