Niente da nascondere

film del 2005 diretto da Michael Haneke
Niente da nascondere
Niente da nascondere - Caché (2005) Michael Haneke.png
Un'inquadratura dell'abitazione dei due protagonisti, contenuta nel primo dei misteriosi video che ricevono.
Titolo originaleCaché
Lingua originalefrancese
Paese di produzioneFrancia, Austria, Germania, Italia
Anno2005
Durata117 min
Generethriller, drammatico
RegiaMichael Haneke
SoggettoMichael Haneke
SceneggiaturaMichael Haneke
ProduttoreVeit Heiduschka, Rémi Burah (co-produttore), Michael Weber (co-produttore), Valerio De Paolis (co-produttore), Michael André (produttore associato)
Produttore esecutivoMargaret Ménégoz, Michael Katz, Andrew Colton
Casa di produzioneLes Films du Losange, BIM Distribuzione, Wega Film, Bavaria Film, Le Studio Canal+, France3 Cinema, Arte France Cinema, Eurimages Fund of the Council of Europe, CNC
FotografiaChristian Berger
MontaggioMichael Hudecek, Nadine Muse
Effetti specialiPhilippe Hubin, Hubert Devinck, Denis Le Doyen
MusicheJean-Paul Mugel, Jean-Pierre Laforce
ScenografiaEmmanuel de Chauvigny, Christoph Kanter
CostumiLisy Christl
TruccoJoël Lavau, Thi-Loan Nguyen, Waldemar Pokromski, Laurent Bozzi
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Niente da nascondere (Caché) è un film del 2005 diretto da Michael Haneke, vincitore del premio per la miglior regia al 58º Festival di Cannes.[1]

TramaModifica

La vita di Georges, giornalista letterario, è disturbata dall'arrivo di alcune videocassette, che mostrano dei momenti personali della sua famiglia, filmati a loro insaputa, oltre a disegni inquietanti e di oscura interpretazione. Non ha la minima idea di quale sia l'identità del mittente. A poco a poco il contenuto delle cassette diviene più personale: questo lascia supporre che il mittente conosca Georges da tempo. Quest'ultimo sente il peso della minaccia su di sé e sulla sua famiglia, ma, dal momento che questa minaccia non è esplicita, la polizia rifiuta di aiutarlo.

RiconoscimentiModifica

L'autorevole rivista del British Film Institute Sight & Sound l'ha indicato fra i trenta film chiave del primo decennio del XXI secolo.[2]

NoteModifica

  1. ^ (EN) Awards 2005, festival-cannes.fr. URL consultato il 20 gennaio 2014 (archiviato dall'url originale il 26 ottobre 2014).
  2. ^ (EN) Sight & Sound’s films of the decade, su mubi.com. URL consultato il 20 gennaio 2014 (archiviato dall'url originale il 3 febbraio 2014).

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN231320564 · GND (DE7573478-3 · BNF (FRcb166519928 (data)
  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema