Apri il menu principale
Ferrovia Mittenwald
Mittenwaldbahn-Karte.png
Nome originaleMittenwaldbahn
InizioInnsbruck
FineGarmisch-Partenkirchen
Stati attraversatiAustria Austria
Germania Germania
Lunghezza63,7 km
Apertura1912
GestoreÖsterreichische Bundesbahnen e Deutsche Bahn
Scartamento1435 mm
Elettrificazione15 kV ~ 16⅔ Hz
Ferrovie

La ferrovia Mittenwald (in tedesco Mittenwaldbahn) conosciuta anche con il nome di ferrovia del Karwendel (in tedesco Karwendelbahn) è una linea ferroviaria che si sviluppa tra le Alpi e che congiunge Innsbruck via Seefeld in Tirol, entrambe in Tirolo (Austria) a Mittenwald e quindi a Garmisch-Partenkirchen, entrambe in Baviera (Germania).

Galleria Martinswand, al km 9+477 della linea

La ferrovia Mittenwald è stata costruita tra il 1910 e il 1912 dagli ingegneri e appaltatori Josef Riehl e Wilhelm Carl von Doderer[1]. Il percorso è stato inaugurato il 28 ottobre 1912[2] e gestito congiuntamente dalle Ferrovie federali austriache e dalle Reali Ferrovie dello Stato della Baviera. È stata una delle prime linee che ha visto l'impiego di elettrificazione ad alta tensione monofase a corrente alternata.

Questa linea ferroviaria, insieme alla ferrovia di Ausserfern (in tedesco Ausserfernbahn), collega il distretto austriaco di Reutte (che si trova ad ovest del passo di Fern) con il resto del Tirolo passando per la Germania.

StoriaModifica

 
Raccolta fondi per la sezione austriaca della Ferrovia Mittenwald, Innsbruck, 1912

L'ingegnere e imprenditore Josef Riehl aveva già presentato una proposta alla fine del 1880 al Ministero austriaco del Commercio e dell'Economia (in tedesco Ministerium für Handel und Volkswirthschaft) per un percorso in direzione est, da Innsbruck a Hall in Tirol, e poi indietro verso ovest fino a Seefeld, con un percorso sviluppato in gran parte in galleria. Per ottenere la concessione per questo progetto ci vollero molti anni, soprattutto per le controversie sul finanziamento che prevedeva esborsi consistenti in anticipo senza alcuna garanzia di un ritorno economico.

Quando Riehl finalmente ricevette l'approvazione dalle autorità per la costruzione della linea Mittenwald sul lato austro-ungarico del confine fondò un consorzio con l'imprenditore e ingegnere Wilhelm Carl von Doderer per i lavori di costruzione. I gestori dell'effettiva costruzione sono stati gli ingegneri Karl Innerebneron, a nome di Riehl, e August Mayer, a nome di Doderer. Il contratto comprendeva tutte le questioni necessarie per il funzionamento della ferrovia. Oltre alla costruzione della linea era incluso l'acquisizione dei terreni, del materiale rotabile, delle apparecchiature e della centrale elettrica. Il contratto prevedeva il prezzo fisso per la realizzazione del progetto pari a 24.401.700 corone da versare ai contraenti Riehl e von Doderer, che in tal modo si assunsero ogni rischio di possibili superamenti dei costi.

In termini di lunghezza, la ferrovia Mittenwald era un progetto ferroviario molto costoso a causa dei molti tunnel. È stato previsto fin dall'inizio che sarebbe stata una ferrovia elettrificata. Per alimentare la linea con la potenza necessaria è stata costruita sul fiume vicino Ruetz Stephansbrücke (il ponte di Stefano), nella valle dello Stubai, una centrale idroelettrica con due turbine da 4000 cavalli vapore cadauna. Con il prolungamento della linea ferroviaria in Baviera, questa parte della linea è stata alimentata da una diversa centrale, quella del Walchensee, terminata da 1924. Nonostante le difficoltà, la sezione della ferrovia Mittenwald sul territorio austro-ungarico è stata costruita nel tempo notevolmente breve di circa due anni.

La sezione bavarese tra Garmisch e Mittenwald risale ad una richiesta nel 1896 dal Consiglio di Mittenwald nei confronti di Lokalbahn AG di Monaco, per sviluppare un progetto per la continuazione della ferrovia locale Murnau-Garmisch-Partenkirchen (Localbahn Murnau-Garmisch-Partenkirchen) a Mittenwald[3]. Questa tratta, inaugurata il 1º luglio 1912, in contraddizione con il piano originale, è stata in un primo momento percorsa da locomotive a vapore in quanto né la centrale né le locomotive elettriche erano pronte. Sul versante austriaco la linea è stata alimentata elettricamente a partire dal 28 ottobre 1912 mentre nel tratto bavarese si è passati a trazione elettrica solo dal 25 aprile 1913.

