Apri il menu principale

Girolamo Bizzarri

allenatore di calcio ed ex calciatore italiano
(Reindirizzamento da Mino Bizzarri)
Girolamo Bizzarri
Nazionalità Italia Italia
Altezza 180 cm
Peso 76 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Ritirato 2008 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1983-1984 Teramo 1 (0)
1984-1985 Torino 0 (0)
1985-1987 Sanremese 39 (6)
1987-1988 Nocerina 29 (8)
1988-1989 Casertana 4 (0)
1989-1991 Siracusa 56 (22)
1991 Taranto 9 (0)
1991-1993 Reggina 49 (24)
1993-1995 SPAL 61 (43)
1995-1996 Cesena 32 (8)
1996-1998 Brescia 38 (14)
1998 Ravenna 14 (4)
1999-2000 Modena 38 (18)
2000-2001 Pistoiese 28 (9)
2001-2002 Brescello 25 (12)
2002-2003 Reggiana 29 (8)
2003-2005 Rosetana 54 (11)
2005-2006 Morro d'Oro 29 (15)
2006-2007 Rosso e Blu.svg Notaresco ? (7)
2007-2008 Rosetana ? (8)
Carriera da allenatore
2007-2010Rosetana
2011-2016RosetanaAllievi regionali
2016-Giallo e Rosso.svg A.S.D. Fontanelle
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Girolamo Bizzarri – detto Mino – (Roseto degli Abruzzi, 1º giugno 1967) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo attaccante.

Indice

CarrieraModifica

Ha militato in numerose squadre professionistiche italiane, riuscendo a segnare in tutte le categorie dalla Serie A fino alla Serie D.

Dopo aver giocato in varie squadre nelle categorie minori, debutta in Serie B nel 1991 con la maglia del Taranto. In seguito torna in Serie C1 con la Reggina e poi con la SPAL: a Ferrara segnerà 43 reti in due anni e queste grandi prestazioni gli valgono la Serie B, dove gioca un anno al Cesena e poi al Brescia. Con le Rondinelle nella Serie B 1996-1997 segna 11 reti che contribuiscono alla promozione dei lombardi in Serie A; in tale categoria nella stagione seguente scende in campo 8 volte mettendo a segno 3 reti tutte decisive (quella del definitivo 2-2 contro il Milan e poi una doppietta contro il Parma sconfitto per 3-1).

Nel 1998 gioca ancora in Serie B con la maglia del Ravenna e poi scende in Serie C1 col Modena. Nel 2000-2001 disputa la sua ultima stagione in cadetteria con la Pistoiese (9 reti in 28 gare); Qui verrà indagato per una presunta combina di Atalanta -Pistoiese, insieme ad altri calciatori come Cristiano Doni e Massimiliano Allegri.In seguito verrà prosciolto [1], 12 anni dopo Cristiano Doni ammetterà che la partita fu realmente truccata. Poi giocherà altre stagioni in Serie C con Brescello, Reggiana e Rosetana, sua ultima squadra professionistica.

Nel 2005-2006 gioca in Serie D nel Morro d'Oro, dove a quasi 39 anni, riesce comunque a segnare 15 reti.

Nel 2007-2008 inizia la sua carriera di allenatore nella Rosetana tra esoneri e richiami sulla panchina adriatica resta fino alla stagione 2009-2010[2][3][4] ottenendo una promozione dal campionato di Promozione Abruzzese in Eccellenza Abruzzese tramite play-off nel 2008-2009[5]. Nella stagione 2011-2012 inizia ad allenare la squadra degli allievi regionali dell' A.S Roseto Calcio.

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni giovaniliModifica

Torino: 1984-1985
Torino: 1985

Competizioni nazionaliModifica

Brescia: 1996-1997

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica