Motta Montecorvino

comune italiano

Motta Montecorvino (A Mòtte in pugliese[4]) è un comune italiano di 648 abitanti della provincia di Foggia in Puglia.

Motta Montecorvino
comune
Motta Montecorvino – Stemma
Localizzazione
StatoItalia Italia
Regione Puglia
Provincia Foggia
Amministrazione
SindacoDomenico Iavagnilio (lista civica Motta nel cuore) dal 7-5-2012
Territorio
Coordinate41°30′N 15°07′E / 41.5°N 15.116667°E41.5; 15.116667 (Motta Montecorvino)
Altitudine662 m s.l.m.
Superficie19,94 km²
Abitanti648[1] (31-8-2022)
Densità32,5 ab./km²
Comuni confinantiCelenza Valfortore, Pietramontecorvino, Volturara Appula, Volturino
Altre informazioni
Cod. postale71030
Prefisso0881
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT071034
Cod. catastaleF777
TargaFG
Cl. sismicazona 2 (sismicità media)[2]
Cl. climaticazona E, 2 215 GG[3]
Nome abitantimottesi
Patronosan Giovanni Battista
Giorno festivo6 maggio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Motta Montecorvino
Motta Montecorvino
Motta Montecorvino – Mappa
Motta Montecorvino – Mappa
Posizione del comune di Motta Montecorvino nella provincia di Foggia
Sito istituzionale

Geografia fisicaModifica

Motta Montecorvino è situata nei monti della Daunia sulla sommità di una collina a 662 m sul livello del mare, di fronte al monte Sambuco.

StoriaModifica

Il paese è sorto dalle ceneri dell'abitato di Montecorvino, caduto in rovina nel XIV secolo e abbandonato dagli abitanti attorno al 1375, che si dispersero sulle colline circostanti, fondando gli abitati di Volturino, Pietramontecorvino e Motta. La parola Motta potrebbe significare "roccia o scoscendimenti del terreno".

Motta divenne presto università, ossia centro abitato a sé stante e venne circondato da mura. Il violento terremoto del 1627 causò numerosi danni alle costruzioni. Dopo circa un trentennio la peste bubbonica provocò la morte dei due terzi della popolazione. Le epidemie si susseguirono fino al tardo Ottocento: l'abitato fu infatti colpito dal colera nel 1865 e dalla difterite nel 1880.

Nel corso dell'Ottocento, diversi mottesi si unirono alle bande di briganti che imperversavano nelle aree collinari dell'Italia meridionale. Ciò preservò il paese dai saccheggi e dalle spoliazioni che interessarono alcuni dei centri vicini.

Dal primo al 3 ottobre 1943, il paese fu teatro del primo scontro con i tedeschi da parte delle truppe canadesi sbarcate in Italia e facenti parte dell'VIII armata comandata dal generale Bernard Law Montgomery.

SimboliModifica

Lo stemma e il gonfalone del comune di Motta Montecorvino sono stati concessi con decreto del presidente della Repubblica del 14 febbraio 1970.[5] Nello stemma adottato con deliberazione del consiglio comunale, è raffigurato san Giovanni Battista, in campo azzurro, vestito di bianco, che impugna un aspersorio gigliato e una croce, appoggiato a una roccia. Il gonfalone è un drappo di azzurro.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

Il centro storico conserva in parte l'aspetto medioevale: la chiesa arcipretale di San Giovanni Battista è del XV secolo e si caratterizza per il campanile gotico del 1447, probabile trasformazione di una delle torri dell'originaria cinta muraria. Durante la seconda guerra mondiale il campanile venne utilizzato come fortezza dai militari dell'esercito tedesco.

Degna di nota è anche la quercia secolare di san Luca.

Inoltre, sul suolo comunale, si trova il Centro trasmittente di Monte Sambuco, una delle più importanti postazioni RAI per la trasmissione radiotelevisiva, il quale è protetto militarmente.

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[6]

AmministrazioneModifica

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
26 maggio 1987 29 maggio 1990 Giuseppe Antonio Piccirilli Democrazia Cristiana Sindaco [7]
29 maggio 1990 26 gennaio 1994 Giuseppe Antonio Pepe Partito Socialista Italiano Sindaco [7]
26 gennaio 1994 13 giugno 1994 Ernesto Liguori Comm. pref. [7]
28 giugno 1994 25 maggio 1998 Domenico Antonio Iavagnilio Partito Popolare Italiano Sindaco [7]
25 maggio 1998 28 maggio 2002 Domenico Antonio Iavagnilio lista civica Sindaco [7]
28 maggio 2002 29 maggio 2007 Pietro Calabrese centro-destra Sindaco [7]
29 maggio 2007 7 maggio 2012 Pietro Calabrese lista civica Sindaco [7]
7 maggio 2012 in carica Domenico Iavagnilio lista civica Sindaco [7]

NoteModifica

  1. ^ Bilancio demografico mensile anno 2022 (dati provvisori), su demo.istat.it, ISTAT.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani., Milano, Garzanti, 1996, p. 433, ISBN 88-11-30500-4.
  5. ^ Motta Montecorvino, decreto 1970-02-14 DPR, concessione di stemma e gonfalone, su Archivio Centrale dello Stato. URL consultato il 14 luglio 2022.
  6. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  7. ^ a b c d e f g h http://amministratori.interno.it/

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN227159474046827660529 · WorldCat Identities (ENviaf-256023722
  Portale Puglia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Puglia