Durante la seconda guerra mondiale la ripida pendenza e la breve distanza tra le stazioni hanno impedito l'uso della ferrovia da parte delle forze armate. Nel 1945 la ferrovia Mittenwald è stata giudicata dagli Alleati strategicamente importante: un totale di sei raid aerei sono stati pilotati contro il viadotto di Gurglbach. Anche il ponte per l'attraversamento del fiume Inn più volte il bersaglio di raid aerei.

Durante l'inverno del 1950 una locomotiva è stata completamente interrata da una valanga nella zona di Martinswald; la ferrovia è stata poi riaperta con l'aiuto delle truppe di occupazione francesi. Nel 1968 il sito è stato protetto dal rischio di valanghe attraverso costruzione di una galleria paravalanghe.

Con lo svolgimento dei Giochi Olimpici Invernali del 1976 a Innsbruck e Seefeld, data l'intensificazione del traffico, la linea di Mittenwald e tutte le stazioni sono state dotate di segnali luminosi ed è stata costruita una nuova stazione a Seefeld in Tirol.

Nel 1980, in occasione dell'allargamento di molte strade di Innsbruck, è stato necessario alzare la linea ferroviaria con la costruzione di nuovi ponti.

PercorsoModifica

Stazioni e fermate
  Ferrovia del Brennero/Ferrovia Kufstein-Innsbruck
  0,000 Innsbruck Ovest 574 m s.l.m.
  Ferrovia dell'Arlberg per Bludenz
  0,800 Cavalcavia Innrain
  1,200 Ponte Inn
  1,782 Innsbruck Hötting
 
2,100 Cavalcavia Tiroler Straße
  3,739 Innsbruck Allerheiligenhöfe 631 m s.l.m.
  5,025 Galleria Kerschbuch (214,23 m)
  5,618 Galleria Kranebitterklamm (34,65 m)
  5,718 Innsbruck Kranebitten 697 m s.l.m.
  5,800 Ponte Klammbach
  7,004 Galleria Lawinenschutz (66 m)
  7,206 Martinswand 1.200 m s.l.m.
  7,370 Galleria Hechenberg (26,02 m)
  7,900 Viadotto Meilbrunnen
  8,500 Viadotto Finstertal
  8,922 Galleria An der Wand I (109 m)
  9,048 Galleria An der Wand II (202 m)
  9,250 Galleria (paravalanghe) Martinswand (228 m)
  9,477 Galleria Martinswand (1.810,23 m)
  11,477 Galleria Ehnbach (347,22 m)
  11,898 Galleria Brunntal (99,30 m)
  12,713 Zirl 922 m s.l.m.
  13,139 Galleria Vorberg I (144,77 m)
  13,303 Galleria Vorberg II (97,65 m)
  13,564 Galleria Vorberg III (46,82 m)
  13,700 Viadotto Vorberg
  14,005 Galleria Vorberg IV (46,62 m)
  14,207 Galleria Schloßbach (721,52 m)
  14,900 Ponte Schlossbachgraben
  15,069 Galleria Pflegertal (31,77 m)
  15,100 Ponte Pflegertal
  15,137 Galleria Fragenstein (394,62 m)
  15,600 Viadotto Lehnen
  15,800 Viadotto Kaiserstand
  16,783 Leithen
  17,817 Galleria Leithener (84,29 m)
  18,200 Viadotto Gurgelbach
  18,835 Reith bei Seefeld 1120 m s.l.m.
  20,500 Cavalcavia Hermelebach
  Ferrovia dell'Anschluss (raccordo per Seefeld Unterwerk)
  22,427 Seefeld in Tirol 1.182 m s.l.m.
  24,943 Seefeld Play Castle
  29,226 Gießenbach in Tirol 1.019 m s.l.m.
  29,400 Ponte Gießenbach
  32,100 Ponte Isar
  22,427 Scharnitz 964 m s.l.m.
 
33,160
123,527
Confine tra Austria e Germania
  118,540 Mittenwald 914 m s.l.m.
  112,267 Klais 933 m s.l.m.
  107,349 Kaltenbrunn (attiva fino al 2 giugno 1984) 855 m s.l.m.
  102,500 Kainzenbad (usata solo per eventi)
  Ferrovia Ausserfern per Kempten
  100,571 Garmisch-Partenkirchen 708 m s.l.m.
  Ferrovia Monaco – Garmisch-Partenkirchen per Monaco di Baviera

NoteModifica

  1. ^ (DE) Archiv: 100 Jahre Mittenwaldbahn, su tirol.orf.at.
  2. ^ (DE) Die Eröffnung der Mittenwalderbahn, in Innsbrucker Nachrichten (Austrian National Library), 28 ottobre 1912, p. 8.
  3. ^ (DE) Der Alpenfreund, in Aus den Alpen. (...) Bahnproject Garmisch-Mittenwald (Austrian National Library), 6 gennaio 1896, p. 61.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN265833746 · GND (DE4193487-8 · WorldCat Identities (EN265833746