Apri il menu principale
A.S.D. Moncalieri Calcio 1953
Calcio Football pictogram.svg
Moncalieri
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Terza divisa
Colori sociali Bianco, azzurro
Simboli Croce sabauda col dio Nettuno
Dati societari
Città Moncalieri
Nazione Italia Italia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Campionato Seconda Categoria
Fondazione 1953
Presidente Italia Giorgio Chiappino
Stadio Testona
(3.000 posti)
Palmarès
Si invita a seguire il modello di voce
Moncalieri Calcio1953.jpg

A.S.D. Moncalieri Calcio 1953 - comunemente noto come Moncalieri - è la principale squadra di calcio con sede nell'omonima città. Nella stagione 2017/2018 militerà nella Terza Categoria Piemonte.

Nato come Moncalieri Calcio nel 1953, il Moncalieri è una delle squadre che rappresentano la città piemontese.

Indice

StoriaModifica

La storia recenteModifica

Il momento più fulgido è quello rappresentato dal Moncalieri a cavallo degli anni novanta e duemila. Dopo una serie di campionati di Serie D, il Moncalieri nell'estate del 1997 passò dal presidente Domenico Pavia a Giuseppe Aghemo, dirigente dell'Unione Industriale di Torino e appassionato di calcio. Il primo anno del nuovo corso fu difficile. Neo retrocesso in Eccellenza, dopo essere partito con l'obiettivo del ritorno immediato in serie D, riuscì a salvarsi soltanto nelle ultime giornate. La stagione successiva 1998/99 il Moncalieri vinse il girone A di Eccellenza piemontese con il record storico di punti di distacco sulla seconda, l'Asti, subendo una sola sconfitta, a Saluzzo. Nello stesso anno il Moncalieri vinse la Coppa Italia regionale, la Coppa Italia di Promozione ed Eccellenza nazionale e la Supercoppa di Eccellenza regionale. Sotto la presidenza Aghemo trionfò nel Girone A del Campionato Nazionale Dilettanti, raggiungendo per la prima volta la Serie C2 e con essa il calcio professionistico. La società bianco-azzurra era così riuscita a diventare la terza squadra della provincia di Torino, e lo stadio "Testona" venne ampliato da 1.500 a 3.000 spettatori di capienza, a sottolineare l'entusiasmo della cittadinanza e la volontà di raggiungere la salvezza nel primo campionato professionistico della storia di Moncalieri e del Moncalieri. In estate, il presidente Aghemo passò la mano a Francesco Cimminelli, neo proprietario del Torino).

Ma nella stagione seguente (2000-01), il campionato di Serie C2 si rivelò difficile per la formazione del mister Giuseppe Brucato. Il tecnico, in un girone che includeva anche il Sassuolo, la Triestina, il Mantova, la Cremonese, il Novara, la Pro Vercelli, la Biellese, l'Alto Adige, il Padova ed altre nobili decadute, non riuscì che a raccogliere pochi punti, giungendo penultimo in campionato e, pur pareggiando per 0 a 0 entrambi gli spareggi play-out con il Legnano (piazzato meglio in campionato), per regolamento dovette salutare la categoria.

Con la cessione della società da parte del patron Francesco Cimminelli (che gestiva contemporaneamente il Torino) ad un nuovo presidente, dopo poche stagioni, il Moncalieri retrocesse dalla Serie D e trovò la sua dimensione nella Seconda Categoria, la penultima del calcio targato FIGC, categoria nella quale nelle ultime stagioni ha galleggiato a metà classifica. Dopo un'altra retrocessione, il Moncalieri si è trovato in Seconda Categoria, salvo poi essere rilevato dopo un'ulteriore crisi societaria: a maggio 2010 viene acquisita dal patron della Dynamo Moncalieri Salvatore Brodella, che ha operato una fusione tra le due società moncalieresi per riportare in alto il calcio della città.

Oggi il Moncalieri vuole tornare alle glorie dei tempi passati ripartendo da zero. Il neo presidente Giorgio Chiappino ha le idee ben chiare e soprattutto una buona esperienza sul campo, infatti, quest’ultimo ha iniziato facendo la gavetta con l’oratorio del Testona da una decina di anni or sono, proprio dalla parte opposta di strada Revigliasco, dove sorge il Comunale dello storico Moncalieri. Il terreno di gioco di tutte le Giovanili e Prima squadra sarà quello, per i più grandi l’obiettivo di salire di categoria in categoria anno dopo anno, mentre per i più piccoli il duro compito di far crescere il settore e portare gioventù alla prima squadra.

Colori socialiModifica

  • Prima divisa: maglia azzurra, calzoncini azzurri e calzettoni azzurri.
  • Seconda divisa: maglia verde, calzoncini neri e calzettoni verdi.
  • Terza divisa: maglia bianca, calzoncini azzurri e calzettoni azzurri.

Tutte le divise sono stemmate con il marchio "Moncalieri Calcio 1953", con il dio Nettuno su sfondo blu e croce bianca su sfondo rosso in stile sabaudo.

Lo stadioModifica

Lo stadio del Moncalieri è dalla fondazione il "Testona" - oggi "Comunale" - (m 102x60). La capienza originaria dell'impianto era di 1.500 spettatori, poi incrementata a 3.000 in seguito alla promozione in Serie C2 nel 2000.

SocietàModifica

Sedi societarieModifica

Dalla fondazione nel 1953 ad oggi, il Moncalieri nel corso degli anni ha avuto altre diverse sedi:

  • 2010 - Via F. Confalonieri 9

CronistoriaModifica

Cronistoria del Moncalieri Calcio
  • 1953 - Fondazione dell'Associazione Calcio Moncalieri.
  • 1953-1954
  • 1954-1955
  • 1955-1956
  • 1956-1957
  • 1957-1958
  • 1958-1959
  • 1959-1960

  • 1960-1961
  • 1961-1962
  • 1962-1963
  • 1963-1964
  • 1964-1965
  • 1965-1966
  • 1966-1967
  • 1967-1968
  • 1968-1969
  • 1969-1970

  • 1970-1971
  • 1971-1972
  • 1972-1973
  • 1973-1974
  • 1974-1975
  • 1975-1976
  • 1976-1977
  • 1977-1978 - in Prima Categoria Piemontese.
  • 1978-1979 - in Prima Categoria Piemontese.
  • 1979-1980 - in Prima Categoria Piemontese.

  • 1980-1981 - in Prima Categoria Piemontese.
  • 1981-1982 - 4º nel girone B della Promozione Piemontese.
  • 1982-1983 - 1º nel girone C della Promozione Piemontese. Vince fli spareggi col Programma Victor Favria e col Mezzomerico. Promosso al campionato Interregionale.
  • 1983-1984 - 12º nel girone A del campionato Interregionale.
  • 1984-1985 - 11º nel girone A del campionato Interregionale.
  • 1985-1986 - 8º nel girone A del campionato Interregionale.
  • 1986-1987 - 13º nel girone A del campionato Interregionale.
  • 1987-1988 - 10º nel girone A del campionato Interregionale.
  • 1988-1989 - 17º nel girone A del campionato Interregionale. Retrocede in Promozione.
  • 1989-1990 - 8º nel girone C della Promozione Piemonte.

  • 1990-1991 - 4º nel girone C della Promozione Piemonte. Ammesso al nuovo campionato di Eccellenza Piemonte.
  • 1991-1992 - 4º nel girone B di Eccellenza Piemonte.
  • 1992-1993 - 1º nel girone B di Eccellenza Piemonte. Promosso nel Campionato Nazionale Dilettanti.
  • 1993-1994 - 13º nel girone A del C.N.D.
  • 1994-1995 - 14º nel girone A del C.N.D, va agli spareggi-salvezza. Si salva superando il Cuneo 0-0 e 3-1 (d.c.r.).
  • 1995-1996 - 8º nel girone A del C.N.D.
  • 1996-1997 - 18º nel girone A del C.N.D. Retrocede in Eccellenza Piemontese.
  • 1997-1998 - 9º nel girone B di Eccellenza Piemonte.
  • 1998-1999 - 1º nel girone B di Eccellenza Piemonte. Promosso in Serie D.
  • 1999-2000 - 1º nel girone A di Serie D. Promosso in Serie C2.

  • 2000-2001 - 18º nel girone A della Serie C2. Retrocesso in Serie D.
  • 2001-2002 - 18º nel girone A di Serie D. Retrocesso in Eccellenza Piemonte.
  • 2002-2003 - 16º nel girone B dell'Eccellenza Piemonte. Retrocesso in Promozione Piemonte-Valle d'Aosta.
  • 2003-2004 - 15º nel girone D della Promozione Piemonte-Valle d'Aosta. Retrocesso in Prima Categoria.
  • 2004-2005 - 16° nel girone F della Prima Categoria Piemonte-Valle d'Aosta. Retrocesso in Seconda Categoria.
  • 2005-2006 - in Seconda Categoria Piemonte-Valle d'Aosta.
  • 2006-2007 - in Seconda Categoria Piemonte-Valle d'Aosta.
  • 2007-2008 - 4° nel girone L della Seconda Categoria Piemonte-Valle d'Aosta. Ammesso in Prima Categoria.
  • 2008-2009 - 15° nel girone F della Prima Categoria Piemonte-Valle d'Aosta. Retrocesso in Seconda Categoria.
  • 2009-2010 - 11° nel girone L della Seconda Categoria.

  • 2010-2011 - 6° nel girone L della Seconda Categoria.
  • 2011-2012 - 4° nel girone L della Seconda Categoria.
  • 2012-2013 - 6° nel girone I della Seconda Categoria.
  • 2013-2014 - 6° nel girone G della Seconda Categoria. Ripescato in Prima Categoria.
  • 2014-2015 - 3° nel girone F della Prima Categoria.
  • 2015-2016 - 2° nel girone F della Prima Categoria. Cede il titolo sportivo al Filadelfia.
  • 2016-2017 - Inattivo.
  • 2017-2018 - 10° nel girone A di Terza Categoria Torino.
  • 2018-2019 - Inattivo.

PalmarèsModifica

Competizioni nazionaliModifica

1999-2000 (girone A)

Competizioni regionaliModifica

1992-1993 (girone B), 1998-1999 (girone B)
1982-1983 (girone C)
1998-1999

Altri piazzamentiModifica

Secondo posto: 2015-2016 (girone F)
Terzo posto: 2014-2015 (girone F)
Semifinalista: 1999-2000
Finalista: 1998-1999

StatisticheModifica

Partecipaizoni ai campionatiModifica

Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione
C2 1 2000-2001 2000-2001
D 12 1983-1984 2001-2002
Eccellenza 5 1991-1992 2002-2003

Voci correlateModifica